Doctor Who - Colony in Space

“Colony in Space” è un’avventura dell’ottava stagione della serie classica di “Doctor Who” trasmessa nel 1971. Segue “The Claws of Axos” ed è composta da sei parti, scritta da Malcolm Hulke e diretta da Michael Briant.

La storia

Tre Time Lord si incontrano per discutere del furto di file confidenziali che riguardano un’arma potentissima. Sono costretti ad ammettere che l’unico in grado di gestire una situazione del genere è il Dottore ma la missione richiede un viaggio nello spazio e in un’altra epoca perciò devono temporaneamente sospendere il suo esilio sulla Terra.

Il Terzo Dottore (Jon Pertwee) sta lavorando al Tardis quando esso si attiva e si smaterializza trasportando il Dottore e Jo Grant (Katy Manning), che vi era entrata, sul pianeta Uxarieus nel XXV secolo. Il Dottore si rende conto che sono stati i Time Lord a controllare il Tardis a distanza e deve capire perché l’abbiano inviato su quella che appare come una piccola colonia umana.

Ricostruzione di un Thylacoleo carnifex che attacca un Diprotodon (Immagine roman uchytel)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Paleobiology” descrive una ricerca sul Thylacoleo carnifex. Conosciuto comunemente come leone marsupiale, era un predatore nativo dell’Australia vissuto tra il periodo Paleocene e l’inizio del periodo Pleistocene, circa 50.000 anni fa. Christine Janis dell’Università di Bristol assieme a Borja Figueirido e Alberto Martín-Serra dell’Università di Malaga hanno esaminato i gomiti di quest’animale concludendo che aveva uno stile di caccia unico.

Il romanzo “La trasmigrazione di Timothy Archer” (“The Transmigration of Timothy Archer”) di Philip K. Dick è stato pubblicato per la prima volta nel 1982. In Italia è stato pubblicato da Interno Giallo / Mondadori all’interno de “La trilogia di Valis”, da Mondadori nel n. 232.1 di “Piccola Biblioteca Oscar” e da Fanucci nel n. 32 di “Collezione Dick” e all’interno de “La trilogia di Valis” nella traduzione di Vittorio Curtoni.

Il vescovo Timothy Archer ha idee decisamente poco ortodosse riguardo alla storia della cristianità e alla storia stessa di Gesù di Nazareth. La scoperta di rotoli Zadochiti fa sospettare che già due secoli prima ciò che gli viene attribuito fosse già predicato. Per scoprire la verità e l’anokhi di cui parlano i rotoli, Archer vuole andare in Israele a effettuare di persona una ricerca.

Angel, la nuora di Timothy Archer, è rimasta legata a lui anche dopo la morte di suo marito Jeff ma nel corso della sua vita ha già avuto vari problemi. Trovarsi in mezzo alla storia tra il vescovo e la sua segretaria Kirsten ed essere coinvolta nella ricerca religiosa dell’uomo diventano un ulteriore peso.

Marcatori di polso e dita nel topo (a sinistra) e nei raggi di una pinna in un pesce (a destra) (Immagine cortesia Shubin laboratory)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature” descrive una ricerca sull’evoluzione dalle pinne alle mani. Un team di scienziati coordinati dal paleontologo e biologo dello sviluppo Neil Shubin dell’Università di Chicago, nell’Illinois, ha utilizzato la tecnica di ingegneria genetica CRISPR-Cas9 per dimostrare che le stesse cellule che generano i raggi delle pinne dei pesci hanno un ruolo centrale nella formazione delle dita dei tetrapodi.

Il racconto “L’eterno addio” di Chen Qiufan è stato pubblicato per la prima volta nel 2013. In Italia è stato pubblicato da Mincione Edizioni in e-book nella collana “Future Fiction” nella traduzione di Alessandra Cristallini.

Wang Xiaochu ha un ictus che lo lascia paralizzato seppur ancora padrone delle sue facoltà mentali. Temporaneamente può comunicare tramite un’apparecchiatura apposita ma a causa di una rara condizione i suoi sensi cesseranno di funzionare uno alla volta. L’unica speranza è essere sottoposto a un intervento radicale ma in cambio dovrà tentare di comunicare con una creatura degli abissi talmente diversa da lui da essere praticamente un alieno.