July 27, 2020

Il grande contagio di Charles Eric Maine

Il romanzo “Il grande contagio” (“The Darkest of Nights”, conosciuto anche come “Survival Margin”, ripubblicato in un’edizione revisionata come “The Big Death”) di Charles Eric Maine è stato pubblicato per la prima volta nel 1962. In Italia è stato pubblicato da Mondadori nei nn. 300 e 632 di “Urania”, nel n. 46 dei “Classici Urania”, nel n. 72 di “Urania Collezione” e in “Oscar Bis 1+1” nella traduzione di Andreina Negretti.

Per la dottoressa Pauline Brant dell’Organizzazione Internazionale Ricerche Virus (O.I.R.V.) il ritorno a Londra dopo un lungo periodo di lavoro trascorso a Tokyo è complicato. Il virus Hueste ha una mortalità del 50% e si sta diffondendo per tutta l’Asia con il serio rischio che arrivi anche in altri continenti perché è molto contagioso. Pauline deve anche affrontare la sua situazione personale con il marito Clive, che ha già cominciato una relazione con un’altra donna considerando il loro matrimonio finito.

In molte nazioni le autorità cominciano a censurare le notizie riguardanti il virus Hueste mentre preparano rifugi sotterranei dove isolare persone selezionate. Clive Brant cerca di raccogliere informazioni sulla situazione internazionale ma i viaggi sono sempre più difficili. Nonostante la censura, la gente scopre che i posti nei rifugi sono stati assegnati con favoritismi nei confronti dei politici e cominciano le rivolte.