Astronomia / Astrofisica

Blog che parlano di astronomia e/o astrofisica

Schermata del sito web "Backyard Worlds: Planet 9"

La nuova iniziativa “Backyard Worlds: Planet 9” di NASA e varie istituzioni americane assieme alla piattaforma Zooniverse è stata annunciata per permettere a chiunque sia connesso a Internet di partecipare alla ricerca del nono pianeta del sistema solare. Potete collegarvi al sito web del progetto, esaminare immagini catturare dal telescopio spaziale WISE e segnalare eventuali oggetti in movimento.

Dan Tamayo (Foto cortesia Ken Jones)

Un articolo pubblicato sulla rivista “The Astrophysical Journal Letters” descrive lo sviluppo e l’applicazione di algoritmi di apprendimento automatico alla verifica della stabilità di sistemi planetari. Un team di ricercatori dell’Università di Toronto a Scarborough guidato da Dan Tamayo ha sperimentato questo nuovo approccio a questo tipo di ricerca astronomica creando un metodo mille volte più veloce di quelli tradizionali.

Una parte del Ciclo di Venere contenuto nel Codice di Dresda (Foto cortesia University of California - Santa Barbara)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Journal of Astronomy in Culture” descrive una ricerca sul Ciclo di Venere contenuto nel Codice di Dresda, uno dei pochissimi codici Maya oggi esistenti. Secondo Gerardo Aldana, professore di antropologia alla University of California – Santa Barbara, esso contiene notevoli innovazioni in matematica e astronomia, tanto da paragonare l’autore a Copernico.

La tavoletta chiave per comprendere le conoscenze matematiche dei babilonesi (Immagine cortesia Mathieu Ossendrijver / Science. Tutti i diritti riservati)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Science” descrive la scoperta delle antiche conoscenze matematiche dei babilonesi. Mettendo assieme la traduzione di varie tavolette in scrittura cuneiforme, Mathieu Ossendrijver, professore di Storia della Scienza Antica alla Università Humboldt di Berlino, ha concluso che i babilonesi conoscevano le basi del calcolo integrale oltre 14 secoli prima di quanto si pensasse e le avevano usate per calcolare il moto del pianeta Giove.

La pagina web dell'applicazione per identificare asteroidi

La NASA ha messo a disposizione di tutti un’applicazione per computer desktop che può contribuire ad aumentare il numero di asteroidi scoperti da astronomi dilettanti. È il risultato dell’iniziativa Asteroid Grand Challenge della NASA, che ha incluso la sfida Asteroid Data Hunter. Condotta in collaborazione con Planetary Resources, un’azienda interessata a sfruttare i minerali degli asteroidi, nel 2014, offriva 55.000 dollari in premi per chi avesse sviluppato algoritmi migliori di quelli esistenti per identificare asteroidi nelle immagini catturate dai telescopi.