Due nuovi virus giganti chiamati Tupanvirus sono stati scoperti

Tupanvirus soda lake (Immagine Nature Communications)
Tupanvirus soda lake (Immagine Nature Communications)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature Communications” descrive la scoperta di due specie di virus giganti che sono stati chiamati Tupanvirus, attribuiti alla famiglia Mimiviridae, la stessa che include altre specie di virus giganti scoperte negli anni scorsi. Un team di ricercatori di varie istituzioni internazionali ha scoperto questi due virus più grandi di alcuni batteri e dotati di alcune caratteristiche inusuali per i virus come ad esempioi geni per la sintesi di molte proteine.

I virus giganti vennero scoperti nel 2003 e i primi vennero chiamati Mimivirus. Nel corso degli anni successivi ne vennero scoperti altri davvero giganteschi per gli standard dei virus e la famiglia Mimiviridae è stata creata per includere varie di quelle specie. Tra di esse ci sono i Klosneuvirus, la cui scoperta è stata annunciata nell’aprile del 2017.

Ora a questi virus giganti sono stati aggiunti altri due scoperti in Brasile: si tratta dei Tupanvirus, uno chiamato ‘soda lake’, dato che è stato trovato in laghi molto alcalini nella pianura alluvionale brasiliana del Pantanal, e l’altro ‘deep ocean’, perché scoperto a 3.000 metri di profondità tra i sedimenti oceanici al largo di Rio de Janeiro.

Questi due nuovi virus giganti hanno varie caratteristiche peculiari come i geni per sintetizzare una quantità notevole di proteine, 1276 per la specie soda lake e 1425 per la specie deep ocean. Ancor più importante, i Tupanvirus possiedono i geni per sintetizzare tutti i 20 aminoacidi essenziali come mattoni della vita.

Uno dei parametri usati per distinguere i virus dalle cellule autonome è quello della capacità di sintesi proteica (detta anche traduzione, proteosintesi, proteogenesi, protidogenesi, proteinogenesi, o proteoneogenesi). In parole povere, i virus hanno bisogno di un ospite per poter sintetizzare le proteine perciò non sono autonomi.

I Tupanvirus hanno il più grande apparato di sintesi proteica mai visto tra i virus ma ciò non è sufficiente a renderli autonomi. Le loro caratteristiche li mettono comunque ai confini tra il mondo dei virus e quello degli organismi cellulari. Sono anche i confini tra organismi viventi e non viventi con discussioni sulla natura dei virus.

I Mimivirus infettano le amebe per riprodursi e da questo punto di vista i Tupanvirus sembrano più efficienti perché sono in grado di infettare più tipi di amebe. L’analisi di questi nuovi virus giganti è appena cominciata perché circa il 30% del loro genoma è al momento sconosciuto. La continua scoperta di nuovi virus giganti e i progressi delle tecniche genetiche sicuramente porteranno altre sorprese.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *