Soprannaturale

Blog che parlano di soprannaturale

Nobuhiro Yamato (George Takei) in Un passero in un nido di rondini (Immagine cortesia AMC Studios / Amazon. Tutti i diritti riservati)

“Un passero in un nido di rondini” (“A Sparrow in a Swallow’s Nest”) è il primo episodio della seconda stagione della serie “The Terror”, che è stata chiamata “The Terror: Infamy”. È trasmessa negli USA da AMC Studios e in altre nazioni su Amazon Prime Video.

Il suicidio di una donna scuote la comunità nippo-americana di Terminal Island, in California, in cui viveva. Eventi che altri abitanti della comunità interpretano come presagi rendono la situazione ancor peggiore. Nel 1941 vivere negli USA ed essere di ascendenza giapponese sta diventando sempre più difficile e qualcuno pensa che un’entità maligna sia in azione.

Rutger Hauer nel 2018

È arrivata la notizia che l’attore Rutger Hauer (foto ©DWDD) ci ha lasciati il 19 luglio. Le notizie riportano solo che la morte è avvenuta nella sua casa a Beetsterzwaag, in Olanda, dopo una breve malattia ed è stata resa pubblica subito dopo lo svolgimento del funerale in forma privata. Ha lasciato la moglie Ineke e la figlia Aysha, avuta da un precedente matrimonio.

Pet Sematary di Stephen King

Il romanzo “Pet Sematary” di Stephen King è stato pubblicato per la prima volta nel 1983. In Italia è stato pubblicato da Sperling & Kupfer nel n. 266 di “Pandora” e nel n. 32 di “Superbestseller” e riprodotto nelle edizioni del Club degli Editori e di Pickwick, tutte nella traduzione di Hilia Brinis.

Louis Creed è un medico che ha appena trovato un buon lavoro presso l’Università del Maine e si trasferisce in una casa vicina alla cittadina di Ludlow assieme alla moglie Rachel, ai loro due bambini Ellie e Gage e al gatto Winston Churchill detto Church. Una coppia di anziani, Jud e Norma Crandall, vive vicino a loro e sembrano vicini amichevoli. Per molti versi è una situazione ideale anche se la casa è vicina a una strada percorsa da camion ma inizialmente i problemi sono altri.

L’inizio del lavoro di Louis nel campus dell’Università viene turbato quando gli viene portato Victor Pascow, uno studente vittima di un incidente con ferite talmente gravi che Louis può solo vederlo morire davanti ai suoi occhi mentre dice parole apparentemente sconnesse. Anche la sua vita di coppia viene turbata quando Rachel si arrabbia moltissimo dopo che Jud ha portato la loro famiglia in un cimitero degli animali vicino alla casa perché teme che Ellie possa fare domande scomode. Tutta la famiglia sarà ben presto costretta a confrontarsi con la morte.

Arthur Conan Doyle nel 1914 (Foto Walter Benington)

Arthur Ignatius Conan Doyle nacque il 22 maggio 1859 a Edimburgo, in Scozia. “Uno studio in rosso” (“A Study in Scarlet”), il primo romanzo di Sherlock Holmes, venne pubblicato nel 1887 ed ebbe un grande successo. Negli anni successivi ci fu la pubblicazione di ben 56 racconti e altri tre romanzi dedicati al celebre investigatore privato: “Il segno dei quattro” (“The Sign of Four”) del 1890, “Il mastino dei Baskerville” (“The Hound of the Baskervilles”) del 1902 e “La valle della paura” (“The Valley of Fear”) del 1915. A un certo punto l’autore aveva fatto morire Holmes nel racconto “L’ultima avventura”, conosciuto anche come “Il problema finale” (“The Final Problem”), che introduce il suo arcinemico Moriarty, ma la reazione dei lettori lo convinse a trovare un modo per modificare il destino dell’investigatore.

Il romanzo “Il mondo perduto”, conosciuto anche come “Un mondo perduto” (“The Lost World”) del 1912 è diventato un classico tra i precursori della fantascienza moderna. Arthur Conan Doyle riutilizzò il personaggio del professor Challenger per altri romanzi e racconti che oggi possono essere considerati fantascienza.

Il 7 luglio 1930 Arthur Conan Doyle venne colpito da un attacco cardiaco nella sua casa di campagna a Windlesham. Al momento della sua morte, il personaggio di Sherlock Holmes era già diventato protagonista di alcuni film e tanti cortometraggi, diventando rapidamente un’icona ben oltre la letteratura. Si tratta di un personaggio fondamentale nel genere giallo ma l’autore viene ricordato anche per altre opere importanti in vari generi, anch’esse spesso adattate in produzioni cinematografiche e televisive.

T di Alessandro Forlani

Il romanzo “T” di Alessandro Forlani è stato pubblicato per la prima volta nel 2018.

Con l’istituzione del Pointless Act chiunque abbandoni gli studi e non riesca a trovare un lavoro per inserirsi nella società viene condannato a una pena che rappresenta una sorta di oblio. È Thanatolia, il lato oscuro dell’Italia del prossimo futuro.

La crescente difficoltà nel trovare un lavoro mette a rischio le nuove generazioni. Chi trova un lavoro non è necessariamente più fortunato, ad esempio finire conivolti negli sviluppi degli studi della neuroscienziata Clara Muttertod può essere rischioso.