November 2020

Oltre l'invisibile di Clifford D. Simak

Il romanzo “Oltre l’invisibile” (“Time and Again”, pubblicato anche come “First He Died” e in una versione un po’ diversa come “Time Quarry”) di Clifford D. Simak è stato pubblicato per la prima volta nel 1951. In Italia è stato pubblicato da Mondadori in appendice ai numeri da 1 a 12 di “Urania” a puntate, nel n. 414 di “Urania”, all’interno del “Millemondiestate 1974”, nel n. 9 dei “Classici Urania” e all’interno del n. 4 de “I Massimi della Fantascienza” nella traduzione di Giorgio Monicelli, da Perseo Libri nel n. 5 di “Opere di Clifford D. Simak” nella traduzione di Ugo Malaguti e di nuovo da Mondadori nel n. 215 di “Urania Collezione” e all’interno dell’omnibus “Mondi senza fine” nella traduzione di Davide De Boni.

Asher Sutton è l’unico essere umano che sia riuscito a penetrate nel sistema di 61 Cygni con la sua navicella spaziale. Tuttavia, è stato dato per morto dopo che si è schiantato sul settimo pianeta di quel sistema, almeno finché non torna sulla Terra dopo vent’anni sulla stessa navicella, che in teoria non dovrebbe poter più viaggiare né avere i sistemi di supporto vitale necessari al viaggio di un essere umano.

Il ritorno sulla Terra di Asher Sutton è accompagnato da minacce alla sua vita, alcune esplicite come una sfida a duello, altre più subdole. È finito al centro di uno scontro tra fazioni a causa di un libro che deve ancora scrivere ma influenzerà notevolmente il futuro con interpretazioni contrastanti. Per venire a capo della situazione, deve viaggiare nel tempo.

Spock (Leonard Nimoy) e Michael Burnham (Sonequa Martin-Green) in Unificazione III (Immagine cortesia CBS / Netflix)

“Unificazione III” (“Unification III”) è il settimo episodio della terza stagione della serie “Star Trek: Discovery” e segue “Sfruttatori”.

Le scoperte sul Grande Fuoco ottenute grazie alle informazioni raccolte da Michael Burnham (Sonequa Martin-Green) offrono qualche informazione in più sulla sua origine. Tuttavia, per fare un vero salto in avanti nelle ricerche sulle cause, è necessario ottenere i dati custoditi gelosamente sul pianeta Ni’Var, già conosciuto come Vulcano. La guardiamarina Sylvia Tilly (Mary Wiseman) deve prendere una decisione non facile.

La formazione Portfjeld e alcuni microfossili trovati in quell'area

Un articolo pubblicato sulla rivista “Communications Biology” riporta uno studio su microfossili con un’età che arriva fino a 570 milioni di anni scoperti nell’attuale Groenlandia. Un team di ricercatori guidati dal paleontologo Sebastian Willman dell’Università di Uppsala, in Svezia, ha esaminato questi microfossili, che hanno caratteristiche che suggeriscono che possa trattarsi di uova ed embrioni di animali. Essi mostrano similitudini con altri microfossili scoperti nella formazione Doushantuo, in Cina, con un’età vicina a 600 milioni di anni. Ciò significa che si trattava di organismi che in un’epoca così antica erano diffusi in tutto il mondo e potrebbero costituire i resti dei primi animali.

Nopalgarth di Jack Vance

Il romanzo “Nopalgarth” (“The Brains of Earth”, pubblicato anche come “Nopalgarth”) di Jack Vance è stato pubblicato per la prima volta nel 1966. In Italia è stato pubblicato da Delos Digital nel n. 1 di “Odissea Argento” nella traduzione di Marco Riva.

La vita di Paul Burke cambia quando riceve una busta che contiene un disco metallico che fluttua nell’aria. Quando riceve una telefonata dal mittente, finisce coinvolto in una vicenda interstellare con l’incontro con un alieno di nome Pttdu Apiptix. L’alieno lo trasporta sul pianeta Ixax per avere il suo aiuto allo scopo di terminare una guerra che ha devastato il suo pianeta per un secolo.

Pttdu Apiptix spiega a Paul Burke che la terribile guerra ha infiammato Ixax dopo la scoperta che gli abitanti erano infestati da parassiti psichici che hanno chiamato Nopal e che essi infestano anche gli esseri umani. Per staccare i Nopal da qualcuno è necessario usare una macchina che causa un dolore atroce e il trattamento va ripetuto ogni mese per evitare che il parassita si riattacchi. Burke deve trovare il modo di sottoporre gli umani allo stesso trattamento o verranno sterminati.

Michael Burnham (Sonequa Martin-Green) e Philippa Georgiou (Michelle Yeoh) in Sfruttatori (Immagine cortesia CBS / Netflix)

“Sfruttatori” (“Scavengers”) è il sesto episodio della terza stagione della serie “Star Trek: Discovery” e segue “Provarci fino alla morte”.

La USS Discovery è stata aggiornata con nuovi sistemi che sfruttano le tecnologie disponibili nel XXXII secolo e l’equipaggio è in preallarme, pronto a partire per una nuova missione. L’astronave di Book (David Ajala) arriva ma solo Ruggine è a bordo, assieme a un messaggio che riguarda la scoperta di informazioni sul Grande Fuoco. Nonostante gli ordini, Michael Burnham (Sonequa Martin-Green) decide di andare a indagare e Philippa Georgiou (Michelle Yeoh) parte assieme a lei.