Massimo Luciani

Stazione Araminta di Jack Vance

Il romanzo “Stazione Araminta” (“Araminta Station”) di Jack Vance è stato pubblicato per la prima volta nel 1987. È il primo libro delle cronache di Cadwal. In Italia è stato pubblicato dall’Editrice Nord nel n. 96 di “Cosmo Oro” e da Delos Digital nella traduzione di Gianluigi Zuddas.

Quando Glawen Clattuc compie 16 anni il suo destino viene deciso in accordo con le rigide regole che regolano la presenza umana sul pianeta Cadwal. Suo padre riesce a sventare un tentativo di sabotare il futuro del ragazzo compiuto da Spanchetta, una loro parente che li odia e a Glawen viene riconosciuto un posto nell’aristocrazia del pianeta ed entra nell’Ufficio B, il corpo di polizia di Stazione Araminta, la comunità più importante del pianeta.

Glawen inizia una storia con Sessily Veder ma durante una festa la ragazza scompare misteriosamente. Le indagini portano al sospetto che la giovane abbia fatto una tragica fine ma non ci sono prove sufficienti per processare l’uomo sospettato del possibile omicidio. Si tratta solo di uno degli eventi avvolti in misteri che hanno l’attenzione di Glawen nel corso degli anni.

Televisore Philips 24PFS5603/12

Ho avuto la necessità di acquistare un nuovo televisore per mia mamma dopo che il suo si è guastato. La selezione è stata resa più complessa dalle limitazioni dello spazio in cui andava piazzato, letteralmente un angolo, oltre che da alcune esigenze di mia mamma. Erano anni che non mi interessavo delle uscite di nuovi modelli di televisori perciò la mia ricerca è stata piuttosto lunga ma alla fine ho acquistato un televisore Philips modello 24PFS5603/12.

Il professor Philip Piper con il primo osso di Homo luzonensis scoperto (Foto cortesia Lannon Harley / ANU)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature” riporta il riconoscimento di una nuova specie di umani primitivi che è stata chiamata Homo luzonensis. Un team di ricercatori ha studiato una serie di fossili scoperti tra il 2007 e il 2015 nella grotta di Callao, sull’isola di Luzon, nelle Filippine, concludendo che si tratta dei resti di individui appartenenti a una specie di ominini diversa da quelle finora conosciute che visse sull’isola tra 50.000 e 67.000 anni fa.

La guardiamarina Sylvia Tilly (Mary Wiseman), Michael Burnham (Sonequa Martin-Green) e il Capitano Christopher Pike (Anson Mount) in Un dolore così dolce (Immagine cortesia CBS / Netflix)

“Un dolore così dolce” (“Such Sweet Sorrow”) è il tredicesimo episodio della seconda stagione della serie “Star Trek: Discovery” e segue “Attraverso la valle delle tenebre”.

L’equipaggio della USS Discovery sta abbandonando l’astronave, che dev’essere distrutta per evitare che Controllo si impadronisca delle informazioni che gli permetterebbero di diventare pienamente senziente ma il database ha una forma di autoprotezione e impedisce la distruzione.

The House That Jack Built di Guy Adams

Il romanzo “The House That Jack Built” di Guy Adams è stato pubblicato per la prima volta nel 2009. È inedito in Italia.

Quando Gwen Cooper blocca una ladra mentre faceva la spesa e la polizia interviene per arrestarla, il suo vecchio collega Andy le racconta della strana morte di un ragazzo nei dintorni di una vecchia casa chiamata Jackson Leaves, che sembra legata a un picco di energia di chronon simile ma non uguale a quella proveniente dalla fessura spazio-temporale di Cardiff.

Il Capitano Jack Harkness ha assunto un alieno che è venuto a trascorrere la pensione sulla Terra usando il nome Alexander Martin che lavori per Torchwood come medico freelance quando ha bisogno di qualcuno che faccia il lavoro che era di Owen Harper. L’indagine su Jackson Leaves gli riporta alla mente vecchi ricordi perché nel 1906 era diventato il primo proprietario della casa.