Doctor Who

Blog che parlano di Doctor Who

Border Princes di Dan Abnett

Il romanzo “Border Princes” di Dan Abnett è stato pubblicato per la prima volta nel 2007. È inedito in Italia.

Il team Torchwood è impegnato alla ricerca dell’Amok, un manufatto alieno che può influenzare pesantemente la mente degli esseri umani. È necessario metterlo al più presto al sicuro perché nelle strade di Cardiff sta scoppiando il caos tra la gente in stato di confusione.

Il Capitano Jack Harkness è preoccupato di una possibile connessione tra l’Amok e un allarme dato a Torchwood 108 anni prima e deve risolvere il problema. Anche lui, Gwen, Owen, Tosh, Ianto e James subiscono l’influenza dell’Amok e ciò rende la situazione più complessa. Cosa c’entra lo strano cliente di un ristorante di Cardiff?

The Stealers of Dreams di Steve Lyons

Il romanzo “The Stealers of Dreams” di Steve Lyons è stato pubblicato per la prima volta nel 2005. È al momento inedito in Italia.

Il Nono Dottore, Rose Tyler e il Capitano Jack Harkness stanno visitando un pianeta colonizzato dagli esseri umani dove la situazione non sembra molto allegra. Qualsiasi forma di opera di fantasia è vietata perciò ad esempio sui canali televisivi vengono trasmesse solo news e documentari.

I viaggiatori scoprono che esiste un movimento clandestino che diffonde letteratura e un uomo che si fa chiamare Hal Gryden diffonde trasmissioni televisive pirata. Il Dottore e i suoi compagni cercano di capire l’origine di quella situazione, che si rivela più complessa di quanto pensassero.

John Hurt nel 2015

Ci ha lasciati l’attore John Hurt. Il suo primo ruolo importante arrivò nel film “Un uomo per tutte le stagioni” (“A Man for All Seasons”) del 1966, che vinse molti premi e gli valse la prima nomination al premio BAFTA. Vinse quel premio per il suo ruolo nel film TV “The Naked Civil Servant” del 1975. Gli anni successivi portarono grandi successi a John Hurt con ruoli come quello di Caligola nella mini-serie “I, Claudius” del 1976 e altri rimasti celebri in film come “Fuga di mezzanotte” (“Midnight Express”) del 1978, per il quale vinse il Golden Globe e il BAFTA, “Alien” del 1979, “The Elephant Man” di David Lynch del 1980 e “Orwell 1984” (“Nineteen Eighty-Four”) del 1984.

Tra le partecipazioni televisive di spicco di John Hurt c’è certamente quella nel ruolo del Dottore della Guerra in “Doctor Who” tra i protagonisti dell’episodio speciale per il 50° anniversario della serie “Il giorno del Dottore” (“The Day of The Doctor”). L’attore riprese quel ruolo in alcune avventure audio.

Doctor Who - Frontios

“Frontios” è un’avventura della ventunesima stagione della serie classica di “Doctor Who” trasmessa nel 1984. Segue “The Awakening” ed è composta da quattro parti, scritta da Christopher Bidmead e diretta da Ron Jones.

Il Tardis porta il Quinto Dottore (Peter Davison), Tegan (Janet Fielding) e Turlough (Mark Strickson) nel lontanissimo futuro, sul pianeta Frontios. Lì quello che potrebbe essere l’ultimo gruppo di esseri umani viventi lotta per sopravvivere a quelli che sembrano attacchi dal cielo.

Il giovane Plantagenet ha ereditato il comando della colonia dal padre ma non ha modo di contrastare le piogge di meteoriti che regolarmente si abbattono su Frontios. Il Dottore non dovrebbe interferire con gli eventi ma decide di aiutare i soccorsi ai coloni feriti dopo una di queste piogge. Non si tratta solo di rocce che cadono sul pianeta perché durante uno di questi eventi il Tardis viene distrutto.

Another Life di Peter Anghelides

Il romanzo “Another Life” di Peter Anghelides è stato pubblicato per la prima volta nel 2007. È inedito in Italia.

Il tempo a Cardiff è terribile ma ciò non può fermare le operazioni di Torchwood. Crimini fuori dal normale devono essere risolti perciò il Capitano Jack Harkness guida il suo team alla caccia di un criminale anche in condizioni difficili. Normalmente Torchwood non si occupa di serial killer ma ci sono situazioni che ne richiedono l’intervento, soprattutto quando il presunto colpevole muore e i delitti continuano ad avvenire.

Owen Harper sta dedicando molto tempo al mondo virtuale di “Second Reality”. Con l’aiuto tecnico di Toshiko Sato riesce a crearsi un alter-ego online adeguato alle sue esigenze. L’incontro virtuale con una sua ex ragazza sembra solo un altro momento della sua vita personale ma finisce per intersecarsi con la sua vita professionale riguardando anche le attività di Torchwood.