Biologia

Varie viste di un esemplare di Dolichogenidea xenomorph (Immagine cortesia Erinn Fagan-Jeffries)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Journal of Hymenoptera Research” descrive la scoperta di alcune nuove specie di vespe parassitoidi dotate di ovopositori particolarmente lunghi. La più interessante è stata chiamata Dolichogenidea xenomorph, un nome suggerito dal ciclo vitale davvero cruento in cui l’ovopositore a forma di ago viene usato per iniettare le uova in un ospite e successivamente le larve lo divorano dall’interno finché non escono dal suo corpo, come lo xenomorfo visto nel film “Alien” e nei suoi seguiti.

Pandoravirus Quercus (Immagine cortesia IGS- CNRS/AMU)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature Communications” descrive una ricerca sui Pandoravirus, virus giganti che hanno suscitato perplessità tra gli scienziati fin dalla scoperta delle prime specie, annunciata nel 2013. Un team di ricercatori ha scoperto tre nuove specie appartenenti alla stessa famiglia e propone una spiegazione alla loro quantità di geni, davvero enorme per dei virus, sostenendo che sono essi stessi a crearli.

Marsarchaeota

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature Microbiology” riporta la scoperta di un nuovo gruppo di archei che è stato chiamato Marsarchaeota. Un team di microbiologi della Montana State University (MSU) ha scoperto questi microbi nel Parco Nazionale di Yellowstone, negli USA, in sorgenti termali dove temperatura e acidità sono elevate e il principale minerale è l’ossido di ferro. La loro scoperta potrebbe offrire nuove informazioni sulla loro evoluzione e in generale sull’origine della vita sulla Terra e sull’importanza del ferro nelle prime fasi della sua storia.

Illustrazione del sistema MAGESTIC (Immagine cortesia Kelly Irvine/NIST)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature Biotechnology” descrive un nuovo perfezionamento della tecnica genetica CRISPR-Cas9. Un team di ricercatori del Joint Institute of Metrology and Biology (JIMB) ha sviliuppato un sistema chiamato MAGESTIC che è stato paragonato alla funzione cerca-e-sostituisci di un word processor rispetto a uno strumento da taglio smussato.

Bodo saltans infettato dal virus

Un articolo pubblicato sulla rivista “eLife” descrive una ricerca su una specie di virus giganti chiamata virus del Bodo saltans, ritenuta parte del gruppo più abbondante presente nei mari. Il nome è dovuto al fatto che infetta una specie di plancton microscopico chiamata appunto Bodo saltans. Un team di ricercatori dell’Università della Columbia Britannica è riuscito a isolare questo virus, classificato come Klosneuvirus, un sottogruppo della famiglia Mimiviridae.