Recensioni

Blog recensioni

Dead of Winter di James Goss

Il romanzo “L’inverno dei morti” (“Dead of Winter”) di James Goss è stato pubblicato per la prima volta nel 2011. In Italia è stato pubblicato da Asengard nella traduzione di Luca Tarenzi.

Il Tardis compie un atterraggio violento che causa un incendio. L’Undicesimo Dottore, Amy e Rory vengono trovati e portati in una clinica a St Christophe nel 1783 in stato confusionale. Il dottor Bloom, che dirige la clinica, cerca di aiutarli a recuperare la memoria e qualche progresso arriva quando uno dei due uomini dice di essere il dottor Smith mentre l’altro dice di essere il signor Pond e che Amy è sua moglie.

I pazienti della clinica includono nobili di varie nazionalità e Maria, una bambina francese lasciata dalla madre alle cure del dottor Bloom e di sua moglie Perdita. Anche ricordando ben poco, i viaggiatori cominciano a notare stranezze come cure per la tubercolosi che non esistevano all’epoca. La clinica è sulla costa e sulla spiaggia vengono riportati strani eventi con enigmatiche apparizioni.

Timewise di Robert Leet

Il romanzo “Timewise” di Robert Leet è stato pubblicato per la prima volta nel 2017. È inedito in Italia.

Ron Larsen è solo un ragazzino quando incontra per la prima volta Regina Russo, un’insegnante di fisica che sta portando avanti alcune ricerche nel campo della fisica quantistica. Quando lei gli parla dell’ipotesi che la consapevolezza generi il tempo e di altre sue speculazioni sull’argomento, per lui è sufficiente a indirizzarlo verso la fisica e qualche anno dopo Regina diventa il mentore di Ron.

Nonostante i suoi studi, Ron Larsen non è particolarmente interessato alla ricerca scientifica. Cercando di guadagnare qualche soldo giocando a poker, finisce per usare le sue conoscenze di matematica per tutt’altri scopi. La conseguenza è che comincia a lavorare ad applicazioni matematiche nel campo della finanza ma è solo questione di tempo prima che si trovi attratto nuovamente verso gli studi sul tempo condotti da Regina, la quale ha cominciato anche a compiere esperimenti.

Saru (Doug Jones) e Sylvia Tilly (Mary Wiseman) in Lontano da casa (Immagine cortesia CBS / Netflix)

“Lontano da casa” (“Far From Home”) è il secondo episodio della terza stagione della serie “Star Trek: Discovery” e segue “Quella speranza sei tu, parte 1”.

La USS Discovery esce dal wormhole e si trova in mezzo ad asteroidi riportando ulteriori danni per poi precipitare su un pianeta vicino. I sistemi di bordo permettono a malapena di mantenere il supporto vitale e vanno riparati al più presto. Saru (Doug Jones) e Sylvia Tilly (Mary Wiseman) si incamminano verso un’area abitata sperando di trovare assistenza.

A closed and common orbit. L'orbita ordinaria di Becky Chambers

Il romanzo “A closed and common orbit. L’orbita ordinaria” (“A Closed and Common Orbit”) di Becky Chambers è stato pubblicato per la prima volta nel 2016. È il secondo libro della serie Wayfarers e segue “The Long Way. Il lungo viaggio”. In Italia è stato pubblicato da Fanucci in “Narrativa” nella traduzione di Giorgia De Santis.

Sidra è una creatura fuorilegge dato che è un’intelligenza artificiale in un corpo androide. Pepper, che assieme al suo amico Blue è riuscita a ottenere quel risultato, si impegna nell’aiutare Sidra ad adattarsi a una situazione ben diversa rispetto al suo lavoro come intelligenza artificiale di un’astronave. Si tratta di un processo difficile anche se sul suo sentiero Sidra trova nuovi amici.

Jane 23 è una bambina usata assieme a tante altre come lei per compiere vari lavori. Un giorno un’esplosione nella fabbrica in cui vive e lavora sconvolge la sua vita rivelando che esiste qualcosa al suo esterno. Pur spaventata, fugge approfittando del fatto che i robot che gestiscono i lavori non escono dalla fabbrica e finisce per trovare uno shuttle abbandonato dove c’è un’intelligenza artificiale ancora funzionante.

Book (David Ajala) in Quella speranza sei tu, parte 1 (Immagine cortesia CBS / Netflix)

“Quella speranza sei tu, parte 1” (“That Hope Is You, Part 1”) è il primo episodio della terza stagione della serie “Star Trek: Discovery”, che riprende dopo “Un dolore così dolce: Parte 2”.

Michael Burnham (Sonequa Martin-Green) esce dal wormhole e finisce in mezzo a relitti spaziali mentre c’è uno scontro tra due astronavi. Precipita su un pianeta vicino assieme a una delle due astronavi, guidata da Book (David Ajala). Scopre di essere nell’anno 3188, che la Federazione è collassata e non c’è traccia della USS Discovery, che era la sua unica speranza di non essere completamente persa in un luogo e in un tempo che non sono i suoi.