Romanzo

Blog che si occupano di un romanzo in particolare

Stazione Araminta di Jack Vance

Il romanzo “Stazione Araminta” (“Araminta Station”) di Jack Vance è stato pubblicato per la prima volta nel 1987. È il primo libro delle cronache di Cadwal. In Italia è stato pubblicato dall’Editrice Nord nel n. 96 di “Cosmo Oro” e da Delos Digital nella traduzione di Gianluigi Zuddas.

Quando Glawen Clattuc compie 16 anni il suo destino viene deciso in accordo con le rigide regole che regolano la presenza umana sul pianeta Cadwal. Suo padre riesce a sventare un tentativo di sabotare il futuro del ragazzo compiuto da Spanchetta, una loro parente che li odia e a Glawen viene riconosciuto un posto nell’aristocrazia del pianeta ed entra nell’Ufficio B, il corpo di polizia di Stazione Araminta, la comunità più importante del pianeta.

Glawen inizia una storia con Sessily Veder ma durante una festa la ragazza scompare misteriosamente. Le indagini portano al sospetto che la giovane abbia fatto una tragica fine ma non ci sono prove sufficienti per processare l’uomo sospettato del possibile omicidio. Si tratta solo di uno degli eventi avvolti in misteri che hanno l’attenzione di Glawen nel corso degli anni.

The House That Jack Built di Guy Adams

Il romanzo “The House That Jack Built” di Guy Adams è stato pubblicato per la prima volta nel 2009. È inedito in Italia.

Quando Gwen Cooper blocca una ladra mentre faceva la spesa e la polizia interviene per arrestarla, il suo vecchio collega Andy le racconta della strana morte di un ragazzo nei dintorni di una vecchia casa chiamata Jackson Leaves, che sembra legata a un picco di energia di chronon simile ma non uguale a quella proveniente dalla fessura spazio-temporale di Cardiff.

Il Capitano Jack Harkness ha assunto un alieno che è venuto a trascorrere la pensione sulla Terra usando il nome Alexander Martin che lavori per Torchwood come medico freelance quando ha bisogno di qualcuno che faccia il lavoro che era di Owen Harper. L’indagine su Jackson Leaves gli riporta alla mente vecchi ricordi perché nel 1906 era diventato il primo proprietario della casa.

Progetto Quintaglio di Robert J. Sawyer

Il romanzo “Progetto Quintaglio” (“Fossil Hunter”) di Robert J. Sawyer è stato pubblicato per la prima volta nel 1993. È il secondo della trilogia Quintaglio e segue “Occhi nello spazio”. Ha vinto il premio Homer come miglior romanzo dell’anno. In Italia è stato pubblicato da Mondadori nel n. 1665 di “Urania” nella traduzione di Annarita Guarnieri.

Toroca, uno dei figli di Afsan e Novato, lavora a una missione geologica che ha lo scopo di fare un quadro generale di tutte le risorse esistenti per valutare quali possano essere utili nel grande esodo che i Quintaglio dovranno compiere per salvarsi dalla distruzione del mondo. Nel corso di quel lavoro, Toroca fa varie scoperte inaspettate come un oggetto fatto di un materiale molto più duro di tutti quelli conosciuti e chiaramente artificiale e animali che vivono al polo sud che hanno alcune caratteristiche che sembrano quelle di specie conosciute ma adattate alla vita acquatica, come se i loro antenati fossero cambiati nel tempo.

L’Imperatore Dybo deve dirigere le operazioni che porteranno all’esodo sperando che Afsan e gli altri consiglieri trovino il modo di lasciare il loro mondo ma la loro concentrazione viene fortemente disturbata. Qualcuno ha ucciso uno dei figli di Afsan e Novato, un evento che quasi nessuno ricordava in un popolo in cui gli individui uccidono solo quando presi dalla furia causata dalla territorialità. Dybo stesso è in pericolo quando suo fratello Rodlox contesta il suo diritto al trono e lo sfida a un combattimento che può finire solo con la morte di uno dei due.

L'uomo che vedeva gli atomi di Murray Leinster

Il romanzo “L’uomo che vedeva gli atomi” (“Out of This World”) di Murray Leinster è stato pubblicato per la prima volta nel 1958 unendo tre racconti pubblicati nel 1947 sulla rivista “Thrilling Wonder” come William Fitzgerald. In Italia è stato pubblicato da Mondadori nei nn. 217 e 510 di “Urania”, nel n. 24 dei “Classici Urania” e nel n. 195 di “Urania Collezione” nella traduzione di Delfo Ceni.

Bud Gregory è un meccanico talmente pigro che lavora solo quando ha bisogno di soldi per mantenere la sua famiglia. Quando gli viene offerta una bella cifra per aggiustare un’automobile, lo fa a modo suo, inventando una soluzione che sembra impossibile. La sua azione ha però una serie di conseguenze inattese.

David Murfree è un fisico dell’Ufficio Pesi e Misure del Servizio Civile che per caso scopre ciò che Bud Gregory ha fatto. Trovare qualcuno che ha una comprensione profonda delle leggi della fisica che però è del tutto intuitiva dato che il meccanico è semianalfabeta è incredibile ma anche molto frustrante a causa del suo atteggiamento ma potrebbe essere l’unico ad avere una soluzione per problemi apparentemente impossibili.

La cura impossibile di Hal Clement

Il romanzo “La cura impossibile” (“Through the Eye of a Needle”) di Hal Clement è stato pubblicato per la prima volta nel 1978. È il seguito di “Strisciava sulla sabbia”. In Italia è stato pubblicato da Mondadori nel n. 1017 di “Urania” e all’interno del n. 83 di “Millemondi” nella traduzione di Delio Zinoni.

Il Cacciatore è rimasto sulla Terra a causa dell’impossibilità di mettersi in contatto con i suoi simili, distanti chissà quanti anni luce. Di conseguenza, ha continuato a vivere in simbiosi con Bob Kinnaird ma dopo sette anni il fisico del ragazzo sta subendo una degenerazione che il Cacciatore non sa come arrestare ed è già diventata un rischio per la sua salute.

Tornato sulla sua isola d’origine, Bob si consulta con il dottor Seever, una delle pochissime persone che sa dell’esistenza del Cacciatore. Si tratta di una situazione senza precedenti e l’unica speranza è trovare qualcuno della specie del Cacciatore con conoscenze biologiche sufficienti a ripristinare la salute di Bob prima che sia troppo tardi.