Una passeggiata spaziale per riparare una perdita di ammoniaca sulla Stazione Spaziale Internazionale

Gli astronauti Chris Cassidy e Tom Marshburn durante il loro lavoro di riparazione (Foto Chris Hadfield)
Gli astronauti Chris Cassidy e Tom Marshburn durante il loro lavoro di riparazione (Foto Chris Hadfield)

Ieri gli astronauti Chris Cassidy e Tom Marshburn hanno compiuto una passeggiata spaziale, in termini tecnici attività extraveicolare (EVA) per cercare di riparare una perdita di ammoniaca utilizzata come refrigerante per le linee elettriche dei pannelli solari della Stazione Spaziale Internazionale.

Non era la prima volta che sullo stesso circuito c’era una perdita ma fino alla scorsa settimana era ad un livello minimo ma l’anno scorso il guasto si è aggravato. Una prima passeggiata spaziale compiuta il 1 novembre 2012 dagli astronauti Sunita Williams e Akihiko Hoshide non è stata sufficiente e una nuova riparazione era già prevista. Nei giorni scorsi però la perdita è improvvisamente aumentata, costringendo la NASA a preparare al più presto una nuova riparazione.

Nello spazio è complicato localizzare con precisione l’elemento guasto ma alla fine l’indiziato è stato il Pump Flow Control Subassembly (PFCS) del canale 2B del sistema di controllo termico dei pannelli fotovoltaici. È stato quindi deciso di sostituirlo con uno dei pezzi di ricambio disponibili nel corso di una passeggiata spaziale compiuta dagli ingegneri di volo Chris Cassidy e Tom Marshburn.

Qualsiasi operazione compiuta nello spazio, quindi in una tuta spaziale non proprio comodissima da indossare, richiede tempo. La passeggiata spaziale di ieri è durata circa cinque ore e mezza, anche perché dopo la sostituzione del componente indiziato per il problema i due astronauti hanno dovuto compiere alcune altre operazioni.

Innanzitutto, Chris Cassidy e Tom Marshburn hanno atteso che la pompa venisse messa in funzione per verificare che il guasto fosse stato davvero riparato. Una volta assicuratisi che non ci fossero ulteriori perdite, hanno dovuto ripulire con attenzione le loro tute spaziali per eliminare possibili tracce di ammoniaca che si fosse attaccata ad esse.

I controlli sulla pompa continueranno anche nei prossimi giorni per assicurarsi che il guasto sia stato davvero riparato. L’astronauta Tom Marshburn dovrebbe tornare sulla Terra domani ma il suo viaggio potrebbe essere rimandato perché rimanga ancora a disposizione per eventuali ulteriori lavori di riparazione. Il 28 maggio tre nuovi astronauti dovrebbero partire per la Stazione Spaziale Internazionale ma a questo punto bisognerà vedere se i piani verranno modificati per tenere la situazione sotto controllo.



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *