The Showstoppers di Jonathan Cooper

The Showstoppers di Jonathan Cooper
The Showstoppers di Jonathan Cooper

Il romanzo “The Showstoppers” di Jonathan Cooper è stato pubblicato per la prima volta nel 2016. È inedito in Italia.

Il Colonnello Lethbridge-Stewart ha ben altro a cui pensare che a un nuovo programma televisivo. Non avrebbe mai detto che la sua carriera militare avrebbe incluso un livello di burocrazia come quello che ha dovuto affrontare ultimamente e spera che arrivino presto cambiamenti per il meglio. Quando incontra un ex commilitone che lavora come stuntman per la televisione e gli parla di strani avvenimenti legati all’attore Aubrey Mondegreene, la questione gli sembra una distrazione ma lui ed Anne Travers si rendono conto che qualcosa di strano sta avvenendo davvero.

Harold Chorley sta cercando di capire come mai ha completamente dimenticato ciò che gli è accaduto nel corso di molti giorni ed è convinto che il Colonnello Lethbridge-Stewart sia dietro il suo problema. Quando tenta di ottenere informazioni, finisce invece invischiato in una strana storia di complotti.

La serie Lethbridge-Stewart racconta le avventure del personaggio diventato celebre nella serie “Doctor Who” quando lavora senza il Dottore. Le storie partono dal periodo immediatamente successivo all’esordio di Alistair Gordon Lethbridge-Stewart nella serie televisiva per poi estendere il periodo coperto. Queste storie includono alcuni personaggi apparsi nella serie televisiva, alcuni inventati per altre produzioni legate ad essa e altri che sono stati creati appositamente per questi romanzi.

Il giornalista Harold Chorley era già apparso in un precedente romanzo di questa serie, “Mutually Assured Domination“, e ha un rapporto complicato con Lethbridge-Stewart. Anne Travers è un personaggio quasi regolare in questi romanzi dato che spesso aiuta Lethbridge-Stewart come scienziata, più o meno il lavoro del Dottore ma meno protagonista.

In genere, il tono dei romanzi di questa serie riprende quello della serie classica di “Doctor Who”, principalmente drammatico con occasionali momenti leggeri. Da questo punto di vista, “The Showstoppers” è fuori dal normale dato che riguarda in particolare il mondo della televisione britannica dell’epoca con toni satirici collegati a vari complotti.

Un’introduzione al romanzo parla di complotti concentrandosi su quello per uccidere John F. Kennedy menzionando anche il film “Il dottor Stranamore”. L’autore è David George, il figlio di Peter George, l’autore del romanzo “Il dottor Stranamore” (“Two Hours to Doom”, successivamente pubblicato come “Red Alert”). Ciò va tenuto presente quando lo sviluppo della trama riguarda Aubrey Mondegreene, un attore decisamente sopra le righe che sembra avere la capacità di interpretare più personaggi contemporaneamente.

Lo sviluppo della trama tende al surreale e probabilmente per godersi pienamente questo romanzo è necessario conoscere non solo “Il dottor Stranamore” ma anche certi programmi televisivi britannici di quegli anni. La mia conoscenza al riguardo è scarsa e il romanzo mi è parso spesso bizzarro in senso negativo forse perché non ho colto quei riferimenti.

La trama consiste soprattutto nei protagonisti che cercano di risolvere il mistero attorno al programma televisivo con Aubrey Mondegreene come protagonista ma praticamente fino alla fine sembra che nessuno riesca a capirci nulla. Solo nella parte finale viene offerta una sorta di spiegazione, almeno parziale. Non cercherei troppa coerenza, anche pensando che la storia è inclusa in una cornice più ampia.

Un po’ per la mia difficoltà nel riconoscere i riferimenti, un po’ perché è un tipo di storia anomalo, “The Showstoppers” non ha mai davvero acceso il mio interesse. È un tipo di romanzo che, più che mai, genera reazioni soggettive e può piacere a chi conosce la televisione britannica dell’epoca e apprezza questo tipo di storie surreali e sopra le righe.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *