Discesa nell’oscurità di Andrea De Magistris e Michele Perni

Discesa nell’oscurità di Andrea De Magistris e Michele Perni
Discesa nell’oscurità di Andrea De Magistris e Michele Perni

Il romanzo “Discesa nell’oscurità” di Andrea De Magistris e Michele Perni è stato pubblicato per la prima volta nel 2021. È il secondo libro della serie Velera-Exi: i misteri dei pianeti del paradosso e segue “Omicidio su Autarch 1“.

L’agente Frank Harden del Distaccamento Investigativo si è ripreso fisicamente ma è ancora provato mentalmente da tutto ciò che gli è successo. Intende proseguire le indagini anche se il suo capo gli ha detto molto chiaramente che non è possibile fare nulla, almeno ufficialmente. Di conseguenza, deve procedere impegnandosi personalmente, anche d’accordo con Lester Devon, il boss della Casata, perché anche un esponente così importante della criminalità vuole capire chi stia lavorando nell’ombra.

Una pista porta Frank Harden verso il pianeta Mine, così chiamato perché è sostanzialmente una miniera cosmica dove i lavoratori scavano il misterioso minerale NR14. Arrivato su Mine sotto copertura, Harden si rende ben presto conto di essere finito in un girone infernale in cui i minatori vengono sfruttati fino alla morte e succedono cose strane.

“Discesa nell’oscurità” continua quella che è esplicitamente una serie noir fantascientifica ambientata dopo una catastrofe che ha devastato la Terra. Sei pianeti, la cosiddetta cintura di Velera-exi, sono apparsi misteriosamente nel sistema solare offrendo un rifugio ai sopravvissuti della specie umana, un evento di cui nessuno ha ancora capito le origini.

Frank Harden è un agente con un passato difficile che cerca di soffocare facendo uso di droghe. Gli eventi di questo romanzo sono il diretto seguito di quelli di “Omicidio su Autarch 1” ed è necessario leggere il primo libro per capire chi siano i protagonisti con i loro complessi rapporti interpersonali e l’ancor più complessa vicenda in cui Harden e altri personaggi sono stati coinvolti.

In questo secondo libro, gli autori espandono l’esplorazione di quel che rimane della civiltà umana nella metà del XXIII secolo. L’elemento noir rimane importante con i problemi di droga di Frank Harden e il rapporto ancora indefinito che ha instaurato con Paula Harris. Tuttavia, una parte significativa del romanzo è ambientata sul pianeta Mine, dove si mischiano elementi distopici e toni horror.

La discesa di Frank Harden nell’oscurità della miniera è letterale ma anche metaforica. I minatori sono poco più che schiavi che trascorrono la loro vita in un ambiente alienante e questo è solo l’aspetto più evidente della situazione trovata dall’agente. Le sue scoperte mostrano che la situazione è in realtà assai peggiore e aumentano la tensione, anche per i toni sempre più horror.

In questo seguito l’elemento realmente fantascientifico è più forte nel senso che l’indagine di Frank Harden va ben oltre il noir ambientato su un altro pianeta grazie alla centralità del minerale NR14. In realtà, viene presentato un altro mistero perché l’NR14 ha strane proprietà che nessuno comprende, o almeno nessuno lo ammette ufficialmente. È comunque l’oggetto dell’attività mineraria. Fa parte del mistero più grande dei pianeti della cintura di Velera-exi e sinceramente spero che gli autori cominceranno a offrire qualche risposta.

Anche “Discesa nell’oscurità” finisce con la soluzione del caso da parte di Frank Harden ma ancor più che nel primo libro è chiaro che c’è qualcosa di più grosso dietro. I misteri legati ai pianeti della cintura di Velera-exi potrebbero richiedere di leggere l’intera serie per aveere risposte. Questo secondo libro conferma che si tratta di una serie adatta in particolare a chi apprezza i misteri fantascientifici.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *