Motori di ricerca

Blog che parlano di motori di ricerca

Il logo di Baidu

Le notizie trapelate riguardo alle intenzioni di Baidu, il più importante motore di ricerca cinese, di dotarsi di un sistema analogo a ChatGPT sono solo le ultime che hanno interessato il mondo dei motori di ricerca dopo che il sistema di apprendimento automatico di OpenAI è stato lanciato. Nel corso di questo mese, Microsoft ha rivelato di aver investito 10 miliardi di dollari in OpenAI e di voler aggiungere ChatGPT al suo motore di ricerca Bing. Google ha risposto con Google Sparrow, un altro sistema di apprendimento automatico. Il lancio di ChatGPT ha subito riacceso le discussioni sulla natura di questa presunta intelligenza artificiale, sulle sue possibilità e sui suoi limiti e i nuovi sistemi dei concorrenti le aumenteranno ulteriormente.

Esempio che illustra come l'app Google comprende domande complesse (Immagine cortesia Google. Tutti i diritti riservati)

Google ha rilasciato la nuova applicazione mobile per la ricerca, già conosciuta come Google Search, nella versione per Android e per iOS. Ora offre la possibilità di rispondere a domande complesse, dichiarando di aver fatto un notevole passo in avanti rispetto alle precedenti capacità di interpretare le richieste degli utenti. Ora l’app capisce realmente il significato di ciò che l’utente chiede (per ora solo in inglese).

Schermata del motore di ricerca social di Topsy

La notizia è stata inizialmente data non ufficialmente dal Wall Street Journal, che l’ha riportata come un dato di fatto, e successivamente è confermata ufficialmente: Apple ha acquistto Topsy, per la precisione Topsy Labs, Inc., un’azienda che si occupa di analisi e ricerca nei social network e in particolare di Twitter, di cui è partner certificata. Pare che Apple abbia pagato oltre duecento milioni di dollari per quest’acquisizione.