L’amministratore delegato di Visa annuncia il supporto a Bitcoin

Al Kelly
Al Kelly

Nel corso di un podcast della serie Leadership Next, l’amministratore delegato di Visa Al Kelly (Foto cortesia ©Visa Inc. Tutti i diritti riservati) ha annunciato l’intenzione dell’azienda di supportare pagamenti in Bitcoin. Il piano consiste nel rendere possibile l’acquisto di Bitcoin utilizzando credenziali Visa e lavorare con portafogli Bitcoin per permettere a questa criptovaluta di essere convertita in una valuta normale, il tipo chiamato fiat in gergo, per poter essere usata dovunque una carta di credito Visa viene accettata. Le dichiarazioni di Al Kelly seguono di qualche settimana un annuncio da parte di Mastercard l’intenzione di includere criptovalute nella propria rete di pagamenti.

Nel corso del podcast, Al Kelly ha parlato di molti argomenti ma partendo dai problemi creati dalla pandemia Covid-19 a moltissime piccole attività ha espresso l’opinione che l’uso di contanti e assegni declinerà a causa della pandemia. La conseguenza secondo Al Kelly è la necessità soprattutto per le attività colpite dalla crise di accelerare l’adozione di pagamenti digitali. La grande novità è che Visa non intende semplicemente migliorare gli strumenti già esistenti per supportare i pagamenti tramite carta di credito bensì estenderne le potenzialità per supportare anche i pagamenti in Bitcoin e forse anche in altre criptovalute.

Al Kelly non è entrato nei dettagli limitandosi a qualche riferimento che può riguardare le cosiddette stablecoin, le criptovalute basate su meccanismi che ne mantengono il valore stabile nel tempo, in contrapposizione a Bitcoin, una valuta oggetto di speculazioni. Nonostante questa definizione, Al Kelly ha parlato esplicitamente di un supporto di Bitcoin con la possibilità di acquistare questa criptovaluta usando le proprie credenziali Visa e di utilizzare Bitcoin per gli acquisti nel circuito Visa.

Non sono stati rivelati dettagli riguardanti i tempi e altri requisiti per l’adozione di criptovalute ma nel giro di poco più di un mese un comunicato di Mastercard e dichiarazioni dell’amministratore delegato di Visa mostrano come le aziende leader nel campo delle carte di credito non intendano rimanere a guardare la crescita delle criptovalute. Al Kelly ha dichiarato che non è in grado di dire se questa diffusione sia una cosa passeggera o se fra cinque anni sarà normale ma evidentemente per Visa il piano è di prepararsi a un’adozione in massa.

Nel corso del 2021, potremo vedere l’inizio dell’utilizzo di criptovalute tramite canali finora riservati a valute comuni con le principali emittenti di carte di credito mentre PayPal ne sta espandendo il supporto in vari paesi del mondo. Ormai perfino banche tradizionaliste che possiamo considerare dinosauri nel mondo della finanza cominciano a supportare criptovalute. Se non puoi batterli unisciti a loro!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *