The Forgotten Son di Andy Frankham-Allen

The Forgotten Son di Andy Frankham-Allen
The Forgotten Son di Andy Frankham-Allen

Il romanzo “The Forgotten Son” di Andy Frankham-Allen è stato pubblicato per la prima volta nel 2015. È stato ripubblicato in un’edizione speciale rivista nel 2019. È inedito in Italia.

Il Colonnello Alistair Lethbridge-Stewart sta ancora cercando di abituarsi all’idea che esistano alieni e che una forza aliena ha attaccato Londra. Il tentativo di invasione è stato respinto e ora il problema principale sembra quello di gestire il ritorno degli abitanti che erano stati evacuati in fretta e furia. La complicazione maggiore sembra la sua vita privata.

Nel villaggio di Bledoe, quelli che sembrano ricordi ormai sepolti di avvenimenti risalenti a trent’anni prima cominciano a riaffiorare. Mary sente l’impulso a tornare al villaggio dove aveva trascorso anni, fino a quando lei e suo figlio Alistair si erano trasferiti, dopo che suo marito era stato dichiarato ufficialmente disperso in azione durante la II Guerra Mondiale. Owain, un ragazzo di Bledoe, comincia ad avere visioni di quello che sembra un fantasma.

La serie Lethbridge-Stewart racconta le avventure del personaggio diventato celebre nella serie “Doctor Who” quando lavora senza il Dottore. Le storie partono dal periodo immediatamente successivo all’esordio di Alistair Gordon Lethbridge-Stewart nella serie televisiva per poi estendere il periodo coperto. Queste storie includono alcuni personaggi apparsi nella serie televisiva, alcuni inventati per altre produzioni legate ad essa e altri che sono stati creati appositamente per questi romanzi.

Il serial del Secondo Dottore “The Web of Fear” aveva visto la prima apparizione del Colonnello Alistair Lethbridge-Stewart, che successivamente era tornato come capo della UNIT, diventando perfino un personaggio regolare nelle ere del Terzo e Quarto Dottore. Con gli anni era diventato un personaggio molto amato, eppure l’abbiamo visto quasi sempre durante i suoi incarichi ufficiali e solo nelle sue ultime apparizioni avevamo visto qualcosa della sua vita privata. Nel 2015, Candy Jar Books ha cominciato a pubblicare una collana di romanzi dedicata a questo personaggio. “The Forgotten Son” è un sequel diretto di “The Web of Fear” che comincia poco dopo gli eventi di quel serial.

Il romanzo include altri personaggi ripresi da “The Web of Fear” come Anne Travers e il sergente Arnold e al tempo stesso ne introduce altri. In quel periodo, Lethbridge-Stewart ha iniziato una relazione sentimentale con Sally Wright e nel villaggio di Bledoe vive Owain, un ragazzo al centro di eventi fuori dal normale che incontra il Colonnello quando torna al suo villaggio natale alla ricerca di sua madre.

In “The Forgotten Son” ci sono vari riferimenti al fatto che la relazione tra Lethbridge-Stewart e Sally Wright sta diventando importante la ma storia del protagonista viene raccontata soprattutto andando alle sue radici, nel suo villaggio natale, dove passato e presente si intrecciano con una serie di colpi di scena.

Il romanzo è interessante anche perché ci mostra come Lethbridge-Stewart abbia affrontato la scoperta dell’esistenza di alieni iniziando una serie in cui viene raccontato come gestisce situazioni di quel genere senza l’aiuto del Dottore. Inizialmente, non ha neppure un supporto militare specializzato perché la UNIT verrà formata solo qualche tempo dopo gli eventi raccontati in “The Forgotten Son”. La parte iniziale del romanzo riguarda anche le discussioni del protagonista con i suoi superiori riguardo al rischio di nuovi attacchi da parte della Grande Intelligenza.

La necessità di cominciare a sviluppare anche la vita privata di Lethbridge-Stewart intrecciando il suo passato e il suo presente rende la trama piuttosto complessa, a volte sinceramente perfino contorta in alcune rivelazioni. Non è un romanzo molto lungo e forse è perfino troppo complesso dato che segue vari personaggi importanti saltando in continuazione da un punto di vista a un altro. Capisco la necessità di creare una storia complessa con l’idea di avere ulteriori sviluppi nei successivi romanzi di questa collana ma in alcuni casi non ho potuto fare a meno di chiedermi se tutte le sorprese fossero necessarie.

Il risultato è che a volte la narrazione diventa un po’ pesante, anche con una certa esposizione, ma tutto sommato mi pare che la trama abbia radici robuste in “The Web of Fear” e offra delle buone basi per la storia personale di Lethbridge-Stewart. Per questo motivo, se avete amato questo personaggio nella serie televisiva e volete conoscere le sue avventure nel periodo successivo al suo debutto, credo che valga la pena di leggere “The Forgotten Son”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *