Tecnologia

Blog che parlano di tecnologia, che si tratti di hardware, software, wetware o altro.

Il logo di Ethereum

Ethereum è ormai una piattaforma per una criptovaluta ben conosciuta ma fuori dal mondo della blockchain, la tecnologia dietro le criptovalute, Bitcoin rimane quella decisamente più celebre. Tuttavia, la crescita delle transazioni in Ether (ETH) di questo periodo ha portato Ethereum a diventare la piattaforma blockchain più usata nei giorni scorsi, superando Bitcoin. Ciò non significa che il valore di Ether abbia superato il proprio record e anzi è ancora lontano dai valori massimi. Per Ethereum è un periodo importante anche perché all’inizio di agosto comincerà una fase pubblica di test della versione 2.0.

Inserti in carburo cementato su una lama circolare da legno di una troncatrice (Foto Basilicofresco)

La pandemia Covid-19 ha fermato o almeno rallentato i lavori in molte industrie con una serie di conseguenze e ramificazioni. La chiusura, che si spera solo temporanea, di una fabbrica è un evento ben visibile ma dietro ci possono essere altri eventi legati ad esso e meno visibili. Ad esempio, ci sono materiali importanti in parecchie industrie diverse come il carburo di tungsteno e il nitruro di silicio: nel loro caso, ci sono problemi legati alla produzione e alla distribuzione ma c’è anche il problema riguardante la ricerca legata alle loro prestazioni e all’espansione delle loro applicazioni.

Una parte del supercomputer Fugaku (Foto cortesia RIKEN Center for Computational Science (R-CCS))

Il supercomputer giapponese Fugaku è stato incoronato nuovo re della classifica Top 500 superando Summit, che deteneva il titolo da due anni. Fugaku ha prestazioni quasi triple rispetto al suo predecessore con una potenza di calcolo di 415,5 Petaflops contro 148,6 per un picco teorico di 513,8 Petaflops contro 200,8. Come è da molto tempo comune per i re dei supercomputer, usa il sistema operativo Linux, nel caso specifico la distribuzione Red Hat Enterprise Linux 8. Una novità interessante è che Fugaku è il primo re dei supercomputer basato su architettura ARM essendo costruito attorno a processori A64FX 48C a 2.2GHz. Nella classifica Top 500 solo altri tre supercomputer sono basati su architettura ARM.

Il robot Solo 8 (Foto cortesia Open Dynamic Robot Initiative)

Un articolo accettato per la pubblicazione sulla rivista “Robotics and Automation Letters” descrive il progetto di un robot quadrupede a basso costo e reso disponibile su GitHub sotto la licenza libera / open source BSD a 3 clausole essendo stato sviluppato sotto l’egida della Open Dynamic Robot Initiative. Un team di ricercatori guidato da Ludovic Righetti del Max Planck Institute for Intelligent Systems (MPI-IS) di Tubinga e Stoccarda, in Germania, ha progettato il robot chiamato Solo 8 usando componenti come motori a controllo di coppia e attuatori reperibili nei negozi e componenti le cui istruzioni per la stampa 3D sono disponibili assieme al progetto. Ciò ha reso possibile costruire un Solo 8 a un costo dei componenti attorno ai 4.000 Euro, ancora elevato ma meno di un decimo di altri robot con capacità equivalenti nel compiere azioni sofisticate. La licenza libera permetterà ad altri di sviluppare ulteriormente il progetto.

GW-BASIC

Microsoft ha annunciato il rilascio dei sorgenti di GW-BASIC, il linguaggio di programmazione che era parte del sistema operativo MS-DOS fino alla versione 4. Essi sono stati resi disponibili sul sito GitHub sotto la licenza libera / open source MIT. Microsoft non accetterà richieste di modifiche inviate tramite il sistema di GitHub ma chiunque potrà liberamente non solo andare a leggersi il codice assembly ma anche sperimentarci, probabilmente ricorrendo a una macchina virtuale. I sorgenti pubblicati risalgono al 10 febbraio 1983 e, come per le versioni 1.25 e 2.0 del sistema operativo MS-DOS rilasciate nel settembre 2018, ciò è stato fatto per motivi storici e didattici.