2017

Arthur C. Clarke nel 2005 (Foto Amy Marash)

Arthur Charles Clarke nacque il 16 dicembre 1917 a Minehead, nel Somerset, in Inghilterra. È stato un celebre scrittore di fantascienza con romanzi rimasti nella storia del genere come “Le guide del tramonto”, “Incontro con Rama” e “Le fontane del Paradiso”. Assieme al regista Stanley Kubrick sviluppò la sceneggiatura del film “2001: Odissea nello spazio”, di cui pubblicò un adattamento come romanzo. Clarke morì il 19 marzo 2008.

Almost Perfect di James Goss

Il romanzo “Almost Perfect” di James Goss è stato pubblicato per la prima volta nel 2008. È inedito in Italia.

Emma Webster è una giovane donna che non riesce a trovare l’uomo giusto, neppure tentando con lo “speed dating”. Una sera, mentre sta facendo jogging, vede sulla spiaggia una donna in stato di incoscienza che ha tra le mani uno strano apparecchio. Quando Emma lo prende, esso comincia a parlarle telepaticamente promettendole di migliorare la sua vita.

Ianto Jones si sveglia e scopre di essersi trasformato in una donna ma non ricorda come sia successo. Il Capitano Jack Harkness dà a Ianto una pillola anti-retcon per cercare di stimolare la sua memoria e fare luce sulla sua trasformazione. Nel frattempo, assieme a Gwen Cooper comincia a investigare su un incidente a un traghetto i cui passeggeri non ricordano nulla di ciò che è successo. Come se non bastasse, Gwen viene chiamata da un ex collega della Polizia che le segnala il ritrovamento di uno scheletro in strane circostanze.

Schmidtiellus reetae (Immagine cortesia Brigitte Schoenemann et al.)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Proceedings of the National Academy of Sciences” descrive la scoperta del più antico occhio composto trovato finora. Esso appartiene a un trilobite della specie Schmidtiellus reetae che visse circa 530 milioni di anni fa nell’odierna Estonia. I ricercatori sono riusciti a esaminare la struttura dei suoi occhi e anche quella di un esemplare appartenente a un’altra specie di trilobiti chiamata Holmia kjerulfi, più giovane di circa 2 milioni di anni. Entrambi i trilobiti hanno una struttura degli occhi simile a quella di molti artropodi odierni.

Il romanzo “Le stelle del silenzio” (“The World of the Starwolves”) di Edmond Moore Hamilton è stato pubblicato per la prima volta nel 1968. È il terzo libro della trilogia di Morgan Chane e segue “I mondi chiusi”. In Italia è stato pubblicato dalla Libra Editrice in “Mondi di Domani” e all’interno del n. 29 de “I Classici della Fantascienza”, da Fanucci all’interno del n. 4 de “I Classici della Fantascienza e della Fantasy”, dall’Editrice Nord all’interno del n. 178 di “Cosmo Oro” e da Mondadori all’interno del n. 179 di “Urania collezione”.

John Dilullo si sta godendo la vita nella sua Brindisi dopo aver fatto il mercenario per decenni quando Morgan Chane arriva e gli propone di recuperare gemme dal valore inestimabile conosciute come i Soli Che Cantano. A Dilullo l’idea sembra folle perché a rubarli sono stati Lupi dei Cieli, i più feroci pirati dello spazio.

Morgan Chane spiega a Dilullo che i Soli non sono su Varna, il pianeta natale dei Lupi dei Cieli, perché a loro non interessa l’arte bensì il loro valore perciò li venderanno separatamente. Dilullo si convince a tentare un’ultima missione prima di ritirarsi definitivamente ma si rivelerà ben più complessa del previsto.

Alcuni risultati del test di CRISPR/dCas9

Un articolo pubblicato sulla rivista “Cell” descrive la sperimentazione su topi di una variante del sistema per le modifiche genetiche CRISPR/Cas9 per curare una serie di malattie. Un team di ricercatori del Salk Institute for Biological Studies ha usato una versione di CRISPR/Cas9 che non modifica il DNA ed evita quindi il rischio di provocare mutazioni inaspettate ma è in grado di attivare uno o più geni creando una terapia epigenetica per malattie come il diabete di tipo 1, l’insufficienza renale acuta o la distrofia muscolare.