Nuovi esami del Sarahsaurus aurifontanalis aiutano a capire le parentele con altri dinosauri e il gigantismo dei sauropodi

Scheletro di Sarahsaurus aurifontanalis (Immagine cortesia Jackson School Museum of Earth History Vertebrate Paleontology)
Scheletro di Sarahsaurus aurifontanalis (Immagine cortesia Jackson School Museum of Earth History Vertebrate Paleontology)

Un articolo pubblicato sulla rivista “PLOS One” descrive una ricerca sul Sarahsaurus aurifontanalis, un dinosauro relativamente piccolo ma parte del gruppo dei sauropodomorfi, i dinosauri giganti che includono specie iconiche come il brontosauro. I paleontologi Adam Marsh e Timothy Rowe della Jackson School of Geoscience dell’Università del Texas a Austin hanno studiato i fossili di questo dinosauro che visse circa 185 milioni di anni fa analizzando migrazioni e diversificazioni all’interno del suo gruppo.

Il Sarahsaurus aurifontanalis è stato scoperto da Timothy Rowe assieme a un gruppo di studenti nella formazione Kayenta in Arizona nel 1997 e descritto in un articolo pubblicato sulla rivista “Proceedings of the Royal Society B” nell’ottobre 2010. Il paleontologo e i suoi colleghi discussero riguardo alla diffusione dei dinosauri e sul fatto che i sauropodomorfi fossero emigrato nell’odierno Nord America in ondate separate dopo l’estinzione avvenuta alla fine del periodo Triassico.

Sono stati scoperti due scheletri, uno quasi completo e uno parziale, assieme a un cranio in cattivo stato di conservazione di Sarahsaurus aurifontanalis. Gli scheletri sono invece ben conservati in tre dimensioni e ciò ha permesso di creare delle ricostruzioni in seguito a esami del tipo micro-TAC, una versione dell’esame medico adattata alle esigenze dei paleontologi.

La quantità di informazioni che può essere ottenuta da scheletri quasi completi e un esame così sofisticato è molto utile per capire le caratteristiche di un organismo e di conseguenza per valutare le parentele con altre specie simili. Nel caso dei sauropodomorfi, i dubbi riguardavano anche la loro diffusione tra il Triassico superiore e il Giurassico inferiore e le migrazioni verso l’odierno Nord America.

Le specie di sauropodomorfi scoperte in Nord America e risalenti al Giurassico inferiore erano Anchisaurus polyzelus e Seitaad ruessi perciò il primo confronto del Sarahsaurus aurifontanalis è stato con essi. Secondo Adam Marsh e Timothy Rowe queste specie non sono strettamente imparentate mentre hanno trovato maggiori similitudini con altri sauropodomorfi che vissero in aree più lontane.

I due ricercatori pensano che quelle specie siano arrivate in modo indipendente nell’odierno Nord America. Ciò avvenne solo nel Giurassico inferiore perciò è possibile che nel Triassico superiore vi fossero barriere geografiche o che queste specie abbiano trovato ecosistemi quasi vuoti dopo l’estinzione della fine del Triassico. I dinosauri divennero dominanti solo più avanti mentre nel Triassico i coccodrilli erano i vertebrati dominanti sulla terraferma.

Risultati interessanti sono arrivati anche dall’esame delle caratteristiche fisiche del Sarahsaurus aurifontanalis. Secondo i ricercatori appartiene molto probabilmente alla famiglia dei massospondilidi (Massospondylidae), che include specie trovate in quasi tutto il mondo. Gli esami riguardanti l’anatomia di questa specie saranno utili anche per un’altra ricerca a cui partecipa Adam Marsh che ha lo scopo di ricostruire le differenze negli arti di varie specie di dinosauri per capire quali hanno portato alla loro evoluzione e quali sono legate all’età.

Entrambi gli scheletri di Sarahsaurus aurifontanalis mostrano alcune caratteristiche in comune nei loro femori che sono state considerate molto interessanti. Secondo Adam Marsh si tratta di informazioni molto utili da aggiungere alla ricerca per ricostruire l’evoluzione dei sauropodi che portò all’emergere delle specie più massicce.

Concetto artistico di Sarahsaurus aurifontanalis (Immagine cortesia Brain Engh)
Concetto artistico di Sarahsaurus aurifontanalis (Immagine cortesia Brain Engh)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *