Tecnologia

Blog che parlano di tecnologia, che si tratti di hardware, software, wetware o altro.

Dan Schulman nel 2013

PayPal ha annunciato che dal 2021 supporterà i pagamenti tramite alcune criptovalute, che nella fase iniziale saranno Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH), Bitcoin Cash (BCH) e Litecoin (LTC). Per integrare questa nuova gestione nei suoi sistemi, per la parte legale ha ottenuto una licenza condizionale per le criptovalute, quella conosciuta come BitLicense, dal Dipartimento dei Servizi Finanziari dello Stato di New York e per la parte tecnica ha siglato un’intesa con Paxos, noto fornitore di servizi e prodotti legati alle criptovalute. Inizialmente, questo nuovo supporto sarà limitato ai clienti negli USA ma PayPal conta di estenderli ad altre nazioni nel corso dell’anno.

La home page di BitMEX

I fondatori di BitMEX, nota piattaforma di trading di criptovalute, sono stati formalmente accusati di violazione delle norme antiriciclaggio degli USA. Uno di essi, Samuel Reed, è stato già arrestato mentre Arthur Hayes, Ben Delo e Gregory Dwyer sono ricercati. In effetti, le accuse sono molteplici perché BitMEX è anche accusata di operare negli USA senza l’autorizzazione della CFTC (Commodity Futures Trading Commission). In agosto, BitMEX aveva annunciato l’introduzione di procedure di verifica dell’identità degli operatori ma evidentemente è stato troppo poco e troppo tardi.

La home page del sito web di TikTok

Il governo degli USA ha annunciato che i social TikTok e WeChat saranno banditi negli USA a partire dal 20 settembre. È un altro passo dell’amministrazione del presidente Donald Trump nello scontro con i social media cinesi, accusati di spiare i cittadini americani. In particolare, la situazione di TikTok è complicata perché nei giorni scorsi era arrivata la notizia di una partnership con Oracle che però non aveva soddisfatto la Casa Bianca, che pretende la vendita del social a un’azienda americana. Il Ministero del Commercio cinese ha accusato gli USA di bullismo. Dietro questo scontro c’è il problema del controllo delle attività degli utenti, il motivo per cui alcuni social americani sono banditi in Cina.

L'amministratore delegato di Arm Simon Segars

L’azienda leader nel campo dei processori per schede grafiche NVIDIA ha raggiunto un accordo per acquistare l’azienda britannica di microprocessori Arm Ltd. dalla holding giapponese delle telecomunicazioni SoftBank Group Corp. pagando 12 miliardi di dollari in contanti e 21,5 miliardi di dollari in azioni. L’accordo prevede ulteriori 5 miliardi di dollari che SoftBank potrebbe ricevere in certe condizioni e 1,5 miliardi di dollari per i dipendenti di Arm per un totale di 40 miliardi di dollari. L’operazione dovrebbe chiudersi in 18 mesi.

Elon Musk con il robot chirurgo (Immagine cortesia Neuralink)

In una presentazione tenuta ieri, Elon Musk ha aggiornato il pubblico sui lavori di Neuralink alla creazione di un’interfaccia tra cervello umano e computer. Nel luglio 2019, l’imprenditore aveva mostrato un prototipo annunciando che l’azienda stava per cominciare i test su esseri umani. In realtà l’impianto neurale è stato riprogettato e testato su maiali, inclusi nella dimostrazione. Neuralink sta lavorando per cominciare test su esseri umani di questa nuova versione.