Virginia “Ginni” Rometty sarà il nuovo amministratore delegato di IBM

Sam Palmisano e Virginia Ginni Rometty
Sam Palmisano e Virginia Ginni Rometty

IBM ha annunciato che dal 1 gennaio 2012 Virginia “Ginni” Rometty (foto cortesia di International Business Machines Corporation. L’uso non autorizzato non è permesso) diventerà amministratore delegato dell’azienda prendendo il posto di Sam Palmisano.

Questo è l’ultimo avvicendamento avvenuto nel giro di qualche mese in grosse aziende nel campo dell’informatica ma è gestito in maniera completamente diversa. Nel caso di Yahoo! e Hewlett-Packard l’amministratore delegato è stato cambiato a causa dei risultati insoddisfacenti, nel caso di Apple perché Steve Jobs non era più in grado di portare avanti il lavoro, tanto che è deceduto dopo non molto tempo. Invece nel caso di IBM è una prassi aziendale che al compimento del sessantesimo compleanno l’amministratore delegato lasci la carica.

Sam Palmisano venne eletto amministratore delegato di IBM nel 2002 e presidente del consiglio di amministrazione dell’azienda, carica che manterrà, nel 2003. Palmisano ha fatto il suo lavoro con successo, vendendo la divisione PC per focalizzare gli sforzi aziendali sulla fornitura di soluzioni aziendali. Negli ultimi anni IBM ha avuto i maggiori guadagni ma ha anche investito parecchi miliardi di dollari in ricerca e sviluppo.

Ginni Romettty è laureata in ingegneria elettronica e informatica e ha cominciato a lavorare in IBM nel 1981. Come dirigente, nel 2002 è stata l’artefice dell’acquisizione dell’azienda di consulenze aziendali PricewaterhouseCoopers Consulting, acquisita da IBM per tre miliardi e mezzo di dollari. Rometty gestì il coordinamento dei consulenti dell’azienda acquisita con il lavoro tecnologico di IBM per poter proporre ai potenziali clienti un’offerta creata su misura per le loro esigenze specifiche.

Negli ultimi due anni Ginni Rometty ha contribuito all’espansione di IBM in mercati in crescita come Cina, India, Brasile e altre nazioni che ora portano quasi un quarto dei ricavi dell’azienda.

Con Ginni Rometty come amministratore delegato non ci dovrebbero essere bruschi cambi nelle strategie aziendali, anche perché lei ha contribuito a crearle.

La nomina di Ginni Rometty fa più sensazione perché si tratta della prima donna ad essere nominata amministratore delegato di IBM. Questo certamente contribuisce a fare i titoli degli articoli che ne parlano ma per fortuna non è più un evento epocale e il suo lavoro verrà giudicato per come lo porterà avanti e non in base al fatto che è una donna.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *