Televisione

Blog che parlano di programmi televisivi

Richard Dean Anderson nel 2004

Il 27 luglio 1997 debuttò la serie televisiva “Stargate SG-1”.

Nel 1994 era uscito il film “Stargate”, che era stato un successo al botteghino e aveva pure ricevuto alcuni riconoscimenti come il Saturn Award for Best Science Fiction Film ma aveva ricevuto anche critiche negative. Personalmente, quando ne avevo sentito parlare mi era parsa una variante della storia del serial “Pyramids of Mars” della serie classica di “Doctor Who” e dopo averlo visto l’impressione era stata abbastanza negativa.

Il produttore Dean Devlin e il regista Roland Emmerich avevano inizialmente progettato una trilogia ma all’epoca non se ne fece nulla. I diritti vennero ceduti alla Metro-Goldwyn-Mayer, che decise di portare avanti il progetto in modo diverso creando una serie televisiva. Brad Wright e Jonathan Glassner proposero diverse idee e vennero incaricati di lavorare assieme al progetto che divenne “Stargate SG-1”.

La serie comincia un anno dopo gli eventi del film e ne rappresenta una continuazione diretta. Anche alcuni dei protagonisti sono gli stessi (anche se nel film O’Neill ha una sola “l” nel cognome) ma interpretati da attori diversi e secondo me un elemento positivo dei primi episodi è un deciso miglioramento della loro caratterizzazione rispetto al film.

Jodie Whittaker nel ruolo del Tredicesimo Dottore (Immagine cortesia BBC)

La BBC ha trasmesso un promo in cui annunciava che Jodie Whittaker interpreterà il Tredicesimo Dottore (Dottoressa?). L’attrice succede a Peter Capaldi e prenderà ufficialmente il suo posto alla guida del Tardis nell’episodio speciale che verrà trasmesso il giorno di Natale 2017.

Doctor Who - Vengeance on Varos

“Vengeance on Varos” è la un’avventura della ventiduesima stagione della serie classica di “Doctor Who” trasmessa nel 1985. Segue “Attack of the Cybermen” ed è composta da due parti, scritta da Philip Martin e diretta da Ron Jones.

Il Sesto Dottore (Colin Baker) sta cercando di riparare il Tardis, che si è bloccato nello spazio profondo. Si rende conto che c’è bisogno di Zeiton-7, un minerale molto raro reperibile solo sul pianeta Varos. Usando un rappezzamento di emergenza, il Dottore riesce a far muovere il Tardis per portare Peri (Nicola Bryant) su Varos e procedere con una riparazione appropriata.

Il pianeta Varos ospitava una prigione che nel corso del tempo si è trasformata in una strana democrazia. Le proposte del Governatore vengono votate obbligatoriamente da tutti i cittadini e programmi televisivi sono dedicati a torture ed esecuzioni. Il Zeiton-7 viene acquistato dalla Galatron Mining Corporation e il suo rappresentante Sil pensa che il Dottore sia venuto per concludere un nuovo accordo per un’altra compagnia mineraria.

Stephen Furst nel 2014

È arrivata la notizia che l’attore Stephen Furst è morto il 16 giugno scorso in seguito a complicazioni connesse con il diabete di cui soffriva da tempo.
Dopo aver cominciato la sua carriera di attore con alcuni piccoli ruoli, Stephen Furst venne scelto per interpretare Kent “Sogliola” Dorfman nel film “Animal House” (“National Lampoon’s Animal House”), un ruolo per cui è rimasto celebre anche perché ripreso nella serie “Delta House”.

Nel corso degli anni ’80, Stephen Furst ha avuto molti ruoli sia in produzioni cinematografiche che televisive e ha prestato la sua voce a personaggi di serie animate. Nel 1994 ha cominciato a interpretare un altro dei ruoli per cui è rimasto celebre, quello di Vir Cotto nella serie “Babylon 5”.

Stephen Furst è stato attivo come portavoce della American Diabetes Association e diffondendo consigli e ricette utili a tenere sotto controllo il diabete. Per anni ha usato la sua fama per aiutare altre persone che soffrono della stessa malattia, purtroppo per lui i suoi problemi si sono rivelati troppo gravi. Lascia la moglie Lorraine, i loro figli Nathan e Griff e tanti fan che lo hanno apprezzato come attore.

Il 5 giugno (il 12 giugno in Italia) è terminata la seconda stagione della serie “Outcast”.

La prima stagione di “Outcast” ha avuto un buon successo e la serie era già stata rinnovata sulla fiducia prima ancora che venisse trasmessa. La seconda stagione è iniziata un po’ prima ed è stata trasmessa in primavera mentre la prima era iniziata alla fine della primavera perciò la maggior parte degli episodi era stata trasmessa nel corso dell’estate 2016. Il numero degli episodi è stato mantenuto a 10.

Alla fine della prima stagione, Kyle Barnes aveva tentato di fuggire da Rome, la cittadina del West Virginia in cui vive, assieme alla figlia Amber ma trova ben presto gruppi di posseduti che in sostanza fanno da guardia ai confini cittadini. Alla fine, decide di tornare in città, dove la situazione diventa rapidamente più complicata.

L’inizio della seconda stagione segna da subito il cambiamento nella serie: i protagonisti devono affrontare le conseguenze degli eventi della prima stagione ma è proprio lo stile a essere diverso. Semplificando, la prima stagione è nello stile de “L’esorcista” mentre la seconda sembra più “L’invasione degli ultracorpi”.