Massimo Luciani

See “About” page for information about Massimo Luciani aka NetMassimo, including the means to contact the author on social media.

Vedi pagina “About” per le informazioni su Massimo Luciani aka NetMassimo, inclusi i modi per contattare l’autore sui social media.

Google

La locandina del documentario Domani

Il documentario “Domani” (“Demain”), diretto da Cyril Dion e Mélanie Laurent, è uscito nel 2015. Ha vinto il Premio César per il miglior documentario.

“Domani” è diviso in cinque capitoli: agricoltura, energia, economia, democrazia e istruzione. Ciò significa che tratta non solo le sfide che riguardano direttamente l’ambiente e la sostenibilità ma anche tutto ciò che c’è attorno e regola la vita degli esseri umani nella società civile. Da questo punto di vista, cerca di offrire una visione abbastanza d’insieme di ciò che ci attende nei prossimi decenni e di come potrebbe evolversi la nostra società.

Ambrose di Fabio Carta

Il romanzo “Ambrose” di Fabio Carta è stato pubblicato per la prima volta nel 2017 da Scatole Parlanti.

Controllore Ausiliario 209, o semplicemente CA, è uno spazionoide discendente degli umani che hanno colonizzato parte del sistema solare. Voleva partecipare alla missione Nexus per contribuire a nuovi progressi per l’umanità all’insegna della pace ma qualcosa è andato male e per non essere ucciso dalle metastasi che si sono sviluppate nel suo corpo deve vivere in una speciale tuta robotica. Come se non bastasse, a volte il suo corpo viene preso in prestito e usato da altre persone per combattere.

Al posto di un futuro di pace, CA finisce per essere coinvolto nella guerra mondiale che alla fine è scoppiata sulla Terra. Armi atomiche hanno già devastato il pianeta con la prospettiva di miliardi di morti. CA mantiene contatti virtuali con persone sulla Terra e nello spazio ma tra copie virtuali, avatar e chi più ne ha più ne metta diventa difficile separare realtà da illusione. Quando Ambrose si manifesta, CA pensa che si tratti di un frammento virtuale della sua mente ma è possibile che sia qualcos’altro?

Sepoltura di gatti a Hierakonpolis (Foto cortesia Hierakonpolis Expedition)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature Ecology & Evolution” descrive una ricerca genetica sui gatti selvatici e domestici, antichi e moderni. Un team di ricercatori dell’Università belga di Lovanio e dell’Istituto Reale Belga di Scienze Naturali guidato dal paleogenetista Claudio Ottoni ha analizzato il DNA di oltre 200 gatti trovati in siti archeologici del Vicino Oriente, in Africa e in Europa con un’età tra 100 e 9.000 anni per concludere che furono addomesticati in due ondate principali nel Vicino Oriente e in Egitto.

Un tacchino australiano, un canguro e una ricostruzione di Progura gallinacea (Immagine cortesia Elen Shute / Kim Benson / Tony Rodd / Aaron Camens)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Royal Society Open Science” descrive una ricerca sui megapodi, una famiglia di uccelli diffusa in molte aree dell’Oceania che include varie specie oggi estinte. Un team di paleontologi della Flinders University ha esaminato vari fossili australiani e ha proposto una nuova classificazione in cinque specie estinte con varie parentele con specie ancora esistenti.

Effendi di Jon Courtenay Grimwood (edizione americana)

Il romanzo “Effendi” (“Effendi”) di Jon Courtenay Grimwood è stato pubblicato per la prima volta nel 2002. È il secondo romanzo della trilogia Arabesk e segue “Pashazade”. In Italia è stato pubblicato da Zona 42 nella traduzione di Chiara Reali.

Ashraf (Raf) al-Mansur è stato nominato Ispettore Capo della polizia di El Iskandryia (Alessandria d’Egitto), nell’impero Ottomano ma il suo primo caso rappresenta subito una grossa grana. Un’indagine porta alla scoperta del passato di Hamzah Effendi, l’uomo più ricco della città e il padre della ragazza che Raf avrebbe dovuto sposare.

Hamzah Effendi finisce per essere accusato di crimini di guerra in un caso che va ben oltre i confini dell’impero Ottomano e richiama l’attenzione delle potenze europee ma anche degli USA. Scontri politici internazionali cominciano a provocare il caos a El Iskandryia quando varie nazioni cominciano a usare vari mezzi per aumentare la loro influenza in Nord Africa.