Racconto

Blog che parlano di racconti

Un'autentica esperienza da nativo americano di Rebecca Roanhorse

Il racconto breve “Un’autentica esperienza da nativo americano” (“Welcome to Your Authentic Indian Experience™”) di Rebecca Roanhorse è stato pubblicato per la prima volta nel 2017. Ha vinto i premi Hugo, Nebula, e quello della rivista Apex come miglior racconto breve dell’anno. In Italia è stato pubblicato da Future Fiction nella traduzione di Marzio Petrolo.

Jesse Turnblatt è una guida turistica un po’ particolare dato che offre ai clienti della sua agenzia tour virtuali che forniscono esperienze da nativi americani. Un serio problema è dato dal fatto che i turisti si aspettano ciò che vedono nei film e rimangono delusi se Jesse propone qualcosa di diverso, anche se più autentico. Quando si ha una moglie, un mutuo da pagare e un capo che ti tiene d’occhio non resta che dare al cliente ciò che vuole. Un giorno un cliente mostra un interesse genuino ma la situazione diventa complicata in modi imprevisti.

Il racconto breve “Rebecca” di Clelia Farris è stato pubblicato per la prima volta nel 2017 da Delos in “Materia Oscura” e nel 2018 da Future Fiction all’interno dell’antologia “La consistenza delle idee”.

Quando Rebecca si accorge di una nuova presenza in casa, scopre che suo marito Max vi ha portato la sua nuova moglie. Max non può più contare su Rebecca per la verifica sperimentale del progetto Manderley e ha sposato una fisica che collabora con lui per portarlo a compimento.

Il racconto breve “La consistenza delle idee” di Clelia Farris è stato pubblicato per la prima volta nel 2018 da Future Fiction all’interno dell’antologia “La consistenza delle idee”.

Nergal e Damkina sono cresciuti insieme nel kibbutz e insieme hanno trovato il coraggio di entrare nella Nave, dove gli altri hanno paura di andare. Lì hanno scoperto i puntaspilli e quando hanno provato a farne mangiare uno a un vecchio sarg, esso si è comportato come un cucciolo. I due decidono di vendere i puntaspilli agli abitanti della città ma con imprevedibili conseguenze a lungo termine.

Il racconto breve “Buchi” di Clelia Farris è stato pubblicato per la prima volta nel 2018 da Future Fiction all’interno dell’antologia “La consistenza delle idee”.

Il server fornisce accoglienza e informazioni, controlla tutto, dentro di sé ha tutto, come un uovo. Può fare moltissime cose insieme e gli resta ancora spazio per pensare. Gli piace meditare, è un uovo che pensa e le sue meditazioni riguardano anche gli esseri umani e l’evoluzione della specie portandolo a prendere una decisione.

Il racconto breve “Un giorno da ricordare” di Clelia Farris è stato pubblicato per la prima volta nel 2018 da Future Fiction all’interno dell’antologia “La consistenza delle idee”.

Olì è un’artista della memoria: non si limita a eliminare i ricordi brutti facendo un taglia e cuci per lasciare quelli belli ma li modifica per migliorarli. Dopo il Grande Gelo c’è molta gente che sente il bisogno di dimenticare qualcosa o comunque di avere ricordi piacevoli e come pagamento danno a Olì cibo o altri oggetti utili, anche da barattare.