Nella pioggia di Antonio Lanzetta

Nella pioggia di Antonio Lanzetta
Nella pioggia di Antonio Lanzetta

Il racconto breve “Nella pioggia” di Antonio Lanzetta è stato pubblicato per la prima volta nel 2015 e in una nuova edizione nel 2023.

Nicola Peluso e suo fratello Matteo si erano allontanati l’uno dall’altro anni prima ma quando gli viene comunicato che è stato ucciso, corre al loro paese natale, dove Matteo era tornato dopo molto tempo. I carabinieri hanno un sospettato per l’omicidio, un criminale locale che i Peluso conoscono fin dai tempi della scuola, ma per Nicola qualcosa non quadra e vuole capire quale sia la verità.

Nel 2015, quando il “Nella pioggia” fu finalista alla 42esima Edizione del Premio Gran Giallo di Cattolica, Antonio Lanzetta aveva già anni di esperienza come scrittore ma non si era ancora affermato nel campo del thriller.

In poche pagine, Antonio Lanzetta sviluppa il giallo della morte dello scrittore Matteo Peluso. Attraverso dettagli sparsi qua e là durante l’indagine di suo fratello Nicola, il lettore può capire la storia della famiglia Peluso con vari segreti che emergono nel corso del racconto.

Il paese natale dei fratelli Peluso è un luogo in cui c’è qualche mela marcia come Ciro Rizzo, sospettato dell’omicidio di Matteo, ma sembra abitato soprattutto da brave persone. È l’apparenza di un paese abbastanza tranquillo in cui un omicidio è un evento decisamente fuori dal normale.

Quando Nicola Peluso decide di indagare sull’omicidio del fratello, comincia a far luce sui motivi che avevano portato Matteo a tornare al paese natale anni dopo averlo lasciato per diventare uno scrittore. Anche in questo caso, Antonio Lanzetta descrive una realtà complessa e oscura attraverso qualche dettaglio riuscendo a coinvolgere il lettore.

“Nella pioggia” è un breve giallo che mostra i toni cupi a cui l’autore ci ha abituati negli anni successivi con i suoi thriller pieni di elementi anche brutali. È una lettura rapida e intensa che consiglio agli appassionati di questo genere. I proventi delle vendite del racconto saranno utilizzati per sostenere la colonia felina “I Gatti di Ulthar” di cui l’autore, Antonio Lanzetta, è tutore. Pensateci!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *