Urania

Blog che parlano della collana Urania

Il romanzo breve “Il feticcio rubato” (“Hottentots”) di Paul Di Filippo è stato pubblicato per la prima volta nel 1995 all’interno dell’antologia “Steampunk”, conosciuta anche come “La trilogia Steampunk” (The Steampunk Trilogy). In Italia l’antologia è stata pubblicata come “Steampunk” dall’Editrice Nord nel n. 268 di “Cosmo Argento” e nel n. 45 di “Tascabil Fantascienza” nella traduzione di Maria Cristina Pietri e come “La trilogia Steampunk” da Delos Books nel n. 51 di “Odissea Fantascienza” e da Mondadori nel n. 187 di “Urania Collezione” nella traduzione di Salvatore Proietti.

Il naturalista Louis Agassiz è costretto a collaborare con Jacob Cezar e Dottie, la figlia della “Venere Ottentotta” per trovare un feticcio creato usando le parti intime di sua madre. Al feticcio è attribuita la capacità di evocare antiche divinità per scatenare un’apocalisse sulla Terra.

Radiazioni oscure di C.A. Higgins

Il romanzo “Radiazioni oscure” (“Radiate”) di C.A. Higgins è stato pubblicato per la prima volta nel 2017. È il terzo libro della trilogia Lightless e segue “Supernova”. In Italia è stato pubblicato da Mondadori nel n. 1657 di “Urania” nella traduzione di Lia Tomasich.

Ananke ha solo Althea Bastet, che considera sua madre, come compagnia ma vuole trovare Matthew, l’uomo le cui azioni hanno trasformato Ananke in un essere senziente artificiale. Althea aveva cercato di controllarla e la reazione di Ananke è stata quella di collegare il cervello biologico della donna ai sistemi dell’astronave.

Leontis “Ivan” Ivanov e Matthew “Mattie” Gale viaggiano nel sistema solare alla ricerca di Constance ma devono fare i conti con una rivoluzione che si è rapidamente frammentata dopo aver rovesciato il Sistema . Vari leader hanno le loro mire di potere su un singolo pianeta o di una singola luna e sono pronti a eliminare chi è rimasto fedele agli originali ideali rivoluzionari della Mallt-y-Nos.

Steampunk, conosciuta anche come La trilogia Steampunk, di Paul Di Filippo

Il romanzo breve “Vittoria” (“Victoria”) di Paul Di Filippo è stato pubblicato per la prima volta nel 1991. È stato pubblicato anche all’interno dell’antologia “Steampunk”, conosciuta anche come “La trilogia Steampunk” (The Steampunk Trilogy). In Italia l’antologia è stata pubblicata come “Steampunk” dall’Editrice Nord nel n. 268 di “Cosmo Argento” e nel n. 45 di “Tascabil Fantascienza” nella traduzione di Maria Cristina Pietri e come “La trilogia Steampunk” da Delos Books nel n. 51 di “Odissea Fantascienza” e da Mondadori nel n. 187 di “Urania Collezione” nella traduzione di Salvatore Proietti.

Cosmo Cowperthwait ha condotto vari esperimenti sui tritoni finendo per ottenerne uno dall’aspetto umano che ha una curiosa somiglianza con la regina Vittoria. È il motivo per cui il Primo Ministro britannico William Lamb gli chiede aiuto: la regina è scomparsa, nessuno riesce a trovarla e il tritone è l’unica sosia disponibile. Lo scienziato accetta di aiutare la sua patria ma la finta regina ha un appetito sessuale insaziabile e ciò rappresenta un notevole problema.

Luna nuova di Ian McDonald (edizione britannica)

Il romanzo “Luna nuova” (“Luna: New Moon”) di Ian McDonald è stato pubblicato per la prima volta nel 2015. È il primo romanzo della serie Luna. In Italia è stato pubblicato da Mondadori nel n. 3 di “Urania Jumbo” nella traduzione di Lia Tomasich.

Lucasinho Corta e altri adolescenti completano un rito di passaggio sopravvivendo a una corsa nel vuoto sulla superficie lunare. Per celebrare l’impresa, la sua famiglia tiene una festa a cui partecipano rappresentanti di tutti i “Cinque Draghi”, le famiglie più importanti della Luna. Durante la festa, qualcuno tenta di uccidere Rafa Corta, l’erede della famiglia, e l’attentato fallisce grazie all’intervento di una dipendente, Marina Calzaghe.

Mentre la famiglia Corta tenta di scoprire l’autore dell’attentato, Lucasinho scappa di casa mentre Marina Calzaghe rimane invischiata negli intrighi dei Cinque Draghi. Adriana Corta, la matriarca della famiglia, sta morendo e deve pensare a lasciare un futuro stabile con possibili alleanze con altre famiglie cercando di evitare il rischio che le rivalità sfocino in una guerra.

Nessun domani di Nancy Kress

Il romanzo “Nessun domani” (“Tomorrow’s Kin”) di Nancy Kress è stato pubblicato per la prima volta nel 2017. È il primo libro della trilogia Yesterday’s Kin. In Italia è stato pubblicato da Mondadori nel n. 1656 di “Urania” nella traduzione di Lia Tomasich.

La dottoressa Marianne Jenner sta celebrando la pubblicazione di un articolo scientifico riguardante una rara mutazione nel DNA mitocondriale umano quando agenti dell’FBI irrompono per chiederle con cortesia ma anche con grande fermezza di venire con loro a New York. L’unica spiegazione che ottiene è che la sua presenza è stata richiesta dagli alieni arrivato qualche tempo prima sulla Terra.

Coinvolta nel primo incontro faccia a faccia con gli alieni, Marianne Jenner sente direttamente da loro che una nube cosmica che contiene un virus letale si sta dirigendo verso la Terra. Il virus ha già sterminato due colonie aliene che hanno attraversato la nube perciò i Deneb, come gli alieni sono stati chiamati perché provengono dalla direzione della stella con quel nome, e i terrestri devono lavorare assieme per creare un vaccino.