Fisica

Blog che parlano di fisica

Ritratto di Isaac Newton del 1689

Un manoscritto di Isaac Newton è venuto alla luce dopo aver fatto parte per decenni di una collezione privata. Quest’anno è stato acquistato dalla “Chemical Heritage Foundation” e verrà messo a disposizione on line in una collaborazione con la Indiana University e in particolare il suo progetto “The Chymistry of Isaac Newton”. La particolarità del manoscritto è che l’argomento trattato è l’alchimia, un argomento a cui Newton si interessò molto nel corso della sua vita.

La home page del sito Digital Einstein Papers

Una collaborazione tra l’Università americana di Princeton e l’israeliana Università ebraica di Gerusalemme ha permesso di mettere on line oltre 80.000 pagine di documenti scritti da Albert Einstein nel progetto Digital Einstein. I documenti corrispondono ad una serie di libri cartacei pubblicati negli anni scorsi dalla Princeton University Press.

Non si tratta dell’unico progetto che ha lo scopo di rendere disponibili a tutti gli scritti del grande scienziato. Già negli anni scorsi l’Università di Gerusalemme ha creato gli “Einstein Archives Online”. Entrambi i progetti sono portati avanti con la collaborazione del CalTech e includono non solo articoli scientifici ma anche lettere e altri scritti personali.

Una delle immagini sul sito Higgs Hunters

Pochi giorni fa, il CERN ha aperto il portale Open Data, dove sono stati messi a disposizione di chiunque dati sugli esperimenti del Large Hadron Collider (LHC). Ora una collaborazione tra l’Università of Oxford, l’Università di New York, L’Università of Birmingham, il progetto Zooniverse e l’esperimento ATLAS del CERN hanno portato alla creazione del progetto Higgs Hunters che permette a chiunque di collaborare alle ricerche sul bosone di Higgs.

Home page del portale Open Data del CERN

Il CERN ha annunciato l’apertura del portale Open Data. Si tratta di un nuovo sito web che fa parte dell’infrastruttura informatica dell’organizzazione dove i dati prodotti dagli esperimenti al Large Hadron Collider verranno resi liberamente accessibili da chiunque. Molti dati degli esperimenti ALICE, ATLAS, CMS e LHCb del CERN saranno messi a disposizione e tra essi ci sono quelli che hanno portato alla conferma dell’esistenza del bosone di Higgs.

Fabiola Giannotti al rivelatore ATLAS (Foto cortesia Claudia Marcelloni/CERN. Tutti i diritti riservati)

Il CERN ha annunciato la nomina della scienziata italiana Fabiola Gianotti come nuovo direttore generale. La formalizzazione avverrà nella sessione di dicembre del Consiglio dei delegati che governa il CERN. Il mandato della Dottoressa Gianotti comincerà il 1 gennaio 2016 e avrà una durata di cinque anni. Sarà la prima donna a ricoprire quella carica.