Richard Feynman nacque 100 anni fa

Richard Feynman
Richard Feynman

Richard Phillips Feynman (foto ©The Nobel Foundation) nacque l’11 maggio 1918 a New York, negli USA. Suo padre stimolò la sua curiosità facendogli leggere testi scientifici e stimolandolo a pensare sulle cose. Era ancora ragazzino quando cominciò a comportarsi allo stesso modo con la sorella minore, nata nel 1927, che da grande divenne un’astrofisica.

Quando andò a studiare al Massachusetts Institute of Technology, Richard Feynman aveva già studiato da sé vari argomenti di matematica avanzata. Inizialmente all’università studiò matematica ma ben presto gli sembrò troppo astratta e decise di passare all’ingegneria elettronica per poi cambiare nuovamente idea e passare alla fisica. Dopo essersi laureato nel 1939 conseguì un dottorato a Princeton nel 1943.

Già nel 1941 Richard Feynman venne coinvolto nel Progetto Manhattan. Fu un periodo complicato della sua vita perché nel 1942 si sposò per la prima volta ma sua moglie Arline era già gravemente malata di tubercolosi e morì nel 1945, lasciando al marito un grande vuoto assieme a sentimenti contrastanti dopo l’uso di bombe atomiche sul Giappone. Nel 1946 morì anche suo padre e Feynman, che nel frattempo era diventato insegnante alla Cornell University, si gettò nel lavoro, anche a problemi di fisica teorica.

Nel corso degli anni, Richard Feynman sviluppò gli strumenti matematici che gli permisero di arrivare all’elettrodinamica quantistica, la teoria per la quale nel 1965 gli venne assegnato il premio Nobel per la fisica. Tuttavia, quegli anni furono caotici tra un nuovo matrimonio che durò solo alcuni anni, il passaggio al corpo docente del Caltech con lezioni che vennero poi raccolte in vari volumi e problemi nel mondo della fisica dovuti alla caccia alle streghe degli anni del maccartismo.

Nonostante tutto, Richard Feynman continuò sia la sua attività di insegnante che quella di ricercatore per sviluppare ulteriormente la meccanica quantistica. Nel corso degli anni ricevette una serie di premi nazionali e internazionali fino alla National Medal of Science nel 1979.

Nel 1978 a Richard Feynman venne diagnosticato un liposarcoma e dovette cominciare una serie di cure. Nonostante i seri problemi di salute, continuò la sua attività e nel 1986 divenne parte della commissione incaricata di indagare sulle cause del disastro dello Space Shuttle Challenger.

Richard Feynman morì il 15 febbraio 1988 lasciando un’eredità notevole nel campo scientifico per i suoi contributi e anche come divulgatore. Negli anni successivi è stato ricordato in vari modi con omaggi, biografie, nuove edizioni dei suoi scritti autobiografici e molto altro.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *