Tecnologia

Blog che parlano di tecnologia, che si tratti di hardware, software, wetware o altro.

Televisore Philips 24PFS5603/12

Ho avuto la necessità di acquistare un nuovo televisore per mia mamma dopo che il suo si è guastato. La selezione è stata resa più complessa dalle limitazioni dello spazio in cui andava piazzato, letteralmente un angolo, oltre che da alcune esigenze di mia mamma. Erano anni che non mi interessavo delle uscite di nuovi modelli di televisori perciò la mia ricerca è stata piuttosto lunga ma alla fine ho acquistato un televisore Philips modello 24PFS5603/12.

Reti neurali per predire la massa dei pianeti in formazione

Un articolo pubblicato sulla rivista “Astronomy and Astrophysics” mostra un esempio di utilizzo di una rete neurale e di un algoritmo di apprendimento profondo (deep learning) per ridurre i tempi per creare simulazioni della formazione di sistemi stellari ottenendo anche risultati migliori. Yann Alibert del NCCR PlanetS e dell’Università svizzera di Berna e Julia Venturini dell’International Space Science Institute (ISSI) di Berna e associata di PlanetS hanno sviluppato questo nuovo sistema che prevede la massa di un pianeta partendo dalle condizioni in cui si forma con un’eccellente accuratezza e una velocità molto più elevata dei modelli basati su equazioni differenziali.

Una tecnologia creata per la fisica delle particelle è ora impiegata nel campo dell'arte

Una tecnologia sviluppata dal CERN per creare rivelatori in grado di effettuare il conteggio e il tracciamento di particelle usata anche dall’ESA in missioni spaziali ha trovato un’applicazione ben diversa nel campo dell’arte. InsightART, un’azienda aperta a Praga, nella repubblica ceca, nel Business Incubation Centre (BIC) dell’ESA, ha adattato un chip basato su quella tecnologia chiamato Timepix a un’apparecchiatura per scovare opere d’arte false e non attribuite correttamente.

IBM Q System One (Foto cortesia International Business Machines Corporation. Tutti i diritti riservati)

Al CES l’IBM ha annunciato il suo primo computer quantistico commerciale a 20 qubit chiamato IBM Q System One e l’IBM Q Quantum Computation Center per i propri clienti commerciali. Da diversi anni IBM stava sviluppando i propri sistemi quantistici IBM Q, anche grazie a test condotti permettendone ai clienti l’accesso via cloud e offrendo la possibilità di sviluppare applicazioni apposite, ora ha annunciato un sistema dichiarando un’affidabilità paragonabile a quella di un mainframe classico.

Apparecchiature di PulChron (Foto cortesia ESA)

L’ESA ha cominciato a sperimentare un nuovo tipo di orologio chiamato PulChron basato sulle pulsar. Attivato alla fine del novembre 2018, questo sistema si basa sugli impulsi generati da queste stelle di neutroni che ruotano molto rapidamente su se stesse in tempi estremamente precisi. 18 pulsar monitorate con vari radiotelescopi sono state usate per le misurazioni, che offrono riferimenti temporali estremamente precisi per vari scopi come verificare le prestazioni dei satelliti del sistema di navigazione europeo Galileo.