Fantascienza

Blog che parlano di fantascienza

Absolution Gap: la space opera e i mondi di Alastair Reynolds

Descrivere anche solo a grandi linee l’universo narrativo e lo spazio stellare all’interno del quale si muovono le trame, gli intrecci e i personaggi creati da Alaistair Reynolds è impresa a dir poco titanica. Posso solo immaginare l’imponente apparato che sottende alla struttura solidissima dell’universo del futuro ideato dall’autore britannico. Quante ore impiegate per buttare giù la scaletta, definire i personaggi e le varie sottotrame. Ma un limite su tutti definisce il suo universo: semplice quanto invalicabile. La velocità della luce non può essere superata. Nessuna scappatoia mistica, tecnologica, esoterica è stata impiegata per eludere uno dei principi fondamentali della fisica del XX secolo. Regola che Reynolds non travalica mai anche quando le cose potrebbero essere parecchio più semplici se questo limite non esistesse.

Entangled Earth di David Lea

Il romanzo “Entangled Earth” di David Lea è stato pubblicato per la prima volta nel 2018. È inedito in Italia.

Mia Green è a Parigi per un convegno di fisica e assieme all’amica Celeste ha colto l’occasione per visitare la torre Eiffel quando succede qualcosa di catastrofico e incomprensibile. Sembra quasi che proiettili enormi e invisibili abbiano colpito la torre e tra le conseguenze c’è la morte di molti visitatori tra cui la povera Celeste. Assieme a Bruce, un altro sopravvissuto, riesce a lasciare la torre per cercare Abraham Lane, un professore anche lui a Parigi per il convegno affrontando una strana situazione in cui la catastrofe sembra aver colpito la città e ci si può imbattere in ostacoli invisibili.

Quando finalmente Mia riesce a trovare Abraham, lui le mostra la registrazione di un esperimento tenuto a Cambridge che stava guardando al PC in cui un tentativo di creare un collegamento con un universo parallelo è andato malissimo con la conseguenza che un’altra Terra intera ha cominciato a interagire con la loro portando distruzione. Gli autori dell’esperimento non sono riusciti a fermarlo e qualcuno deve farlo al più presto perché le interazioni dell’altra Terra diventeranno sepre più distruttive.

Gillian Anderson nel 2011

Gillian Leigh Anderson è nata il 9 agosto 1968 a Chicago, nell’Illinois, negli USA.

Le prime esperienze di Gillian Anderson come attrice professionista furono a teatro. Nel 1992 si trasferì a Los Angeles, inizialmente per cercare una carriera al cinema. Non trovando lavoro, decise di accettare ruoli per produzioni televisive e, dopo un piccolo ruolo, fece l’audizione per “X-Files” e venne scelta per la parte che ha cambiato la sua vita, quella dell’agente dell’FBI Dana Scully. La FOX avrebbe voluto un’attrice con maggior esperienza e maggior sex appeal ma lo showrunner Chris Carter voleva Gillian Anderson e lei ebbe la parte.

Gillian Anderson è ormai un’attrice apprezzata da entrambi i lati dell’Oceano Atlantico e nei prossimi mesi dovrebbero uscire il film “UFO” e la serie “Sex Education”, due progetti a cui ha partecipato. Insomma, anche se “X-Files” fosse davvero finito, i suoi fan potranno vederla ancora in altre produzioni.

Il romanzo breve “Il feticcio rubato” (“Hottentots”) di Paul Di Filippo è stato pubblicato per la prima volta nel 1995 all’interno dell’antologia “Steampunk”, conosciuta anche come “La trilogia Steampunk” (The Steampunk Trilogy). In Italia l’antologia è stata pubblicata come “Steampunk” dall’Editrice Nord nel n. 268 di “Cosmo Argento” e nel n. 45 di “Tascabil Fantascienza” nella traduzione di Maria Cristina Pietri e come “La trilogia Steampunk” da Delos Books nel n. 51 di “Odissea Fantascienza” e da Mondadori nel n. 187 di “Urania Collezione” nella traduzione di Salvatore Proietti.

Il naturalista Louis Agassiz è costretto a collaborare con Jacob Cezar e Dottie, la figlia della “Venere Ottentotta” per trovare un feticcio creato usando le parti intime di sua madre. Al feticcio è attribuita la capacità di evocare antiche divinità per scatenare un’apocalisse sulla Terra.

Radiazioni oscure di C.A. Higgins

Il romanzo “Radiazioni oscure” (“Radiate”) di C.A. Higgins è stato pubblicato per la prima volta nel 2017. È il terzo libro della trilogia Lightless e segue “Supernova”. In Italia è stato pubblicato da Mondadori nel n. 1657 di “Urania” nella traduzione di Lia Tomasich.

Ananke ha solo Althea Bastet, che considera sua madre, come compagnia ma vuole trovare Matthew, l’uomo le cui azioni hanno trasformato Ananke in un essere senziente artificiale. Althea aveva cercato di controllarla e la reazione di Ananke è stata quella di collegare il cervello biologico della donna ai sistemi dell’astronave.

Leontis “Ivan” Ivanov e Matthew “Mattie” Gale viaggiano nel sistema solare alla ricerca di Constance ma devono fare i conti con una rivoluzione che si è rapidamente frammentata dopo aver rovesciato il Sistema . Vari leader hanno le loro mire di potere su un singolo pianeta o di una singola luna e sono pronti a eliminare chi è rimasto fedele agli originali ideali rivoluzionari della Mallt-y-Nos.