Buon compleanno Charles Stross!

Charles Stross alla DortCon di Dortmund nel 2013
Charles Stross alla DortCon di Dortmund nel 2013

Charles David George Stross (foto ©EXanathon) è nato il 18 ottobre 1964 a Leeds, in Inghilterra.

Charles Stross voleva fare lo scrittore di fantascienza fin da ragazzino ma ha finito per studiare farmacia. Già negli anni ’70, aveva cominciato a smanettare con gli home computer e a interessarsi a giochi di ruolo, tanto da pubblicare articoli sulla rivista “White Dwarf” riguardanti “Advanced Dungeons & Dragons”.

Nel 1987, Charles Stross ha pubblicato il suo primo racconto di fantascienza, “The Boys”, sulla rivista “Interzone” ma inizialmente era un’attività occasionale. Si era reso conto che la farmacia non era proprio il suo campo e alla fine degli anni ’80 aveva deciso di darsi all’informatica.

Nel corso degli anni, Charles Stross ha lavorato come programmatore e come giornalista. Dal 1994, ha tenuto una rubrica dedicata al sistema operativo Linux sulla rivista “Computer Shopper”. Essa è durata fino al 2004, quando ha deciso di dedicare più tempo alla sua attività di scrittore di fantascienza.

Il primo romanzo di Charles Stross è “Scratch Monkey”, che però è stato pubblicato solo nel 2011. Esso è disponibile anche on line, ad esempio sul sito che ospita il blog dell’autore.

Il primo romanzo pubblicato da Charles Stross è “Singularity Sky” del 2003. In esso, introduce un universo narrativo post-singolarità tecnologica in cui sono inclusi anche temi come transumanesimo, space opera e altri tipici dell’autore come la libertà di diffusione delle informazioni. Nel 2004 è stato pubblicato un seguito, “L’alba del disastro” (“Iron Sunrise”).

Nel 2004, Charles Stross ha pubblicato “The Atrocity Archives“, che contiene il romanzo “The Atrocity Archive” e il romanzo breve “Giungla di cemento” (“The Concrete Jungle”), vincitore del premio Hugo. Sono le prime storie della serie della Lavanderia, un’agenzia segretissima britannica in cui il protagonista Bob Howard viene reclutato con un’offerta che non può rifiutare.

Nella serie della Lavanderia la demonologia è una branca delle scienze matematiche e vengono mischiati elementi geek e lovecraftiani con quelli delle spy story britanniche e l’umorismo tipico di Charles Stross. Negli anni successivi sono stati pubblicati vari seguiti: “The Jennifer Morgue” del 2006, “The Fuller Memorandum” del 2009, “The Apocalypse Codex” del 2012 e “The Rhesus Chart” del 2014 oltre a vari racconti. È stato creato anche un gioco di ruolo basato su queste storie.

Nel 2004, Charles Stross ha pubblicato anche il primo romanzo di un’altra serie, quella dei Principi Mercanti. In quest’universo narrativo alcuni umani possono viaggiare tra vari mondi paralleli con diversi livelli di tecnologia. In origine, l’editore l’aveva proposta come fantasy ma in realtà è fantascienza. La serie è composta da: “The Family Trade” del 2004, “The Hidden Family” del 2005, “The Clan Corporate” del 2006, “The Merchants’ War” del 2007, “The Revolution Business” del 2009 e “The Trade of Queens” del 2010. I primi tre romanzi hanno vinto il Sidewise Award for Alternate History, un premio dato alle migliori opere di storia alternativa.

I romanzi del ciclo dei Principi Mercanti sono stati recentemente ripubblicati in tre soli libri: “The Bloodline Feud”, “The Traders’ War” e “The Revolution Trade”.

Nel 2005 è stato pubblicato “Accelerando”, vincitore del premio Locus, formato da vari racconti interconnessi che raccontano la storia di tre generazioni di una famiglia prima, durante e dopo la singolarità tecnologica.

Nel 2006 è stato pubblicato il romanzo “Glasshouse”, ambientato nel XXVII secolo, che affronta temi più sociali rispetto ai precedenti, senza dimenticare quelli tecnologici. Ha vinto il premio Prometheus e in Germania il premio Kurd-Laßwitz.

Nel 2006, Charles Stross ha pubblicato il romanzo breve “Universo distorto” (“Missile Gap”), vincitore del premio Locus.

Nel 2007, Charles Stross ha pubblicato “Arresto di sistema“, ambientato nella Scozia indipendente del futuro prossimo. Nel 2011 è stato pubblicato un seguito, “Rule 34“. L’autore aveva in programma un terzo romanzo della serie ma ha ritenuto che le rivelazioni sulla sorveglianza di massa da parte soprattutto dell’NSA abbiano reso obsoleti alcuni dei temi di base affrontati nei due romanzi pubblicati.

Nel 2008, Charles Stross ha pubblicato “Saturn’s Children“, una space opera ispirata a Robert A. Heinlein e Isaac Asimov. Nel 2013 ha pubblicato il seguito “Neptune’s Brood”.

Nel 2012, Charles Stross ha pubblicato assieme a Cory Doctorow il romanzo “The Rapture of the Nerds”, il risultato dell’unione di due romanzi brevi ai quali è stata aggiunta una nuova parte.

Molte delle migliori opere brevi di Charles Stross sono stata raccolte nelle antologie “Toast: And Other Rusted Futures” del 2002 e “Wireless: The Essential Charles Stross” del 2009.

Charles Stross scrive anche sul suo blog Charlie’s Diary, una risorsa utile per chi vuol conoscere più a fondo le sue idee e i suoi interessi. Spesso le sue opere non sono facili da leggere per chi non ha buone conoscenze tecnologiche, soprattutto di informatica. Chi è in grado di comprenderlo in pieno può apprezzare storie che tipicamente vanno ben oltre la fantascienza “hard” per le influenze di altri generi e l’umorismo.



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *