Spionaggio

Nexus. Oltre il limite della mente di Ramez Naam

Il romanzo “Nexus. Oltre il limite della mente” (“Nexus”) di Ramez Naam è stato pubblicato per la prima volta nel 2012. È il primo libro della trilogia Nexus. Ha vinto il Prometheus Award. In Italia è stato pubblicato da Multiplayer Edizioni nella collana Multipop nella traduzione di Veronica La Peccerella.

Kaden Lane è un giovane scienziato che sta sperimentando Nexus 5, una nuova implementazione di una nanotecnologia che permette la connessione diretta tra menti diverse considerata alla stregua di una droga assieme ad alcuni amici e colleghi. Sam, una delle persone che stanno partecipando a una vesta in cui viene diffusa, risulta essere un agente governativo che si è infiltrata tra i contatti del gruppo.

Quando la copertura di Sam salta, Kaden Lane e quasi tutti i membri del suo gruppo vengono arrestati. A lui viene fatta un’offerta che non si può rifiutare: lui e i suoi colleghi possono andare in prigione per molti anni o lui può collaborare con il governo americano. La missione è contattare Su-Yong Shu, una neuroscienziata cinese accusata di vari crimini legati all’uso della Nexus, per raccogliere informazioni sulle sue attività.

Wilson Tucker nel 1988

Arthur Wilson “Bob” Tucker nacque il 23 novembre 1914 a Deer Creek, nell’Illinois, negli USA. Usò generalmente il nome Wilson Tucker per firmare romanzi e racconti pubblicati in libri e riviste professionali ma nelle fanzine usò di solito il nome Bob Tucker. Occasionalmente usò altri pseudonomi. Durante la sua lunga carriera scrisse soprattutto fantascienza ma anche gialli e spy story. Fu estremamente attivo nel campo del fandom e delle convention di fantascienza.

Patrick Macnee e Diana Rigg in Agente Speciale

Il 7 gennaio 1961 venne trasmesso nel Regno Unito il primo episodio della serie “Agente speciale” (“The Avengers”) che andò avanti fino al 1969. È una delle serie britanniche di quell’epoca più amate con Patrick Macnee presente in tutte le stagioni e ne “Gli infallibili tre” (“The New Avengers”), la serie che negli anni ’70 tentò di rinnovare il successo di “Agente speciale”.