Tecnologia

Il prototipo di The Machine (Foto cortesia HPE. Tutti i diritti riservati)

Hewlett Packard Enterprise (HPE) ha presentato il prototipo di “The Machine”, il computer del futuro annunciato nel giugno 2014. Si tratta di un computer “single-memory” e ciò significa che supera la divisione tra RAM e memoria di massa con i suoi 160 TB (TeraByte) di memoria, una quantità superiore a quella dei server. Tuttavia, non si tratta di memristori, la tecnologia in fase di sviluppo che dovrebbe combinare al meglio i vantaggi di RAM e memoria di massa.

Il Wall Street Journal ha riportato il lancio di Neuralink, la nuova azienda di Elon Musk. L’instancabile fondatore e amministratore delegato di SpaceX e Tesla Motors ha aperto un’altra azienda per sviluppare una tecnologia che permetta di collegare direttamente il cervello umano a un computer. Neuralink è stata registrata come azienda di ricerca medica perché il progetto non è solo in chiave transumanista ma ha anche l’obiettivo di sviluppare cure per problemi neurologici.

Intel Optane SSD DC P4800X (Immagine cortesia Intel)

Intel ha comunicato la disponibilità del primo prodotto della nuova generazione di SSD basato sulla tecnologia 3D XPoint annunciata circa due anni fa e sviluppata assieme a Micron. L’Optane SSD DC P4800X ha una capacità di 375 GB e promette prestazioni molto superiori agli SSD basati sulla tecnologia NAND flash, tanto da poter essere usato anche come RAM. Tutto ciò a un prezzo decisamente elevato dato che il prodotto è stato annunciato in vendita a 1.520 dollari.

Schermata del sito web "Backyard Worlds: Planet 9"

La nuova iniziativa “Backyard Worlds: Planet 9” di NASA e varie istituzioni americane assieme alla piattaforma Zooniverse è stata annunciata per permettere a chiunque sia connesso a Internet di partecipare alla ricerca del nono pianeta del sistema solare. Potete collegarvi al sito web del progetto, esaminare immagini catturare dal telescopio spaziale WISE e segnalare eventuali oggetti in movimento.

Il progetto Shell Ocean Discovery XPRIZE ha annunciato i 21 team che parteciperanno alle semifinali tra i 32 che si sono iscritti alla competizione entro la fine di settembre 2016. L’iniziativa era stata annunciata nel dicembre 2015 da Peter Diamandis, presidente e amministratore delegato di XPRIZE allo scopo di sostenere lo sviluppo di tecnologie di esplorazione degli oceani. Il primo turno di test per i semifinalisti è previsto per agosto-settembre 2017.