Bob Shaw nacque 80 anni fa



Robert Shaw nacque il 31 dicembre 1931 a Belfast, in Irlanda.

Bob Shaw si appassionò alla fantascienza quand’era ragazzino e nel 1950 si unì al gruppo Irish Fandom, conosciuto grazie ad un altro scrittore di fantascienza irlandese, James White. Nel 1951 cominciò a pubblica storie di fantascienza su fanzine. Nel 1954 un suo racconto apparve per la prima volta su una rivista professionale.

Laureato in ingegneria meccanica al Belfast College of Technology, per un certo periodo Bob Shaw abbandonò la scrittura e assieme alla sua prima moglie Sadie e ai due figli andò a vivere in Canada tra il 1956 e il 1958.

Nel 1966, Bob Shaw pubblicò il racconto “Luce di giorni passati” (“Light of Other Days”), forse il suo racconto più celebre, che introduce il concetto di vetro lento, che rallenta il passaggio della luce anche di anni permettendo di vedere il passato. Shaw scrisse altre storie sul tema per poi riorganizzarle nel romanzo “Altri giorni, altri occhi” “(“Other Days, Other Eyes”), pubblicato nel 1972.

Il primo romanzo pubblicato da Bob Shaw è però “Il cieco del non-spazio” (“Night Walk”) del 1967, nel quale si può vedere tutto il suo stile. Shaw aveva avuto problemi di salute che gli avevano quasi fatto perdere la vista e nel corso della sua vita soffrì di emicranie che gli crearono problemi alla vista. Queste sue esperienze influenzarono questa e alcune altre sue storie incentrate sugli occhi e sulla vista.

Bob Shaw lavorò per vari anni come progettista di aeroplani ma anche come giornalista scientifico per poi cominciare a lavorare a tempo pieno come scrittore negli anni ’70. Egli continuò comunque a contribuire a varie fanzine, tanto che nel 1979 e nel 1980 gli venne assegnato il premio Hugo nella categoria “Best Fan Writer” assegnata agli autori di opere pubblicate su fanzine o riviste semiprofessionali.

Bob Shaw scrisse anche parecchi altri romanzi e alcune trilogie: il Ciclo di Orbitsville, il Ciclo di Warren Peace e il Ciclo di Land and Overland.

Nel 1991 sua moglie Sadie morì e nel 1995 Bob Shaw si sposò di nuovo con Nancy Tucker con la quale andò a vivere negli USA per un breve periodo per poi tornare in Inghilterra dove morì di cancro l’11 febbraio 1996.

Nel corso della sua carriera, Bob Shaw scrisse storie con ambientazioni molto diverse ma generalmente esse sono basate su un’idea di fondo che l’autore sviluppa in maniera approfondita nelle sue possibili ramificazioni. Anche quando l’idea era costituita da un’invenzione, Shaw la sviluppava non solo dal punto di vista tecnologico ma anche per quanto riguardava le sue possibili conseguenze sulla società. In ogni caso, nelle sue storie curava bene anche i personaggi, per lui fondamentali anche più del lato scientifico.

Il vetro lento è la più celebre tra le sue idee ma ce ne sono state molte altre e anche grazie al modo in cui le ha sviluppate è stato amato dai fan di fantascienza. Purtroppo oggi molti dei suoi romanzi non vengono più stampati ed è un vero peccato perché sono ancora eccellenti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *