Tecnologia

Blog che parlano di tecnologia, che si tratti di hardware, software, wetware o altro.

L'apprendimento automatico usato per creare nuovi polimeri

Un articolo pubblicato sulla rivista “npj Computational Materials” riporta i risultati dell’utilizzo di un algoritmo di apprendimento automatico (machine learning) nella ricerca di nuovi materiali. Un team di ricercatori ha usato un algoritmo specializzato nella progettazione molecolare addestrato per riconoscere candidati con certe proprietà. In questo modo hanno progettato polimeri ad alta conduttività termica, utilissimi da usare ad esempio nelle tecnologie mobili collegate al 5G.

Il chip di Neuralink (Immagine cortesia Neuralink)

In una presentazione tenuta ieri, Elon Musk ha illustrato i progressi compiuti da Neuralink riguardo alla creazione di un’interfaccia tra cervello umano e computer. Quando aveva cominciato a parlare di progetti di questo tipo l’aveva chiamata “trina neurale” (neural lace), un’idea presa dalla fantascienza. Ora però sono stati costruiti i primi prototipi di impianti e l’azienda sembra pronta per cominciare test su esseri umani dato che sta compiendo i passi necessari a ottenere l’approvazione richiesta per compierli.

Concetto artistico di nanosonda che si connette a un neurone (Immagine cortesia Lieber Group, Harvard University)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature Nanotechnology” riporta la creazione di gruppi di nanosonde abbastanza piccole da poter registrare il lavoro interno di cellule cardiache e neuroni primari. Un team di ricercatori delle Università del Surrey e di Harvard hanno prodotto nanosonde composte da transistor a effetto di campo basati su nanofili a forma di U. La possibilità di misurare segnali intracellulari offre nuove possibilità in campo medico ma anche di sviluppi tecnologici legati a interfacce uomo-macchina.

Annunciati i vincitori dell’iniziativa Shell Ocean Discovery XPRIZE

Il progetto Shell Ocean Discovery XPRIZE ha annunciato i suoi vincitori nel corso di una cerimonia tenuta al Museo Oceanografico di Monaco, parte dell’Istituto Oceanografico. L’iniziativa era stata annunciata nel dicembre 2015 da Peter Diamandis, presidente e amministratore delegato di XPRIZE, allo scopo di sostenere lo sviluppo di tecnologie di esplorazione degli oceani. Un premio di bonus da un milione di dollari è stato assegnato dalla NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration) americana.

Albert Einstein nel 1947

“Pensa come Albert Einstein – Giochi e attività per il cervello”, a cura di Carlo Calzan e Sonia Scalco, è un piccolo manuale ideato per un pubblico di giovanissimi che può rivelarsi sorprendentemente utile anche per chi piccolo non lo è più: seguendo il metodo scientifico e ripercorrendo le tappe le principali tappe della vita di Einstein, il libro ci insegna infatti ad allenare il cervello per vedere in maniera chiara e precisa il mondo che ci circonda. Una lettura ideale da integrare con gli scritti del celebre scienziato, già da qualche anno disponibili online.