Google acquista il produttore di robot Boston Dynamics

Il robot Atlas di Boston Dynamics
Il robot Atlas di Boston Dynamics

Google ha confermato di aver acquistato Boston Dynamics, un’azienda specializzata nella costruzione di robot per uso civile ma anche per le forze armate americane. L’azienda sviluppa anche il software di simulazione umana DI-Guy. I robot progettati dall’azienda sono generalmente quadrupedi ma recentemente è stato sviluppato Petman, un altro progetto finanziato dalla DARPA che invece è bipede.

Boston Dynamics venne creata nel 1992 come spin-off del MIT (Massachusetts Institute of Technology) da Marc Raibert, che allora era un professore di quell’università. Nel corso degli anni, l’azienda è diventata famosa per i vari modelli di robot che riproducono i movimenti di animali ed esseri umani. Essi includono WildCat, BigDog e Cheetah, capace di correre più veloce dei migliori sprinter mondiali anche se non quanto un vero ghepardo.

Lavorando con la DARPA, Boston Dynamics partecipa con il robot umanoide Atlas, un’evoluzione del progetto Petman, alla Darpa Robotics Challenge. Si tratta di un concorso con un premio di 2 milioni di dollari il cui scopo è la creazione di robot in grado di lavorare in aree in cui è avvenuto un disastro naturale o altri gravi eventi come un incidente in una centrale nucleare.

Robot come Atlas hanno lo scopo di sostituire gli esseri umani in operazioni pericolose. Devono essere molto sofisticati perché non è sufficiente essere resistenti a radiazioni e altri pericoli ma devono essere in grado di compiere operazioni delicate come l’utilizzo di apparecchiature costruite per gli esseri umani.

La conferma dell’acquisizione di Boston Dynamics da parte di Google non ha fornito una spiegazione delle sue motivazioni. Anche pensando ad altri progetti dell’azienda di Mountain View riguardanti l’intelligenza artificiale, soprattutto dopo l’inizio della collaborazione con Ray Kurzweil, sono arrivate considerazioni tra l’ironico e il timoroso sulla possibilità che ora Google sviluppi Skynet. Certamente la somiglianza del robot Atlas con un Terminator aiuta queste idee, che speriamo rimangano solo battute.

Quello che è certo è che Andy Rubin, il dirigente di Google dietro allo sviluppo di Android, sta ora dirigendo gli sforzi dell’azienda nel campo della robotica. L’azienda ha acquistato senza scalpore varie start-up specializzate in questo campo e in quello dell’intelligenza artificiale. Insomma, Google intende sviluppare qualche tipo di robot ma per il momento non ci vuole far conoscere i suoi piani.



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *