Biologia

Blog che parlano di biologia.

Marsarchaeota

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature Microbiology” riporta la scoperta di un nuovo gruppo di archei che è stato chiamato Marsarchaeota. Un team di microbiologi della Montana State University (MSU) ha scoperto questi microbi nel Parco Nazionale di Yellowstone, negli USA, in sorgenti termali dove temperatura e acidità sono elevate e il principale minerale è l’ossido di ferro. La loro scoperta potrebbe offrire nuove informazioni sulla loro evoluzione e in generale sull’origine della vita sulla Terra e sull’importanza del ferro nelle prime fasi della sua storia.

Illustrazione del sistema MAGESTIC (Immagine cortesia Kelly Irvine/NIST)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature Biotechnology” descrive un nuovo perfezionamento della tecnica genetica CRISPR-Cas9. Un team di ricercatori del Joint Institute of Metrology and Biology (JIMB) ha sviliuppato un sistema chiamato MAGESTIC che è stato paragonato alla funzione cerca-e-sostituisci di un word processor rispetto a uno strumento da taglio smussato.

Bodo saltans infettato dal virus

Un articolo pubblicato sulla rivista “eLife” descrive una ricerca su una specie di virus giganti chiamata virus del Bodo saltans, ritenuta parte del gruppo più abbondante presente nei mari. Il nome è dovuto al fatto che infetta una specie di plancton microscopico chiamata appunto Bodo saltans. Un team di ricercatori dell’Università della Columbia Britannica è riuscito a isolare questo virus, classificato come Klosneuvirus, un sottogruppo della famiglia Mimiviridae.

Commistioni genetiche

Un articolo pubblicato sulla rivista “Cell” descrive una ricerca genetica che si concentra sugli incroci avvenuti tra Homo Sapiens e Denisova, una specie di ominini conosciuta solo grazie a poche ossa che si sono conservate in condizioni abbastanza buone da ricavarne DNA. Un team di scienziati dell’Università di Washington a Seattle ha confrontato i DNA dei Denisova disponibili con quelli di molti di umani moderni di varie popolazioni diverse concludendo che ci sono stati almeno due casi di incroci tra le due specie.

Colonia di femmine di Eudorina con uova (Immagine cortesia Hiroko Kawai-Toyooka, University of Tokyo)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Communications Biology” descrive una ricerca che offre nuovi indizi sull’origine genetica dei sessi. Un team di ricercatori guidato dal dottor Hisayoshi Nozaki dell’Università di Tokyo ha studiato le alghe verdi volvocine, un gruppo di alghe che include specie studiate già da anni in una serie di ricerche su quest’argomento. In questo caso le analisi si sono concentrate su specie dei generi Yamagishiella ed Eudorina scoprendo un gene chiave nella differenziazione tra maschi e femmine.