Tecnologia

MS-DOS 6

Microsoft ha annunciato il rilascio dei sorgenti delle versioni 1.25 e 2.0 del proprio sistema operativo MS-DOS, che sono stati resi disponibili sul sito GitHub, sotto la licenza libera / open source MIT. Nel 2014 quegli stessi sorgenti erano stati rilasciati al Computer History Museum ma con una licenza restrittiva, per pur motivi storici. Le versioni rilasciate sono vecchissime e Microsoft non accetterà richieste di modifiche inviate tramite il sistema di GitHub ma chiunque potrà liberamente non solo andare a leggersi il codice assembly ma anche sperimentarci, magari su una macchina virtuale.

Alcuni aerogeneratori di Walney Extension (Foto cortesia Walney Extension)

Nei giorni scorsi è stato inaugurato il più grande parco eolico del mondo del tipo off-shore al largo dell’Irlanda. Chiamato Walney Extension, è un progetto della danese Ørsted capace di generare fino a 659 MWatt per fornire elettricità per oltre 590.000 case. Questo parco eolico ha battuto il primato di un altro impianto britannico, il London Array, che può generare fino a 630 MWatt.

Cellule cerebrali di topo

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature Communications” descrive una nuova tecnisa sviluppata per ottenere immagini molto dettagliate in scale piccolissime di ciò che avviene all’interno di cellule viventi. Un team di ricercatori ha combinato l’uso di acqua pesante come tracciante con la tecnica conosciuta come scattering Raman stimolato per riuscire a ottenere immagini di attività metaboliche. L’idea è di utilizzarlo a fini medici, completando altri esami, e di ricerca biologica.

Il quadricottero DJI Inspire 1 (Immagine cortesia DJI)

La città messicana di Ensenada è diventata famosa negli ultimi giorni perché la polizia locale ha dichiarato di aver potuto arrestare oltre 500 criminali grazie all’uso di un drone negli ultimi 4 mesi. Secondo le statistiche riportate, ciò ha permesso di ottenere un calo di crimini di oltre il 10% complessivo e in particolare del 30% nel caso dei furti.

Vista di Summit

IBM e l’Oak Ridge National Laboratory (ORNL) del Dipartimento dell’Energia americano hanno annunciato il supercomputer Summit affermando che si tratta del più veloce al mondo. Le prestazioni di picco sono dichiarate in 200 petaflop, che sono otto volte quelle del precedente supercomputer dell’ORNL, chiamato Titan, attivato nell’ottobre 2012 e per qualche mese il più potente della sua categoria. Si tratta di un sistema pensato per applicazioni scientifiche con un occhio di riguardo all’intelligenza artificiale.