Dinosauri

Blog che parlano di dinosauri

Scheletro del probabile T. rex soprannominato Jane (Foto cortesia Zissoudisctrucker)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Science Advances” riporta uno studio che offre un’analisi dei fossili di quello che era stato classificato come Nanotyrannus offrendo prove che in realtà si tratta di giovani esemplari di Tyrannosaurus rex. Un team di ricercatori guidato dalla dottoressa Holly Woodward dell’Oklahoma State University Center for Health Science ha condotto un esame paleoistologico su frammenti di ossa degli esemplari soprannominati Jane e Petey concludendo che le fibre e altre microstrutture erano in fase di crescita. Secondo le loro stime, al momento della morte Jane aveva circa 13 anni mentre Petey aveva circa 15 anni.

Un cranio del dinosauro erbivoro chiamato Styracosaurus albertensis mostra che aveva corna asimmetriche

Un articolo pubblicato sulla rivista “Cretaceous Research” riporta uno studio di un cranio fossile di Styracosaurus albertensis, un dinosauro erbivoro che visse nell’odierno Nord America circa 75 milioni di anni fa, nel periodo Cretaceo. Un team di ricercatori guidati dal professor Robert Holmes dell’Università dell’Alberta, in Canada, ha esaminato questo fossile ben conservato notando che le corna erano asimmetriche. In precedenza, nessun cranio attribuito al genere Styracosaurus era abbastanza completo da permettere di notare l’asimmetria. Questa scoperta potrebbe portare a varie riclassificazioni di fossili che nel corso del tempo erano state attribuite ad altre specie del genere Styracosaurus e successivamente perfino ad altri generi.

Ricostruzione di Siamraptor suwati con le ossa disponibili (Immagine cortesia Chokchaloemwong et al, doi: 10.1371/journal.pone.0222489)

Un articolo pubblicato sulla rivista “PLOS ONE” riporta l’identificazione di una nuova specie di dinosauri che visse nell’attuale Thailandia circa 120 milioni di anni fa, nel periodo Cretaceo, che è stata chiamata Siamraptor suwati. Appartiene al gruppo dei carcarodontosauri, a sua volta parte del più vasto gruppo degli allosauri, dinosauri carnivori che erano superpredatori nei loro ecosistemi. Questa nuova specie, come i suoi parenti più stretti, era dotata di denti simili a quelli degli squali e può fornire informazioni sulla diffusione globale di questi dinosauri.

Un cranio rigido dietro al potente morso del Tyrannosaurus rex

Un articolo pubblicato sulla rivista “The Anatomical Record” riporta uno studio dell’anatomia del cranio del Tyrannosaurus rex che offre una spiegazione di come potesse avere un morso talmente potente da frantumare le ossa delle sue prede senza spezzare le proprie. Un team di ricercatori guidato da Ian Cost dell’Albright College ha esaminato le caratteristiche del cranio del T. Rex anche usando simulazioni al computer concludendo che esso era rigido come quelli di iene e coccodrilli moderni e non flessibile come quelli di serpenti e uccelli.

Il Kamuysaurus japonicus era un dinosauro dal becco d'anatra che visse 72 milioni di anni fa

Un articolo pubblicato sulla rivista “Scientific Reports” riporta l’identificazione di una nuova specie di dinosauro dal becco d’anatra che visse circa 72 milioni di anni fa, nel periodo Cretaceo Superiore, nell’odierno Giappone. Un team di paleontologi guidati dal Professor Yoshitsugu Kobayashi del museo dell’Università giapponese di Hokkaido l’ha chiamato Kamuysaurus japonicus e classificato nella famiglia degli adrosauridi dopo aver esaminato lo scheletro quasi completo disponibile.