Android

Blog che parlano di Google Android

Pagina web di Google dedicata a Brillo

Al Google I/O è arrivato l’atteso annuncio del progetto Brillo, il sistema operativo per l’Internet delle Cose. Google ha annunciato anche Weave, un protocollo che servirà come linguaggio standard per i vari apparecchi per comunicare tra loro. Questo progetto è derivato da Android ma in una versione spogliata di varie componenti per poter funzionare con requisiti minimi mantenendo comunque il supporto a servizi indispensabili come Wi-Fi e Bluetooth.

La Corte Suprema degli USA ha chiesto all’amministrazione Obama un’opinione riguardo al caso di Oracle contro Google nella causa che da anni vede i due colossi in causa per l’uso del linguaggio Java in Android. La lite è cominciata nel 2010 dopo che Oracle ha acquistato Sun, l’azienda che aveva sviluppato Java, e ha ritenuto che Google infrangesse il copyright e alcuni brevetti riguardanti Java. Non si tratta di uno dei tanti scontri tra aziende riguardanti brevetti software bensì di un caso particolare in cui la decisione finale può avere una notevole influenza sul futuro dello sviluppo del software.

RPX Corporation ha annunciato che la sua sussidiaria RPX Clearinghouse LLC ha raggiunto un accordo per acquistare circa 4.000 brevetti detenuti dal consorzio Rockstar per 900 milioni di dollari. Si tratta della maggioranza dei brevetti acquistati in seguito alla bancarotta di Nortel, l’operazione di mercato all’origine della creazione del consorzio, che include Apple, Microsoft, Blackberry, Ericsson e Sony. Il passaggio di tanti brevetti a RPX Corporation potrebbe segnare almeno una tregua nella durissima guerra combattuta negli ultimi anni usando i brevetti software e hardware come armi.

Lo smartwatch Moto 360 di Motorola (Foto cortesia Motorola Mobility. Tutti i diritti riservati)

Google ha annunciato la piattaforma Android Wear, una versione del sistema operativo Android ottimizzata per dispositivi indossabili. Le prime applicazioni riguardano gli orologi, che ovviamente non serviranno solo a fornire l’ora ma saranno minuscoli computer portatili. I primi modelli che saranno messi in commercio fra qualche mese sono il Moto 360 di Motorola e il G Watch di LG.