Letteratura

Blog riguardanti romanzi e la letteratura in generale

Ares Express di Ian McDonald (edizione americana)

Il romanzo “Ares Express” (“Ares Express”) di Ian McDonald è stato pubblicato per la prima volta nel 2001. È il seguito di “Desolation Road”. In Italia è stato pubblicato da Zona 42 nella traduzione di Chiara Reali.

Sweetness Octave Glorious Honey-Bun Asiim XII Macchinista è nata in una famiglia che da generazioni fa funzionare il Trasportatore a Fusione Pesante delle Ferrovie Bethlehem Ares Classe 22 Caterina di Tharsis, uno dei treni che viaggiano per il pianeta Marte. Il suo sogno è di guidarlo ma ci sono regole che impediscono alle donne di farlo e la sua famiglia le ha combinato un matrimonio che non vuole.

Sweetness decide di andarsene e si trova a essere parte di una storia che abbraccia possibili futuri perché la realtà può essere fluida. Le possibilità alternative sono moltissime, gestite da tecnologie talmente avanzate da essere simili alla magia perché il confine tra intelligenze artificiali e angeli può essere labile.

The Long Way. Il lungo viaggio di Becky Chambers (Edizione britannica)

Il romanzo “The Long Way. Il lungo viaggio” (“The Long Way to a Small, Angry Planet”) di Becky Chambers è stato pubblicato per la prima volta nel 2014. È il primo libro della serie Wayfarers. In Italia è stato pubblicato da Fanucci in “Narrativa” nella traduzione di Umberto Manuini.

Ashby Santoso è il capitano dell’astronave Wayfarer e ha deciso di assumere una nuova archivista amministrativa che metta a posto le scartoffie di bordo. Rosemary Harper si unisce al suo equipaggio, composto da persone appartenenti a varie specie, e prima ancora di far fronte ai pericoli di viaggi interstellari dovrà imparare a gestire i rapporti con loro.

La Wayfarer ottiene un contratto per aprire una nuova via verso un’area della galassia dove una specie è da lunghissimo tempo impegnata in una guerra tra fazioni. Ciò costituisce una notevole opportunità perché il guadagno sarà elevatissimo ma nessuno può dire quanto sia rischioso viaggiare nell’area di guerra e i problemi possono arrivare anche in altre zone dello spazio.

La vendetta dei Quintaglio di Robert J. Sawyer

Il romanzo “La vendetta dei Quintaglio” (“Foreigner”) di Robert J. Sawyer è stato pubblicato per la prima volta nel 1994. È il terzo libro della trilogia Quintaglio e segue “Progetto Quintaglio”. In Italia è stato pubblicato da Mondadori nel n. 1671 di “Urania” nella traduzione di Annarita Guarnieri.

Afsan ha un incidente e rimane ferito seriamente ma sopravvive e i tessuti danneggiati cominciano a rigenerarsi. Inaspettatamente, anche i suoi occhi cominciano a ricrescere ma quando sono completi lui non riesce comunque a vedere nulla. Il suo problema potrebbe essere mentale perciò comincia a vedere Mokleb, che sta sviluppando la nuova scienza della psicoanalisi.

Novato continua il suo studio dell’arca Jijaki assieme ai suoi assistenti ma accidentalmente attivano un sistema ancora funzionante che inizia la formazione di una torre che si estende fino allo spazio. Toroca continua le sue esplorazioni e in un remoto arcipelago scopre l’esistenza di un’altra specie di sauri senzienti ma gli altri Quintaglio reagiscono con furia territoriale solo vedendoli.

Into the Silence di Sarah Pinborough

Il romanzo “Into the Silence” di Sarah Pinborough è stato pubblicato per la prima volta nel 2009. È inedito in Italia.

Un cantante di un coro che sta facendo le prove in una chiesa viene ucciso in modo brutale. L’attacco ha lasciato il suo cadavere privo delle corde vocali, che sono state asportate con notevole abilità chirurgica. Gli altri membri del coro sono sotto choc. Il detective Tom Cutler passa l’indagine a Torchwood e non è la prima volta che lavora con loro.

Quell’omicidio è solo il primo e l’assassino sembra legato a un certo modus operandi nelle sue azioni. Cardiff ospita un concorso annuale di cantanti d’opera e ciò significa che in città ci sono moltissimi cantanti, tutti potenziali vittime per l’assassino. Per trovarlo prima che uccida chissà quante persone, una normale indagine non è sufficiente.

Il romanzo “Morire a Italbar” (“To Die in Italbar”) di Roger Zelazny è stato pubblicato per la prima volta nel 1973. In Italia è stato pubblicato da Longanesi & C. nel n. 9 di “Fantapocket” e da Mondadori all’interno del n. 18 de “I Massimi della Fantascienza” e nel n. 201 di “Urania Collezione” nella traduzione di Cinzia Boni Ruccellai.

Heidel von Hymack è un uomo che, grazie a un contatto con una divinità, ha ricevuto il potere di curare le persone semplicemente toccandole con le mani. Conosciuto semplicemente come “H”, usa il suo potere su diversi pianeti ma in seguito a un incidente comincia a manifestarsi l’altra faccia di quel potere, quella che provoca la morte al tocco invece della guarigione.

Malacar Miles è stato un militare per molti anni e pensa di poter sfruttare i poteri di Heidel von Hymack per distruggere i suoi nemici. Trovarlo però non è semplice e nella sua ricerca deve superare vari ostacoli perché sono in azione anche forze superiori che hanno altri piani per “H”.