Televisione

Blog che parlano di programmi televisivi

Robert Patrick nel 2016

Robert Hammond Patrick Jr. è nato il 5 novembre 1958 a Marietta, in Georgia, negli USA. Dopo aver interpretato soprattutto piccoli ruoli per anni, la carriera di Robert Patrick cambiò completamente quando il regista James Cameron lo scelse per interpretare il Terminator mutaforma T-1000 nel film “Terminator 2 – Il giorno del giudizio” (“Terminator 2”) del 1991. Il film segnò anche la sua vita perché durante le riprese si sposò con la sua ragazza Barbara, con la quale ha avuto due figli.

Anche per quanto riguarda la televisione, la carriera di Robert Patrick fece notevoli progressi. Dopo aver prestato la sua voce a un personaggio della serie a cartoni animati “Le avventure di Jonny Quest” (“The Real Adventures of Jonny Quest”) tra il 1996 e il 1997 ed essere stato guest star in vari telefilm entrò nel cast di “X-Files” interpretando l’agente John Doggett nelle ultime due stagioni della serie tra il 2000 e il 2002.

Doctor Who - The Dominators

“The Dominators” è la prima avventura della sesta stagione della serie classica di “Doctor Who” trasmessa nel 1968. È composta da cinque parti, scritta da Norman Ashby e diretta da Morris Barry.

Un’astronave con a bordo due Dominatori atterra sul pianeta Dulkis su quella che è chiamata Isola della Morte perché è radioattiva a causa delle esplosioni nucleari avvenute nel passato, quand’era un sito di test. I robot Quark vengono inviati a compiere alcune operazioni e quando un’astronave di visitatori arriva nell’area viene distrutta e solo il loro pilota Cully riesce a fuggire.

Il Tardis atterra nelle vicinanze e il Secondo Dottore (Patrick Troughton), assieme a Jamie (Frazer Hines) e Zoe (Wendy Padbury), comincia a visitare l’area. Quando sentono il rumore di un’esplosione si rifugiano in un museo della guerra lì vicino, dove incontrano alcuni nativi che stanno cercando di capire come mai i loro strumenti non rilevino radiazioni.

Christopher Lloyd nel 2015

Christopher Allen Lloyd è nato il 22 ottobre 1938 a Stamford, nel Connecticut, negli USA. Christopher Lloyd cominciò la sua carriera di attore negli anni ’60 in produzioni teatrali. Soprattutto negli anni ’70 lavorò parecchio a Broadway e cominciò anche a trovare parti in produzioni televisive e cinematografiche.

Christopher Lloyd cominciò a interpretare Emmett “Doc” Brown, il suo personaggio cinematografico più iconico nel film del 1985 “Ritorno al futuro” (“Back to the Future”). Fu la sua prima partecipazione a film diretti da Robert Zemeckis, al quale seguirono “Chi ha incastrato Roger Rabbit” (“Who Framed Roger Rabbit?”) del 1988, “Ritorno al futuro – Parte II” (“Back to the Future – Part II”) del 1989 e “Ritorno al futuro – Parte III” (“Back to the Future – Part III”) del 1990. Venne prodotta anche una serie televisiva a cartoni animati con alcuni spezzoni dedicati a Doc Brown con Bill Nye che andò in onda tra il 1991 e il 1992.

Christopher Lloyd è un attore che ha alle spalle una straordinaria quantità di ruoli ma per molti versi non è apprezzato come merita. È capace di grandi trasformismi passando da un klingon a zio Fester e in generale ha una grande espressività e per questi motivi i suoi fan giustamente lo adorano.

Sono passati oltre 40 anni da quando George Lucas diede inizio a una delle saghe più fortunate della storia del cinema con il film che per anni fu intitolato semplicemente “Guerre stellari”. Assieme ai suoi seguiti, ha condotto generazioni di fan verso la Forza. Si può discutere sul fatto che la trilogia di prequel abbia allontanato più fan di quanti ne abbia portati ma la Disney, da anni proprietaria della saga, sta portando avanti un lavoro a lungo termine con gli ultimi film e le varie serie televisive a cartoni animati.

I gadget costituiscono oggetti importanti per molti fan e ciò è vero anche per quanto riguarda la saga di Guerre stellari. Quasi vent’anni fa arrivarono i primi prodotti Lego a tema e da allora l’assortimento è stato aggiornato andando di pari passo con le nuove produzioni televisive e cinematografiche.

George R. R. Martin nel 2017

George Raymond Martin, questo è il suo nome di nascita, è nato il 20 settembre 1948 a Bayonne, nel New Jersey, negli USA. Aggiunse anni dopo il nome Richard, che scelse come nome di cresima.

Fin da quand’era bambino, George R. R. Martin mostrò la sua voglia di scrivere racconti e in quegli anni lesse moltissime storie di fantascienza, fantasy e horror degli anni precedenti diventando anche fan dei fumetti Marvel. Attraverso le lettere dei lettori pubblicate sui fumetti, entrò in contatto con il fandom e con varie fanzine, dove pubblicò una serie di racconti.

Dopo anni passati a lavorare soprattutto per la televisione, anche con vari progetti non andati a buon fine, George R. R. Martin si stufò, anche per i limiti imposti da budget e dalla lunghezza rigida degli episodi televisivi. All’inizio degli anni ’90 cominciò a scrivere una saga fantasy che in origine era una trilogia ma successivamente venne espansa per sviluppare meglio la storia: nel 1996 venne pubblicato “Il gioco del trono” (“A Game of Thrones”), il primo romanzo della saga che ha aumentato enormemente la fama dell’autore.