February 18, 2021

Ricostruzione artistica del mammut delle steppe (Immagine cortesia Beth Zaiken / Centre for Palaeogenetics)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature” riporta il sequenziamento di frammenti di DNA di alcuni esemplari di mammut di età anche superiore al milione di anni. Un team di ricercatori ha utilizzato tecniche avanzate di paleogenetica per estrarre DNA da tre denti scoperti negli anni ’70 del XX secolo, uno di un mammut lanoso primitivo e due assegnati alla specie da cui è discesa, chiamata mammut delle steppe. Si tratta dei genomi più antichi finora sequenziati e indicano tra le altre cose che il mammut che abitava in Nord America durante l’ultima era glaciale era un ibrido tra il mammut lanoso e mammut appartenenti a una linea genetica finora sconosciuta. Queste scoperte offrono nuove informazioni sull’evoluzione dei mammut e del loro adattamento ai climi freddi.