Romanzo

Gli scaricati di Robert J. Sawyer

Il romanzo “Gli scaricati” (“The Downloaded”) di Robert J. Sawyer è stato pubblicato per la prima volta nel 2023 come audiolibro e nel 2024 come libro. In Italia è stato pubblicato da Mondadori nel n. 1726 di “Urania” nella traduzione di Francesca Noto.

Quando il Capitano Letitia Garvey si ritrova nel suo corpo dopo aver trascorso quattro anni soggettivi in un mondo virtuale prodotto dalla sua mente in un computer quantistico, si aspetta che l’astronave Hokule’a abbia raggiunto il sistema di Proxima Centauri. Invece, risulta subito chiaro che lei e il resto dell’equipaggio sono sulla Terra, nell’Istituto di Criogenica quantistica di Waterloo, in Canada. All’esterno ci sono solo rovine.

La situazione per gli astronauti appena risvegliati diventa ancor più complicata quando si rendono conto di non essere gli unici umani presenti all’Istituto. Un altro gruppo di persone si è risvegliato e si tratta di criminali che hanno accettato di scontare una sorta di pena virtuale come parte di un progetto di riabilitazione. Come fidarsi di loro?

Il romanzo breve “Strategia di uscita” (“Exit Strategy”) di Martha Wells è stato pubblicato per la prima volta nel 2018. È la quarta opera della serie “Murderbot – I diari della macchina assassina” e segue “Protocollo ribelle”. In Italia è stato pubblicato da Mondadori all’interno di “Murderbot – I diari della macchina assassina”, in “Oscar fantastica” e n. 52 di “Urania Jumbo”, nella traduzione di Stefano A. Cresti.

Quando l’astronave presa da Murderbot sta arrivando alla sua destinazione, viene diretta verso l’area di sicurezza. La SecUnit capisce che la stanno cercando e deve lasciare l’astronave di nascosto per impedire che le forze di sicurezza armate fino ai denti la trovino.

Murderbot scopre rapidamente che la dottoressa Mensah è stata accusata di spionaggio industriale da GrayCris ed è scomparsa. Sospettando un rapimento, si mette in contatto con il suo team, ben sapendo che conoscono la sua identità e quindi che si tratta di una SecUnit.

Il costruttore di stelle di Olaf Stapledon (edizione britannica)

Il romanzo “Il costruttore di stelle” (“Star Maker”) di Olaf Stapledon è stato pubblicato per la prima volta nel 1937. In Italia è stato pubblicato da Longanesi nel n. 144 de “La Ginestra”, da Landscape Books nel n. 2 di “Altair” e da Mondadori nel n. 256 di “Urania Collezione” nella traduzione di Paola Campioli.

Quando la coscienza di un inglese viene trasportata fuori dal suo corpo, comincia un viaggio senza limiti nello spazio profondo. Arriva su un pianeta abitato da umanoidi intellligenti, che lui chiama l’Altra Terra, dove la sua coscienza si fonde con quella di uno dei nativi. Si tratta solo della prima tappa di un viaggio molto più lungo.

Assieme al suo nuovo compagno di viaggio, a cui è rimasto legato, l’uomo viaggia verso altri pianeti abitati da esseri senzienti. Civiltà con similitudini e differenze rispetto a quella umana vengono osservate durante la loro evoluzione tecnologica, sociale e spirituale fino ad arrivare a una scala cosmica fatta di varie dimensioni.

Solo di Alberto Mazzega

Il romanzo “Solo” di Alberto Mazzega è stato pubblicato per la prima volta nel 2023 da in riga edizioni nel n. 4 di “Space & Science fiction”. È il seguito di “Kusi di Estella”.

Quando Alberto Zannoni rischia la morte, l’unica soluzione è metterlo in stasi. Quando si risveglia, si ritrova tutto solo. Le sue credenziali di comandante dell’aeronautica militare sono ancora valide perciò può accedere a strumenti di sorveglianza e ai velivoli più avanzati nella speranza di trovare qualcun altro sulla Terra.

Le ricerche portano Alberto Zannoni in giro per il mondo, dove trova altre persone e alla fine scopre che quasi tutta la popolazione umana si è trasferita su un altro pianeta. Per vari motivi, alcune persone hanno mancato gli appuntamenti con le astronavi che li avrebbero trasportati verso la loro nuova casa, quali speranze possono avere?

Così si perde la guerra del tempo di Amal-El Mohtar e Max Gladstone

Il romanzo breve “Così si perde la guerra del tempo” (“This is How You Lose the Time War”) di Amal-El Mohtar e Max Gladstone è stato pubblicato per la prima volta nel 2019. Ha vinto i premi Hugo, Nebula, Locus e BSFA come miglior romanzo breve dell’anno. In Italia è stato pubblicato da Mondadori in “Oscar Fantastica” nella traduzione di Simona Spano.

Quando Rossa un’agente del gruppo del Comandamento trova un messaggio di Blu, una sua rivale nella guerra del tempo, rimane incuriosita pur sapendo che potrebbe nascondere una trappola. Decide di rispondere e ciò porta a uno scambio di messaggi che inizia con punzecchiature e sfide reciproche per diventare ben altro.

Rossa e Blu trovano un’intesa con una comprensione reciproca che rende il loro legame sempre più profondo anche se l’Agenzia e il Giardino sono nemiche. Ciò impedisce loro di incontrarsi di persona e anzi rende pericoloso anche il solo scambiarsi messaggi eppure ciò non ferma i loro sentimenti.