Coppa del Mondo di rugby 2015: Giappone – Sud Africa

Al Brighton Community Stadium di Brighton si è consumata oggi quella che è forse la più grande sorpresa nella storia del rugby. In questo intenso sabato di Coppa del Mondo di rugby il Giappone ha infatti sconfitto il Sud Africa per 34-32. Si tratta davvero di un risultato clamoroso perché i sudafricani erano strafavoriti e sulla carta avrebbero dovuto sconfiggere facilmente i giapponesi.

I nudi fatti dell’incontro. Il Giappone inizia bene e al settimo minuto passa in vantaggio 3-0 grazie a un calcio di punizione. Il Sud Africa fatica ma al diciassettesimo minuto Francois Louw segna una meta per gli Springboks che, dopo la trasformazione, li porta sul 7-3. Il Giappone non molla e al ventinovesimo una meta di Michael Leitch con la tarsformazione li riporta in vantaggio sul 10-7. Dopo soli tre minuti Bismarck du Plessis riporta il Sud Africa avanti 12-10 con una meta che però non viene trasformata.

Nel secondo tempo ci si aspetta un Sud Africa ben diverso ma al quarantaduesimo minuto il Giappone torna in vantaggio 13-12 grazie a un calcio di punizione. Gli Springboks sembrano svegliarsi e dopo pochi secondi segnano una meta con Lood de Jager che, dopo la trasformazione, li porta avanti per 19-13. Il Giappone non molla assolutamente e, sfruttando l’indisciplina del Sud Africa, pareggia con due calci di punizione al quarantottesimo e al cinquantaduesimo minuto. Il Sud Africa torna avanti al cinquantaseiesimo con un calcio di punizione ma il Giappone pareggia ancora dopo tre minuti con un altro calcio di punizione. Al sessantunesimo il Sud Africa segna una meta con Adriaan Strauss e dopo la conversione va sul 29-22. Il Giappone continua a dare tutto e al sessantottesimo Ayumu Goromaru segna una meta trasformandola lui stesso per pareggiare di nuovo. Quattro minuti dopo il Sud Africa torna in vantaggio con un calcio di punizione sul 32-29. Il Giappone non molla e attacca con tutte le energie che hanno ancora i giocatori. Al settantottesimo     Coenie Oosthuizen esce per un cartellino giallo e i giapponesi sono ancora più determinati a segnare. Potrebbero calciare la punizione per il pareggio ma provano a vincere e a tempo già abbondantemente scaduto Karne Hesketh segna la meta. La trasformazione viene fallita ma è irrilevante perché il Giappone ha compiuto la grande sorpresa.

Per il Sud Africa è una batosta umiliante, anche perché i giapponesi alla fine hanno voluto cercare la meta per vincere quando potevano pareggiare. La squadra era arrivata a questa Coppa del Mondo con vari dubbi e ora i giocatori dovranno impegnarsi al massimo per qualificarsi per i quarti di finale.

Ora per il girone B la situazione è stata sconvolta e il Giappone potrà provare a qualificarsi. Certo, c’è anche Samoa da battere e lo scontro diretto sarà fondamentale oltre a quello con la Scozia. Sicuramente l’espertissimo allenatore del Giappone Eddie Jones saprà gestire la situazione ma per ora la squadra può godersi una vittoria storica!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *