R.I.P. Pietro Mennea

Pietro Mennea in una gara del 1972
Pietro Mennea in una gara del 1972

Ci ha lasciati questa mattina il grande atleta Pietro Mennea, conosciuto come la Freccia del Sud per la sua velocità.

Pietro Paolo Mennea nacque il 28 giugno 1952 a Barletta. La sua carriera di atleta di alto livello cominciò nel 1971, quando vinse la medaglia di bronzo nella staffetta 4×100 ai Campionati Europei di Helsinki. Nel 1972, raggiunse la sua prima finale olimpica nel 200 m ai Giochi di Monaco di Baviera vincendo la medaglia di bronzo.

Nel 1974, Pietro Mennea vinse la medaglia d’oro nei 200 m ai Campionati Europei di Roma e la medaglia d’argento nei 100 m e nella staffetta 4×100.

Nel 1978, Pietro Mennea vinse la medaglia d’oro nei 100 m e nei 200 m ai Campionati Europei di Praga.

Nel 1979, alle Universiadi di Città del Messico, Pietro Mennea entrò nella leggenda stabilendo il record mondiale nei 200 m con 19,72 secondi, il primo sotto i 20 secondi. Esso venne battuto solo nel 1996 ed è ancora record Europeo.

Nel 1980, Pietro Mennea vinse la medaglia d’oro nei 200 m e la medaglia di bronzo nella staffetta 4×400 ai Giochi Olimpici di Mosca.

Nel 1983, Pietro Mennea vinse la medaglia di bronzo nei 200 m e la medaglia d’argento nella staffetta 4×100 nella prima edizione dei Mondiali di atletica.

Nel 1984, Pietro Mennea raggiungendo la sua ultima finale nei 200 m in un’Olimpiade ai Giochi di Los Angeles.

Pietro Mennea partecipò ai suoi ultimi Giochi Olimpici a Seul nel 1988 e fu portabandiera della squadra Italiana durante la cerimonia di apertura.

Nonostante la sua straordinaria carriera sportiva, Pietro Mennea ha curato notevolmente la sua istruzione, conseguendo lauree in scienze politiche, in giurisprudenza, in scienze dell’educazione motoria e in lettere.

Dopo la fine della sua attività sportiva, Pietro Mennea ha esercitato la professione di avvocato e insegnante di educazione fisica ed è stato attivo in politica come eurodeputato dal 1999 al 2004.

Dotato di un fisico in apparenza non straordinario, Pietro Mennea aveva un’eccezionale progressione nella corsa che, unita ad una grandissima determinazione e a un grandissimo lavoro di allenamento, gli ha consentito di diventare uno dei più grandi corridori della storia.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *