Gialli

Blog riguardanti romanzi e racconti gialli

Il diario dell’estinzione di Maico Morellini

Il romanzo “Il diario dell’estinzione” di Maico Morellini è stato pubblicato per la prima volta nel 2018 da Watson Edizioni nella collana Ombre.

Caleb Cavendish ha sviluppato delle ossessioni per le arti occulte e per la teoria dell’evoluzione di Charles Darwin, al punto da voler ripercorrere il viaggio compiuto dal grande naturalista. Quando va oltre e si addentra nell’Artico il contatto con uno strano metallo ha un’enorme influenza sulla sua vita successiva.

Ernest Buckingham è un esperto di arti esoteriche e assieme a Malcom Lefebrve collabora con Scotland Yard. Quando l’ammiraglio in pensione Bartholomew Sulivan mostra loro vecchie lettere di cui è da poco entrato in possesso indirizzate a Robert Fitzroy, che fu il Capitano del brigantino Beagle durante il viaggio in cui Charles Darwin accumulò i dati che lo portarono a sviluppare la sua teoria. Sulivan si è convinto che Fitzroy non si sia suicidato e chiede a Buckingham e Lefebrve di indagare.

Edgar Allan Poe nel 1848

Edgar Poe, questo era il suo nome di nascita, nacque il 19 gennaio 1809 a Boston, nel Massachusetts, negli USA.

La vita di Edgar Allan Poe fu complessa fin da quando era piccolissimo dato che suo padre abbandonò la famiglia nel 1810 e sua madre morì nel 1811 di tubercolosi. Il piccolo Edgar venne affidato al mercante John Allan, da cui il cambiamento del suo nome. La nuova famiglia era benestante e lo fece studiare in Gran Bretagna.

Inizialmente, le opere di Edgar Allan Poe ebbero un successo parziale perché alcune ebbero successo ma altre ricevettero molte critiche. Racconti che oggi definiremmo gialli come “Lo scarabeo d’oro” (“The Gold-Bug”) del 1843 gli diedero nel breve periodo maggior fama dei racconti più horror. Per l’autore la fortuna era evanescente e la sua situazione personale peggiorò quando, nel 1842, sua moglie Virginia cominciò a manifestare seri sintomi di tubercolosi, che peggiorarono fino alla sua morte, avvenuta nel 1847.

Da anni Edgar Allan Poe aveva problemi di alcolismo e gli ultimi anni della sua vita furono particolarmente pesanti. La sua morte fu degna delle sue storie perché il 3 ottobre 1849 venne trovato in preda a deliri a Baltimore e venne portato in ospedale, dove morì il 7 ottobre. La causa esatta della sua morte è ancora oggetto di discussioni.

Gillian Anderson nel 2011

Gillian Leigh Anderson è nata il 9 agosto 1968 a Chicago, nell’Illinois, negli USA.

Le prime esperienze di Gillian Anderson come attrice professionista furono a teatro. Nel 1992 si trasferì a Los Angeles, inizialmente per cercare una carriera al cinema. Non trovando lavoro, decise di accettare ruoli per produzioni televisive e, dopo un piccolo ruolo, fece l’audizione per “X-Files” e venne scelta per la parte che ha cambiato la sua vita, quella dell’agente dell’FBI Dana Scully. La FOX avrebbe voluto un’attrice con maggior esperienza e maggior sex appeal ma lo showrunner Chris Carter voleva Gillian Anderson e lei ebbe la parte.

Gillian Anderson è ormai un’attrice apprezzata da entrambi i lati dell’Oceano Atlantico e nei prossimi mesi dovrebbero uscire il film “UFO” e la serie “Sex Education”, due progetti a cui ha partecipato. Insomma, anche se “X-Files” fosse davvero finito, i suoi fan potranno vederla ancora in altre produzioni.

Harlan Ellison alla Minicon 41 nel 2006 (foto ©David Dyer-Bennet)

È arrivata la notizia della morte dello scrittore e sceneggiatore Harlan Ellison: le cause non sono state comunicate, solo che è morto ieri nel sonno.

Il carattere di Harlan Ellison non era certo facile ma dietro le sue diatribe c’era un artista che ha lavorato in vari modi, a volte non facili da notare immediatamente. Ha scritto pochissimi romanzi perciò la sua visibilità è stata sempre inferiore rispetto a quella di tanti colleghi e il fatto che sia comunque diventato famoso e che sia apprezzato per il coraggio delle sue opere dice molto sulla sua importanza nel campo della fantascienza.

Dan Simmons è nato il 4 aprile del 1948 a Peoria, nell’Illinois, negli USA. Fin dall’inizio della sua carriera Dan Simmons ha scritto opere di vari generi letterari mischiandone gli elementi. Notevoli legami con la letteratura classica sono presenti nel suo romanzo di fantascienza “Hyperion” (“Hyperion”) del 1989, il primo dei Canti di Hyperion composto anche dai romanzi “La caduta di Hyperion” (“The Fall of Hyperion”) del 1990, “Endymion” (“Endymion”) del 1996 e “Il risveglio di Endymion” (“The Rise of Endymion”) del 1997 e dal romanzo breve “Gli orfani di Helix” (“Orphans of the Helix”) del 1999.

Dan Simmons ha scritto anche molte altre opere di successo. La commistione di generi spesso rende difficile e limitativo etichettare le opere di Dan Simmons. “La scomparsa dell’Erebus” (“The Terror”) del 2007 è un dramma storico basato su eventi reali ma l’autore vi inserisce elementi fantasy / horror. Poche settimane fa è iniziata una serie televisiva che adatta il romanzo.