Televisione

Steven Spielberg nel 2016 (Foto Georges Biard)

Steven Allan Spielberg è nato il 18 dicembre 1946 a Cincinnati, nell’Ohio, negli USA. Nel corso di decenni di carriera ha diretto film di grande successo a partire da “Duel” fino a serie come quella di Indiana Jones e quella di Jurassic Park tra blockbuster e film impegnati con temi profondi.

Anthony Hopkins nel 2010

Il 4 dicembre (il 5 dicembre in Italia) è terminata la prima stagione della serie “Westworld – Dove tutto è concesso”.

La serie è ispirata al film “Il mondo dei robot” (“Westworld – Dove tutto è concesso”) del 1973, scritto e diretto da Michael Crichton. La storia era basata sul tema già classico allora della macchina che si ribella agli esseri umani, in questo caso in un parco dei divertimenti futuristico.

Nel frattempo, è uscito “Blade Runner”, che ha cambiato completamente questo tipo di storia rendendo il confine tra esseri umani e artificiali molto più vago. Oggi sarebbe impensabile riproporre una trama come quella del film del 1973 e già nel decennio scorso la nuova versione di “Battlestar Galactica” ha assimilato la lezione di “Blade Runner”.

Doctor Who - The Masque of Mandragora

“The Masque of Mandragora” è la prima avventura della quattordicesima stagione della serie classica di “Doctor Who” trasmessa nel 1976. Segue “The Seeds of Doom” ed è composta da quattro parti, scritta da Louis Marks e diretta da Rodney Bennett.

Il Quarto Dottore (Tom Baker) sta mostrando a Sarah Jane Smith (Elisabeth Sladen) stanze e locali vari all’interno del Tardis e a un certo punto arrivano alla sala comandi secondaria. Il Dottore attiva lo schermo e vede che nel vortex c’è un’energia vivente, conosciuta come Mandragora Helix. Il Tardis viaggia attraverso di essa e, quando alla fine si rimaterializza e atterra, ne porta un frammento con sé.

Il Duca di San Martino sta morendo e spira esattamente nel giorno che l’astrologo Hieronymous ha previsto. Suo figlio Giuliano diventa il nuovo Duca ma non crede alle superstizioni e in realtà c’è una macchinazione portata avanti da Hieronymous assieme al Conte Federico per impadronirsi del ducato. L’arrivo del Dottore e Sarah Jane, che senza saperlo portano un frammento di energia aliena, rende la situazione ancor più pericolosa.

John Barrowman nel 2014

Il 22 ottobre 2006 debuttò la serie televisiva “Torchwood”, uno spin-off di “Doctor Who”.

Il produttore Russell T Davies cominciò a sviluppare un’idea riguardante una serie di fantascienza prima ancora di cominciare a lavorare sulla nuova serie di “Doctor Who”. Il termine “Torchwood” venne utilizzato in origine per indicare proprio “Doctor Who”, di cui è un anagramma, durante le riprese dei primi episodi per sviare attenzioni indesiderate. Quando Russell T Davies ricominciò a pensare alla sua idea, decise di farne uno spin-off di “Doctor Who” e di usare “Torchwood” come titolo.

La nuova serie venne sviluppata con l’idea che fosse orientata a un pubblico più adulto rispetto a quello della serie madre ma vennero costruiti vari collegamenti per dare un’idea delle funzioni dell’Istituto Torchwood. Nell’episodio “L’impero del lupo” (“Tooth and Claw”) ne viene spiegata l’origine, decisa dalla regina Vittoria dopo aver incontrato il Dottore e aver scoperto l’esistenza di minacce aliene.

Cofanetto contenente gli episodi della seconda stagione e quelli disponibili della prima di Agente Speciale

Kaleidoscope, un’organizzazione no-profit britannica con sede a Birmingham specializzata nella ricerca e conservazione di vecchi programmi televisivi, ha annunciato di aver scoperto e acquisito una copia dell’episodio “Tunnel of Fear” della prima stagione della serie “Agente speciale” (“The Avengers”). Si tratta di un evento straordinario perché finora della prima stagione era rimasto solo il primo atto del primo episodio e altri due episodi completi.