Il primo becco conosciuto scoperto in un Ichthyornis dispar

Ricostruzione del cranio e illustrazione di Ichthyornis dispar (Immagine cortesia Michael Hanson/Yale University)
Ricostruzione del cranio e illustrazione di Ichthyornis dispar (Immagine cortesia Michael Hanson/Yale University)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature” descrive una ricerca sulla struttura cranica dell’Ichthyornis dispar, un antico uccello che visse quasi 100 milioni di anni fa nel Nord America. Un team di ricercatori guidati dall’Università di Yale ha esaminato un cranio completo e due pezzi che facevano parte del primo esemplare di questa specie scoperto nel 1870 grazie a nuove tecnologie concludendo che le sue caratteristiche rappresentano un momento cruciale nell’evoluzione dai dinosauri agli uccelli moderni.

Il primo esemplare di Ichthyornis dispar venne scoperto in Kansas nel 1870 dal cacciatore di fossili Othniel Charles Marsh. Era paragonabile ai gabbiani per le dimensioni e perché era un uccello marino ma visse nel periodo Cretaceo, quando i dinosauri erano ancora il gruppo di animali dominante. Gli uccelli si stavano ancora differenziando dai loro “cugini” e la scoperta di questa specie suscitò l’interesse di celebri scienziati dell’epoca, incluso Charles Darwin.

Dopo il primo esemplare, catalogato come YPM 1450, altri sono stati scoperti ma tutti incompleti. Alcune delle tante differenze esistenti tra i crani dei dinosauri e quelli degli uccelli erano visibili ma era impossibile valutare in modo accurato a che punto della transizione tra i primi e i secondi fosse l’anatomia dell’Ichthyornis dispar. La situazione è cambiata nel 2014 grazie a una nuova scoperta.

Sempre nel Kansas, nella formazione Niobrara, un nuovo esemplare di Ichthyornis dispar venne trovato da Kristopher Super, uno degli autori dell’articolo. Lo scheletro era relativamente completo, soprattutto nel cranio, una scoperta che rapidamente portò al coinvolgimento di vari paleontologi. La maggior parte degli esemplari di questa specie fa parte della collezione del Peabody Museum of Natural History all’Università di Yale, che è diventata il centro della nuova ricerca su questi uccelli, la prima dopo quasi un secolo e mezzo.

Per questa nuova analisi, i ricercatori hanno potuto avvalersi di tecnologie moderne, in particolare una TAC ad alta risoluzione per creare una riproduzione tridimensionale quasi completa del cranio di Ichthyornis dispar. Per ottenere questo risultato, è stato usato anche il cranio del primo esemplare scoperto, YPM 1450, e durante le operazioni sono stati scoperti due pezzi di cranio che erano stati trascurati. Altri esemplari sono stati forniti dal Peabody Museum of Natural History e da altre istituzioni che li possiedono.

La ricostruzione del cranio di Ichthyornis dispar mostra la transizione da dinosauro a uccello moderno con caratteristiche miste e soprattutto il più antico becco conosciuto, che era dotato di denti. Il cervello mostra già caratteristiche da uccello moderno mentre le mascelle e la relativa struttura muscolare erano ancora simili a quelle dei dinosauri.

Il becco vero e proprio costituiva la parte finale delle mascelle dell’Ichthyornis dispar. Secondo i ricercatori quest’uccello lo usava come una sorta di tenaglia e in origine serviva per afferrare con precisione. Questo meccanismo era un surrogato delle mani in un periodo in cui le mani si stavano evolvendo in ali.

In sostanza, si tratta di scoperte importanti nella ricostruzione dell’evoluzione degli uccelli ed è stata aiutata da nuovi studi su fossili trovati quasi un secolo e mezzo fa. Ancora una volta, nuove tecnologie hanno permesso di ottenere nuove informazioni da fossili che per molto tempo erano stati trascurati perché sembrava che non fosse più possibile imparare nulla da essi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *