Biologia

Blog che parlano di biologia.

Virus Ebola (Immagine CDC)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Cell Host & Microbe” descrive uno studio sui campioni di sangue prelevati da pazienti che soffirvano della malattia da virus Ebola in Sierra Leone. Un team di ricercatori coordinato dall’Università del Wisconsin a Madison ha analizzato in modo approfondito i campioni e ha identificato varie firme del virus Ebola tra cui 11 biomarcatori che distinguono le infezioni fatali da quelle non fatali e 2 che possono predire con accuratezza quali pazienti hanno maggiori probabilità di morire.

Stromatoliti scoperti in Tasmania (Foto cortesia Proemse et al)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Scientific Reports” descrive la scoperta di moderni organismi che generano stromatoliti, tra i più antichi organismi vissuti sulla Terra, in Tasmania, in un’area della cosiddetta Tasmanian Wilderness, considerata Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. Nel corso dell’esplorazione di aree umide carsiche, un gruppo di ricercatori si è imbattuto in questi rari organismi, i primi scoperti in Tasmania e quindi utili a capire l’evoluzione e la quasi sparizione di organismi anticamente molto comuni.

Alcuni ambienti in cui sono stati prelevati microbi

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature” presenta una meta-analisi di campioni di microbi raccolti da centinaia di ricercatori dell’Earth Microbiome Project (EMP), che persegue il tentativo sistematico di classificare i microbi a livello globale. I ricercatori hanno stabilito protocolli e nuovi metodi analitici per gestire i risultati di sequenziamenti genetici di batteri e archei in studi multipli. Le nostre conoscenze di questi microrganismi rimangono limitate ma questo progetto permetterà di estenderle e di capire meglio il loro impatto sugli ecosistemi di cui fanno parte.

Sedimenti marini esaminati alla ricerca di batteri (Foto cortesia Michael Graw/ University of Delaware)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Environmental Microbiology” descrive lo studio su un gruppo di batteri che è stato chiamato Parcubacteria, un gruppo che potrebbe essere talmente vasto da poter costituire un superphylum. Un team di scienziati ha studiato questi batteri che sono stati trovati nel corso della spedizione Deepsea Challenge nella fossa delle Marianne dal regista James Cameron, che risulta tra gli autori dell’articolo, per capirne le caratteristiche con similitudini e differenze rispetto ai batteri che vivono sulla terraferma.

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature” descrive una ricerca sul microbioma umano, l’insieme di microrganismi che vivono nel corpo umano, a volte in simbiosi con esso ma a volte come parassiti. Un team di ricercatori di varie istituzioni degli USA ha analizzato molti microbi scoprendo milioni di geni finora sconosciuti. Ciò permetterà di compiere un notevole passo avanti nella comprensione del loro ruolo nella salute e nelle malattie degli esseri umani.