Letteratura

Forever Autumn di Mark Morris

Il romanzo “Forever Autumn” di Mark Morris è stato pubblicato per la prima volta nel 2007. inedito in Italia.

A Blackwood Falls, una cittadina del New England, gli abitanti si stanno preparando per Halloween. Rick Pirelli è arrivato a casa, accompagnato da due suoi amici che vanno alla stessa scuola superiore, quando notano una strana luce verde provenire da un vecchio albero nel giardino. Quando scavano alle radici dell’albero trovano uno strano libro scritto in un linguaggio sconosciuto che però uno dei ragazzini riesce a leggere prima che Rick glielo tolga di mano.

Il Decimo Dottore e Martha Jones arrivano a Blackwood Falls alla ricerca della fonte di un’emissione di energia. Mentre una strana nebbia verde sembra aver invaso la cittadina, i due viaggiatori raggiungono la residenza della famiglia Pirelli, dove il Dottore pensa che l’energia sia stata emessa dall’oggetto che era sepolto. A chi appartiene quello strano libro? Qual è il collegamento con l’anziana vicina che ha la reputazione di essere preveggente?

Philip J. Farmer nel 2002

Philip José Farmer nacque il 26 gennaio 1918 a Terre Haute, nell’Indiana, negli USA. È famoso soprattutto per vari cicli di fantascienza come dei fabbricanti di universi e quello del Mondo del Fiume ma anche per tante altre opere spesso controverse per i temi legati a sesso e religione.

Nell’ultima fase della carriera, Philip J. Farmer aveva perso molta della sua carica innovativa e iconoclasta ma a quel punto certi tabù erano stati eliminati dal mondo della fantascienza e parte del merito è sua. L’autore morì il 25 febbraio del 2009 lasciando un’importante eredità e non solo nel campo della fantascienza e del fantasy.

Ursula Le Guin nel 2008

Ci ha lasciati nella giornata di lunedi la scrittrice Ursula Le Guin. Le cause del decesso non sono state rivelate ma la sua salute si era deteriorata nel corso dello scorso anno. È stata una straordinaria scrittrice apprezzata soprattutto per le storie del ciclo fantasy di Earthsea e del ciclo di fantascienza dell’Ecumene, conosciuto anche come Ciclo hainita.

Ursula Le Guin è stata una scrittrice straordinaria per la sua capacità di creare mondi realistici anche nelle sue storie fantasy con personaggi di grande profondità. L’influenza di suo padre, un antropologo, l’ha portata a sviluppare storie in cui la cultura dei suoi mondi con le loro sfaccettature sociali e politiche erano molto importanti. I suoi punti di vista con un genuino femminismo e a volte anarchico, sono andati ben oltre tanti cliché di fantascienza e fantasy. È stata davvero una scrittrice importante ben oltre qualsiasi etichetta di genere.

Hull Zero Three di Greg Bear

Il romanzo “Hull Zero Three” di Greg Bear è stato pubblicato per la prima volta nel 2010. È inedito in Italia.

Un uomo si risveglia dal Sogno nudo, bagnato e infreddolito in un luogo che non gli è familiare. Una ragazzina gli spiega che lui è Insegnante e deve adattarsi rapidamente o morire. Frammenti di memoria emergono ma troppo poco e troppo lentamente per mettere fine alla sua confusione. La presenza di strane creature nei corridoi non rappresenta certo un aiuto.

Insegnante cerca di capire la sua situazione ma non sa quanto possano essere affidabili le informazioni che gli vengono fornite da altre persone che incontra. Mettendo assieme le varie informazioni, si rende conto che sta viaggiando su Nave ma non conosce la destinazione. Capisce che è successo qualcosa di grave e ricostruire quegli eventi potrebbe essere la chiave per la sopravvivenza di tutti gli umani a bordo.

Nancy Kress tra Delia Sherman ed Ellen Datlow

Nancy Anne Koningisor, questo è il suo nome di nascita, è nata il 20 gennaio 1948 a Buffalo, New York, negli USA. Nancy Kress ha cominciato la sua carriera di scrittrice nel 1976, inizialmente pubblicando racconti. I suoi primi romanzi sono stati di genere fantasy ma i suoi successi maggiori sono arrivati con le sue opere di fantascienza, dal ciclo dei Mendicanti fino ai più recenti romanzi e racconti.

Nel corso della sua carriera, Nancy Kress ha mostrato quanto possa essere labile la divisione tra fantascienza “hard” e “soft” scrivendo molte storie basate su concetti scientifici, spesso l’ingegneria genetica, usandoli per raccontare le conseguenze come quelle sulla società dei loro sviluppi. È una delle capacità che l’ha resa una scrittrice di grande valore apprezzata dal pubblico.