Paleontologia

Blog che parlano di paleontologia

Lo stenotterigio era un rettile marino del Giurassico che secondo una ricerca era a sangue caldo

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature” riporta un’analisi molecolare e microstrutturale di un fossile di stenotterigio, un rettile marino che apparteneva all’ordine degli ittiosauri e visse circa 180 milioni di anni fa. Un team di ricercatori ha esaminato un fossile trovato nel giacimento di Holzmaden, in Germania, di cui anche vari tessuti molli si erano fossilizzati. Ciò ha permesso di trovare tracce chimiche coerenti con tessuto adiposo analogo al grasso di balena e di altri mammiferi acquatici o semi-acquatici, tutte specie a sangue caldo. La conclusione è che anche lo stenotterigio fosse a sangue caldo.

Cranio di Homo Sapiens e di Neanderthal (foto ©hairymuseummatt)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature Ecology & Evolution” descrive una ricerca sulla quantità di incroci avvenuti tra Homo sapiens e Neanderthal. Fernando A. Villanea e Joshua G. Schraiber dell’Università di Temple hanno offerto una serie di prove a sostegno della tesi degli incroci multipli. Fabrizio Mafessoni del Max Planck Institute for Evolutionary Anthropology (MPI-EVA) di Lipsia, in Germania, ha pubblicato sulla stessa rivista un articolo di commento alla ricerca facendo notare come quella tesi sia in accordo con le prove sempre maggiori di incroci tra diversi ominidi.

Scheletro di Lisowicia bojani (Immagine cortesia Tomasz Sulej)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Science” riporta la descrizione della Lisowicia bojani, un animale appartenente al gruppo dei dicinodonti che visse nell’attuale Polonia nel periodo Triassico Superiore. Tomasz Sulej dell’Istituto di Paleobiologia dell’Accademia polacca delle scienze e Grzegorz Niedzwiedzki del Dipartimento di Biologia Organismica dell’Università svedese di Uppsala hanno studiato quest’animale che aveva le dimensioni di un elefante e contraddice l’idea che all’epoca i grossi erbivori fossero tutti dinosauri.

Il Macrocollum itaquii è il più antico dinosauro dal collo lungo scoperto finora

Un articolo pubblicato sulla rivista “Biology Letters” descrive la scoperta di un dinosauro del gruppo dei sauropodomorfi che visse nell’odierno Brasile nel periodo Triassico Superiore, circa 225 milioni di anni fa. Rodrigo Temp Müller e Sérgio Dias-da-Silva dell’Universidade Federal de Santa Maria assieme a Max Cardoso Langer dell’Universidade de São Paulo hanno scoperto un antenato dei celebri dinosauri giganti dal collo lungo, che è stato chiamato Macrocollum itaquii. Si tratta di una scoperta utile per chiarire l’evoluzione di quel gruppo di dinosauri erbivori.

Lo scheletro di Mirarce eatoni. In bianco le ossa trovate (Immagine cortesia Scott Hartman)

Un articolo pubblicato sulla rivista “PeerJ” descrive lo studio di alcune ossa di un uccello primitivo che visse circa 75 milioni di anni fa nell’odierno Utah. Chiamato Mirarce eatoni, apparteneva alla famiglia degli enantiorniti, uccelli primitivi che vissero nel periodo Cretaceo per poi estinguersi assieme ai dinosauri. Questa specie mostra caratteristiche analoghe a quelle di uccelli moderni che mostrano capacità nel volo equivalenti alle loro ma ciò rende ancor più difficile capire i motivi dell’estinzione degli enantiorniti.