Tecnologia

Schermata di Movavi Photo Editor

Webmaster, blogger ma anche altre persone possono aver bisogno di programmi per effettuare vari tipi di elaborazione su fotografie. Ci sono soluzioni blasonate che però sono costose e pesanti ma per le esigenze della maggioranza degli utenti ci sono alternative molto più leggere. Mi è stato segnalato Movavi Photo Editor.

Galassie fotografate grazie a lenti gravitazionali (Immagine Yashar Hezaveh/Laurence Perreault Levasseur/Phil Marshall/Stanford/SLAC National Accelerator Laboratory; NASA/ESA)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature” descrive l’applicazione di reti neurali alle lenti gravitazionali. Un team di ricercatori ha ridotto da qualche settimana a pochi secondi il tempo necessario ad analizzare le complesse distorsioni spaziali in immagini catturate grazie a lenti gravitazionali. Ciò potrebbe facilitare enormemente questo tipo di lavoro con grandi vantaggi per molte ricerche astronomiche.

Glass Enterprise Edition (Immagine cortesia Google)

Nel corso di questa settimana è stato annunciato un nuovo lancio degli occhiali a realtà aumentata chiamati in origine Google Glass. Annunciati per la prima volta all’inizio dell’aprile 2012, dopo una fase di test sembravano essersi trasformati in uno dei più grossi flop nel campo della tecnologia. La nuova versione però si chiama Glass Enterprise Edition, infatti si tratta di un prodotto aziendale che può essere utile in ambienti in cui cercare informazioni mentre le mani sono occupate senza interrompere il proprio lavoro può costituire un notevole aiuto.

Lo schema del chip 3D (Immagine cortesia Stanford e MIT)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature” descrive la creazione di una nuova architettura per computer di prossima generazione. Un team dell’Università di Stanford e del MIT guidati da Max Shulaker, assistente professore al MIT, ha usato tecnologie ancora sperimentali come nanotubi di carbonio e RRAM per creare un prototipo di chip tridimensionale che combina le CPU e la RAM degli attuali computer con velocità molto maggiori nel processare i dati e allo stesso tempo consumi molto inferiori.

Le holding giapponese delle telecomunicazioni SoftBank Group Corp. ha annunciato di aver raggiunto un accordo con Alphabet Inc., la holding di cui fa parte Google, per acquistare i produttori di robot Boston Dynamics e Schaft per una cifra che non è stata rivelata. Google aveva acquistato le due aziende nel dicembre 2013 come parte di una serie di acquisizioni nel campo della robotica e dell’intelligenza artificiale ma qualcosa non è andato bene nei piani, che sono stati modificati.