Recensioni

Blog recensioni

Michael Burnham (Sonequa Martin-Green) e Saru (Doug Jones) in Il rumore del tuono (Immagine cortesia CBS / Netflix)

“Il rumore del tuono” (“The Sounds of Thunder”) è il sesto episodio della seconda stagione della serie “Star Trek: Discovery” e segue “Santi dell’imperfezione”.

Un nuovo segnale collegato al mistero di quello che è stato chiamato Angelo Rosso viene rilevato dalla USS Discovery e proviene dal pianeta Kaminar, il mondo natale del comandante Saru (Doug Jones). Ciò porta a un confronto aperto con i misteriosi Ba’ul, l’altra specie senziente del pianeta, molto più avanzata tecnologicamente dei Kelpien.

Scontro finale di Ted Reynolds

Il romanzo “Scontro finale” (“The Tides of God”) di Ted Reynolds è stato pubblicato per la prima volta nel 1989. In Italia è stato pubblicato da Mondadori nei nn. 1121 e 1663 di “Urania” nella traduzione di G.L. Staffilano.

Una spedizione è partita dalla Terra su un’astronave ottenuta grazie a un accordo con i Kroceri, una specie aliena che collabora con gli esseri umani. Sono stati i Kroceri ad avvertire i terrestri del pericolo rappresentato da un’entità che si sta avvicinando al sistema solare e potrebbe avere un’influenza negativa sulle menti umane, come già è successo nel passato quando si era già avvicinata, quando alcuni popoli terrestri l’avevano chiamata Dio.

L’accordo con i Kroceri è stato preciso: hanno fornito un’astronave in grado di compiere viaggi interstellari ma gli umani devono uccidere l’entità. L’equipaggio è pronto a compiere la propria missione per impedire che una nuova età oscura colpisca la Terra a causa dell’irrazionalità provocata dal nemico negli umani ma quando l’astronave comincia ad avvicinarsi ad esso la sua influenza si insinua nelle menti degli umani a bordo.

Christopher Pike (Anson Mount), Philippa Georgiou (Michelle Yeoh) e Michael Burnham (Sonequa Martin-Green) in Santi dell'imperfezione (Immagine cortesia CBS / Netflix)

“Santi dell’imperfezione” (“Saints of Imperfection”) è il quinto episodio della seconda stagione della serie “Star Trek: Discovery” e segue “Un obolo per la Charon”.

Mentre Paul Stamets (Anthony Rapp) cerca di capire che fine abbia fatto il guardiamarina Sylvia Tilly (Mary Wiseman), la USS Discovery intercetta lo shuttle su cui Spock è in fuga ma quando alla fine riescono a bloccarlo l’equipaggio fa un incontro decisamente inaspettato.

Il racconto breve “Il ricordatore” (“The Memcordist”) di Lavie Tidhar è stato pubblicato per la prima volta nel 2012. In Italia è stato pubblicato da Future Fiction all’interno dell’antologia “Terminale Terra” nella traduzione di Rita Demaria.

Pym è un ricordatore e ciò significa che tutte le sue esperienze vengono registrate e trasmesse ai suoi follower. La Storia di Pym viene seguita da milioni di follower con i suoi viaggi in vari luoghi del sistema solare, fino alle lune di Plutone, prima con sua madre e poi quando viaggia per conto suo e in particolare durante la sua relazione con Joy.

Engine City di Ken MacLeod

Il romanzo “Engine City” (“Engine City”) di Ken MacLeod è stato pubblicato per la prima volta nel 2003. È il terzo libro della trilogia delle Macchine della Luce e segue “Luce nera”. In Italia è stato pubblicato da Mondadori nel n. 1549 di “Urania” e nel n. 193 di “Urania Collezione” nella traduzione di Marcello Iatosti.

Antichi cosmonauti hanno ridato agli esseri umani la possibilità di volare tra le stelle senza dover ricorrere ai servizi di sauri e kraken e sono riusciti anche a comunicare per conto loro con uno degli dei. Hanno anche ricevuto un avvertimento riguardante nemici che vogliono sconvolgere un equilibrio che esiste da un tempo lunghissimo.

Varie specie di ominidi sono state trasportate nella Seconda Sfera e hanno costruito nuove città su vari pianeti. Nova Babylonia è la più grande tra queste città e diventa il centro di una nuova serie di cambiamenti che seguono sia interventi umani che quelli di una nuova specie aliena che sembra avere molto da offrire.