Ghosts of India di Mark Morris

Il romanzo “Ghosts of India” di Mark Morris è stato pubblicato per la prima volta nel 2008. È inedito in Italia.

Quando a Donna viene una gran voglia di curry, il Decimo Dottore decide di portarla in India, in un ristorante molto speciale. All’arrivo, si rende conto che l’anno non è quello programmato bensì il 1947. Il ristorante cercato dal Dottore è stato distrutto durante i disordini causati dalle divisioni esistenti nella popolazione indiana.

Anche il Dottore e Donna rischiano di essere coinvolti nel caos che ha colpito l’India. Come se non bastasse, a Calcutta molte persone sembrano essere colpite da una strana malattia e altre spariscono. Il Dottore si rende conto che c’è una presenza aliena dietro a quegli strani eventi e il pericolo potrebbe riguardare perfino Gandhi, con ripercussioni incalcolabili sul futuro dell’India.

Trullion: Alastor 2262 o Alastor 2262 di Jack Vance

Il romanzo “Trullion: Alastor 2262” o “Alastor 2262” (“Trullion: Alastor 2262”) di Jack Vance è stato pubblicato per la prima volta nel 1973. È il primo libro della trilogia di Alastor. In Italia è stato pubblicato dall’Editrice Nord nel n. 14 di “Fantacollana” e all’interno del n. 4.18 di “Tascabili Omnibus” nella traduzione di Roberta Rambelli e da Delos nel n. 8 de “I mondi di Jack Vance” nella traduzione di Annarita Guarnieri.

Dopo che un attacco di pirati al pianeta Trullion è stato sventato dal Whelm, la forza militare del sovrano dell’Ammasso di Alastor, Glinnes Hulden ha deciso di arruolarsi. Presta servizio nel Whelm per dieci anni ma alla fine ha nostalgia di casa e si congeda per tornare su una delle tante isole del suo pianeta oceano posseduta dalla sua famiglia.

Il ritorno a casa di Glinnes Hulden non è decisamente il migliore dato che i suoi parenti lo accolgono con freddezza. Peggio ancora, suo fratello Shira è scomparso e ciò lo rende il proprietario delle isole della famiglia. Tuttavia, scopre che il suo fratello gemello Glay ha venduto un’isola senza averne titolo. Cercare di tornare in possesso dell’isola sarà difficile e Glinnes cerca di guadagnare qualcosa entrando a far parte di una squadra di hussade.

Il fantasma di Eymerich di Valerio Evangelisti

Il romanzo “Il fantasma di Eymerich” di Valerio Evangelisti è stato pubblicato per la prima volta nel 2018 da Mondadori in “Omnibus”, all’interno di “Eymerich: libro tre” e nel n. 1706 di “Urania”. Fa parte del Ciclo di Eymerich.

Il re d’Aragona ha fatto imprigionare Nicolas Eymerich ma i suoi fedeli lo fanno evadere e organizzano un viaggio che lo porta al sicuro. Alla fine, giunge a Roma, dove paga Gregorio XI è ormai prossimo alla morte. In un’Urbe che chiede a gran voce un papa italiano che pensi al bene della gente e non ai beni materiali, viene eletto Urbano VI, che si scaglia contro la corruzione dei cardinali. Eymerich deve affrontare un potenziale scisma e allo stesso tempo un suo doppelganger che è stato incontrato da varie persone.

Marcus Frullifer è arrivato nalla repubblica di Catalogna, dov’è accolto in pompa magna. Scopre le grandi ambizioni spaziali dei leader repubblicani e offre loro la speranza di compiere viaggi interstellari.

Vicino al Punto Omega, il Magister guida l’ultimo viaggio dell’umanità, che ormai trascende i limiti fisici che esistevano in quella che sembra un’era remota. Tuttavia, ci sarà un nuovo collegamento tra quel passato e la fine del tempo.

Il segno dei due mondi di Keith Laumer

Il romanzo “Il segno dei due mondi” (“A Trace of Memory”) di Keith Laumer è stato pubblicato per la prima volta nel 1962 a puntate sulla rivista “Amazing Stories” e nel 1963 come libro. In Italia è stato pubblicato da Mondadori nei nn. 337 e 691 di “Urania” e nel n. 102 dei “Classici Urania” nella traduzione di Bianca Russo e nel n. 236 di “Urania Collezione” in una nuova traduzione integrale di Fabio Feminò.

Quando Legion risponde a un’inserzione di lavoro, la sua speranza è di scroccare un pasto e un posto caldo dove dormire per una notte. Il misterioso ma ricco Foster sembra alla ricerca di una persona particolare e soprattutto si rivela un uomo decisamente fuori dal normale a cui manca una grossa parte delle memorie. Il fatto che abbia un libretto per gli appunto che sembra fatto di un materiale indistruttibile aggiunge un’altra stranezza.

Legion si ritrova coinvolto in una vicenda che diventa ancor più strana quando lui e Foster vengono attaccati da nemici sconosciuti e sono costretti a fuggire. Improvvisamente, Foster comincia a cambiare aspetto ringiovanendo notevolmente e allo stesso tempo perdendo la memoria.

Peter Straub nel 2009

È arrivata la notizia della morte dello scrittore Peter Straub, avvenuta il 4 settembre. Secondo le informazioni emerse, il decesso è avvenuto a causa di complicazioni che hanno seguito una frattura a un’anca.

Nel corso di decenni di carriera, Peter Straub ha ricevuto dieci premi Bram Stoker per le sue opere tra romanzi, racconti, antologie e un premio speciale alla carriera nel 2005. A questi si aggiungono tre premi World Fantasy per le sue opere e uno alla carriera, un premio speciale della International Horror Guild come leggenda vivente nel 2005 e il riconoscimento di World Horror Grandmaster nel 1997.

La notizia della morte di Peter Straub è stata data dalla figlia Emma. È stata seguita da un commento di Stephen King, che ha ricordato il collega e amico. Molte altre parole di stima sono arrivate da colleghi, critici e fan che hanno apprezzato le sue opere per decenni.