Fantasy

Blog che parlano di fantasy

T di Alessandro Forlani

Il romanzo “T” di Alessandro Forlani è stato pubblicato per la prima volta nel 2018.

Con l’istituzione del Pointless Act chiunque abbandoni gli studi e non riesca a trovare un lavoro per inserirsi nella società viene condannato a una pena che rappresenta una sorta di oblio. È Thanatolia, il lato oscuro dell’Italia del prossimo futuro.

La crescente difficoltà nel trovare un lavoro mette a rischio le nuove generazioni. Chi trova un lavoro non è necessariamente più fortunato, ad esempio finire conivolti negli sviluppi degli studi della neuroscienziata Clara Muttertod può essere rischioso.

Il racconto “Paradiso” di Xia Jia è stato pubblicato per la prima volta nel 2012. In Italia è stato pubblicato nella collana “Future Fiction” all’interno della seconda edizione dell’antologia “Festa di primavera” nella traduzione di Alessandro Montana.

Heidi ha solo quindici anni ma vive da sola su una barca da quando i suoi genitori sono diventati troppo anziani per vivere in quel modo e si sono trasferiti sull’isola di Xiamen quando era ancora sopra il livello del mare, prima di essere inghiottita dalle acque. Si guadagna da vivere immergendosi per recuperare beni rimasti nelle case sommerse e un giorno un anziano postino le chiede aiuto per un lavoro che si rivela ben diverso dal solito.

Il diario dell’estinzione di Maico Morellini

Il romanzo “Il diario dell’estinzione” di Maico Morellini è stato pubblicato per la prima volta nel 2018 da Watson Edizioni nella collana Ombre.

Caleb Cavendish ha sviluppato delle ossessioni per le arti occulte e per la teoria dell’evoluzione di Charles Darwin, al punto da voler ripercorrere il viaggio compiuto dal grande naturalista. Quando va oltre e si addentra nell’Artico il contatto con uno strano metallo ha un’enorme influenza sulla sua vita successiva.

Ernest Buckingham è un esperto di arti esoteriche e assieme a Malcom Lefebrve collabora con Scotland Yard. Quando l’ammiraglio in pensione Bartholomew Sulivan mostra loro vecchie lettere di cui è da poco entrato in possesso indirizzate a Robert Fitzroy, che fu il Capitano del brigantino Beagle durante il viaggio in cui Charles Darwin accumulò i dati che lo portarono a sviluppare la sua teoria. Sulivan si è convinto che Fitzroy non si sia suicidato e chiede a Buckingham e Lefebrve di indagare.

Buona Apocalisse a tutti! di Terry Pratchett e Neil Gaiman (edizione britannica)

Il romanzo “Buona Apocalisse a tutti!” (“Good Omens”) di Terry Pratchett e Neil Gaiman è stato pubblicato per la prima volta nel 1990. In Italia è stato pubblicato da Mondadori in “Strade Blu” e in “Oscar fantastica” nella traduzione di Luca Fusari.

Azraphel è un angelo mentre Crowley è un demone, nonostante facciano parte delle fazioni opposte tra di loro si è sviluppata un’amicizia sincera ed entrambi si godono la vita sulla Terra, dove vivono ormai da millenni. Per questo motivo l’Apocalisse rappresenta per loro davvero una seccatura e, nonostante sia stata pianificata fin dalla Creazione, i due cercano una scappatoia per evitarla.

L’Anticristo sta per raggiungere l’età in cui comincerà a manifestare i suoi poteri e l’unica speranza per Azraphel e Crowley è che cresca in un modo che non lo porti mai a compiere gli atti necessari a iniziare la fine del mondo. Il piano potrebbe funzionare nonostante i segni dell’Apocalisse imminente se il bambino che i due cercano di influenzare fosse effettivamente l’Anticristo.

George R. R. Martin nel 2017

George Raymond Martin, questo è il suo nome di nascita, è nato il 20 settembre 1948 a Bayonne, nel New Jersey, negli USA. Aggiunse anni dopo il nome Richard, che scelse come nome di cresima.

Fin da quand’era bambino, George R. R. Martin mostrò la sua voglia di scrivere racconti e in quegli anni lesse moltissime storie di fantascienza, fantasy e horror degli anni precedenti diventando anche fan dei fumetti Marvel. Attraverso le lettere dei lettori pubblicate sui fumetti, entrò in contatto con il fandom e con varie fanzine, dove pubblicò una serie di racconti.

Dopo anni passati a lavorare soprattutto per la televisione, anche con vari progetti non andati a buon fine, George R. R. Martin si stufò, anche per i limiti imposti da budget e dalla lunghezza rigida degli episodi televisivi. All’inizio degli anni ’90 cominciò a scrivere una saga fantasy che in origine era una trilogia ma successivamente venne espansa per sviluppare meglio la storia: nel 1996 venne pubblicato “Il gioco del trono” (“A Game of Thrones”), il primo romanzo della saga che ha aumentato enormemente la fama dell’autore.