Buon compleanno Marco van Basten!

Marco van Basten nel 2008
Marco van Basten nel 2008

Marcel “Marco” van Basten (foto ©Jacoplane) è nato il 31 ottobre 1964 a Utrecht, nei Paesi Bassi.

Marco van Basten ha cominciato a giocare a calcio a sei anni, seguendo le orme del padre. Nel 1982 ha esordito nella nazionale olandese under 18 e nella prima squadra dell’Ajax di Amsterdam, con la quale ha vinto lo scudetto della Eredivisie per due anni di fila e la Coppa d’Olanda nella stagione 1982-1983.

Rapidamente, Marco van Basten si è affermato come cannoniere e nella stagione 1983-1984 è stato il capocannoniere del campionato olandese. Con l’Ajax ha vinto lo scudetto olandese anche nella stagione 1984-1985 e la Coppa d’Olanda nelle stagioni 1985-1986 e 1986-1987. Nell’ultima stagione ha vinto anche la Coppa delle Coppe. Nel 1986 sono però cominciati anche i problemi fisici alla sua caviglia destra, con il primo infortunio e la prima operazione.

Nel 1987, Marco van Basten si è trasferito in Italia, al Milan, assieme al suo connazionale Ruud Gullit. La sua prima stagione è stata difficile a causa di un infortunio alla caviglia che gli ha permesso di giocare poche partite ma la squadra è riuscita a vincere lo scudetto.

Nel 1988, Marco van Basten vinse il Campionato d’Europa con la nazionale olandese segnando il gol della vittoria nella semifinale e uno spettacolare gol nella finale contro l’URSS.

Nella stagione 1988-1989, in cui anche l’altro connazionale Frank Rijkaard è arrivato al Milan, Marco van Basten ha vinto il Pallone d’Oro ma soprattutto lo scudetto italiano e la Coppa dei Campioni. Nella stagione 1989-1990 è stato capocannoniere del campionato italiano e ha vinto ancora il Pallone d’Oro e la Coppa dei Campioni. Nella stagione 1990-1991 ha vinto la Coppa Intercontinentale.

Nella stagione 1991-1992 al Milan arriva il nuovo allenatore Fabio Capello e Marco van Basten torna a essere il capocannoniere della serie A vincendo il terzo Pallone d’Oro e tornando a vincere anche lo scudetto, stavolta per tre stagioni di fila. Non tutto è andato bene in quegli anni perché nel 1992 si è operato alla caviglia che gli stava dando nuovamente problemi, rimanendo fermo per quattro mesi.

Nel giugno 1993, Marco van Basten si è operato alla caviglia ancora una volta, ha tentato ancora di tornare a giocare ma dopo due anni di tentativi ha dovuto arrendersi. A soli 30 anni, uno dei giocatori più straordinari della storia del calcio è stato costretto a ritirarsi.

L’eleganza e la tecnica straordinaria di Marco van Basten hanno esaltato i suoi tifosi e conquistato il rispetto degli avversari. Nonostante l’altezza notevole, 1,88 metri, il suo controllo di palla era eccezionale e nel corso della sua carriera ha segnato parecchi gol decisivi in occasioni importanti mostrando di essere un vero campione.

Nel 2003, Marco van Basten ha cominciato una nuova carriera come allenatore con lo Jong Ajax. Successivamente, è diventato commissario tecnico della nazionale olandese e lo è stato fino al 2008. È diventato allenatore dell’Ajax ma dopo una stagione si è dimesso perché non è riuscito a portare la squadra in Champions League.

Nel 2012, Marco van Basten è diventato allenatore dell’Heerenveen, dove è rimasto per due stagioni. Nell’aprile 2014 ha raggiunto un accordo per diventare allenatore dell’AZ Alkmaar ma in settembre ha lasciato quel ruolo per diventare assistente allenatore citando l’eccessivo stress del lavoro a tempo pieno.

Non è chiaro cosa farà nel futuro Marco van Basten. È sposato e ha tre figli perciò ha una famiglia che lo rende felice. Anche se dovesse lasciare il calcio ha già fatto la storia di questo sport come giocatore.



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *